ProSpec: i migliori ricombinanti e i relativi anticorpi

ProSpec è un’azienda biotecnologica israeliana in evoluzione che fornisce proteine altamente purificate in tutto il mondo per la ricerca sul cancro, l’apoptosi, l’endocrinologia, l’immunologia, le neuroscienze, le proteasi, cellule staminali e la virologia.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Enzimi per ricerca e industria

Creative Enzymes utilizza la sua esperienza nella produzione di enzimi per fornire ai clienti prodotti da impiegare nella ricerca scientifica e nella produzione di medicinali, cibo, alcol, birra, succhi di frutta, tessuti, carta, pelletteria, ecc.

I loro prodotti sono utilizzati in tutto il mondo nei laboratori accademici, commerciali e governativi in ​​diverse applicazioni, tra cui ricerca di base, studio di farmaci, ricerca sul cancro, ricerca sulle malattie infettive, microbiologia e medicina personalizzata.

Gli zimogeni sono un gruppo di proteine che non mostrano attività catalitica ma possono essere trasformate in enzimi attivi all’interno di un organismo. Uno zimogeno è un precursore inattivo di un enzima, in particolare quelli che catalizzano le reazioni che coinvolgono la scomposizione delle proteine. Gli zimogeni richiedono un cambiamento biochimico, come il cambiamento di configurazione o una reazione di idrolisi per rivelare il sito attivo, per diventare un enzima attivo. Per questo motivo, uno zimogeno è anche chiamato proenzima.

Creative Enzymes fornisce prodotti enzimatici che coprono molteplici direzioni nello sviluppo e nella ricerca per applicazioni in diverse aree, inclusi usi industriali, usi di ricerca e usi medici. I prodotti sono fabbricati con una rigorosa garanzia di qualità, che genera una purezza di prim’ordine.

 

Un coenzima è una piccola molecola organica, ma non un peptide, che si lega a un enzima e la cui presenza è essenziale per l’attività dell’enzima. È considerata una molecola assistente per le reazioni biochimiche. Nella maggior parte dei casi, i coenzimi forniscono un sito di trasferimento per un enzima funzionante. Funziona spesso come un vettore intermedio di elettroni, atomi specifici o gruppi funzionali, consentendo il verificarsi di una reazione. I coenzimi di solito non fanno parte della struttura di un enzima o del substrato della reazione. Il coenzima può essere un gruppo protesico, un coenzima strettamente legato, o un co-substrato, che è una piccola molecola organica debolmente legata. Un enzima inattivo senza il cofattore è chiamato apoenzima, mentre l’enzima completo con cofattore è chiamato oloenzima.

Creative Enzymes è fornitore affidabile di vari tipi di estratti di altissima qualità, principalmente estratti vegetali.

Inoltre, forniscono estratti animali, polvere vegetariana, estratti di funghi, ecc.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Anticorpi primari, secondari, epitope Tag, detection reagents

Agrisera è un’azienda svedese, fondata nel 1985, specializzata nella produzione e purificazione di anticorpi.

Dal 2020 fa parte del Gruppo Olink®.

I loro prodotti sono validati in laboratori indipendenti e citati in migliaia di pubblicazioni.

EPITOPE TAG ANTIBODIES

Gli anticorpi più utilizzati nel mondo!

Questi prodotti sono adatti a qualsiasi laboratorio che lavora con anticorpi, indipendentemente dall’area di ricerca.
Agrisera offre anticorpi per tag univoci: TurboID, mNeonGreen e altri.

Tag antibodies >

SECONDARY ANTIBODIES

Migliaia di anticorpi secondari convalidati e di alta qualità, coniugati e non coniugati, per il rilevamento cromogenico, fluorescente e chemiluminescente.

Secondary antibodies >

Gli anticorpi secondari Agrisera sono coniugati a:

ALP |  Bio  | DyLight®  | HRP  | TRITC | FITC

Vantaggi:

  • 1 mg/ml di anticorpo altamente purificato
  • Testato su un’ampia gamma di specie
  • Migliaia di blot con 1 vial (diluizione 1:5000)
  • Lunga scadenza

DETECTION REAGENTS

Rilevamento chemiluminescente:

Due reagenti in UN unico set!

INCUBLOCKER

Facile e Veloce
Soluzione all-in-one per la rapida elaborazione Western Blot: il tempo di incubazione con l’anticorpo primario e secondario può essere ridotto a 15 minuti mentre la “proprietary blocking mixture” assicura un basso background.
Il tempo complessivo della Western Blot è di solo 1 h.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

PD-1/L1 e anti-PD-1: test per il dosaggio della molecola e del farmaco

Ricerche recenti indicano che il nostro sistema immunitario può essere un alleato importante nella lotta contro il cancro. La risposta immunitaria dell’organismo, attraverso l’attivazione dei linfociti T e altri meccanismi, è in grado di rilevare e distruggere le cellule tumorali limitando la diffusione di metastasi.

PD-1 è stato identificato come un “checkpoint immunitario”, una via che le cellule tumorali usano per eludere la sorveglianza del sistema immunitario. Le cellule tumorali possono bloccare le risposte immunitarie attraverso il sistema PD-1 esprimendo i due ligandi di PD-1, ovvero PD-L1 e PD-L2.

PD-L1 e PD-L2 legano il recettore PD-1 sui linfociti T per inattivarli e consentire così alle cellule tumorali di eludere la risposta immunitaria.

Farmaci biologici: Pembrolizumab (Keytruda®) e Nivolumab (Opdivo®) anticorpi monoclonali anti-PD-1; Avelumab (Bavencio®) e Durvalumab (Imfinzi®) anticorpi monoclonali anti-PD-L1;

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Disordini neurologici – Intolleranza al glutine

Sintomi:

Atassia

Anomalie dell’andatura

Convulsioni

Sbalzi d’umore

Disturbi della coordinazione

Ansia

Causa:

Intolleranza al glutine?

Diagnosi:

Auto-Anticorpi contro Transglutaminasi Umana Neuronale (hnTG/TG6)

L’intolleranza al glutine comprende tutte le malattie associate all’assunzione di alimenti contenenti glutine. Ciò include celiachia (enteropatia sensibile al glutine), dermatite erpetiforme / malattia di Duhring (malattia cronica della pelle causata dal glutine), atassia da glutine (disturbi della coordinazione), allergia al grano (reazioni allergiche ai componenti del grano) e intolleranza al glutine (tutti i restanti disturbi non diagnosticati come celiaci con sintomi intestinali o extraintestinali).
Poiché gli allergeni vengono ingeriti tramite il cibo, i sintomi gastroenterologici sono stati finora al centro dell’attenzione. I sintomi per le intolleranze al glutine che colpiscono la pelle sono anch’essi facilmente riconoscibili: la sede della manifestazione è accessibile e, quindi, più facile da esaminare.
Da decenni la gastroenterologia e la dermatologia dispongono di eccellenti test per la determinazione degli autoanticorpi tessuto-specifici contro le transglutaminasi: anti-transglutaminasi tissutale umana (anti-htTG/anti-TG2) per la diagnosi di transglutaminasi epidermica celiaca e anti-umana (anti-heTG/anti-TG3) per la diagnosi di dermatite erpetiforme/morbo di Duhring. La conferma o l’esclusione della diagnosi avviene sempre con una biopsia e un test genetico (HLA DQ2/8).

In neurologia, le malattie neurologiche genetiche e autoimmuni di solito mostrano gli stessi sintomi e sono quindi difficili da differenziare. La possibilità di una biopsia è esclusa e i campioni di autopsia sono disponibili solo raramente.
I test sierologici per gli anticorpi contro la transglutaminasi neuronale umana (hnTG/TG6) consentono ora l’identificazione di pazienti – in particolare in neurologia – con un aumentato rischio di malattie neurologiche concomitanti all’intolleranza al glutine e facilitano la diagnosi di “malattia neuro-celiaca”, una manifestazione neurologica di intolleranza al glutine.

Determinazione dell’anti-hnTG per:

  • una chiara diagnosi di una manifestazione neurologica di intolleranza al glutine (“malattia neuro-celiaca”),
  • un trattamento dietetico precoce e mirato a seguito di risultati diagnostici positivi,
  • una riduzione delle malattie e delle disabilità postumi,
  • miglioramento della qualità della vita del paziente.

Malattie neurologiche con intolleranza al glutine

Celiachia
Nel 10% dei pazienti con malattia celiaca accertata, nel corso della malattia compaiono disturbi neurologici oltre ai disturbi gastrointestinali (Hadjivassiliou M; 2008). Da un lato, potrebbe essere spiegato dalla cross-reattività degli autoanticorpi contro htTG con transglutaminasi neuronale (hnTG) e, dall’altro, gli autoanticorpi si formano direttamente contro altri membri della famiglia delle transglutaminasi, in particolare contro hnTG (Boscolo S; 2010). In particolare i pazienti che non fanno uso di prodotti gluten-free producono una maggiore quantità di anticorpi contro hnTG. Non seguendo una dieta priva di glutine (GFD), aumenta il rischio di una manifestazione neurologica di intolleranza al glutine (Lindfors K; 2011). Questo rischio aumenta con il tempo di esposizione al glutine (De Leo L, 2018).
Gli autoanticorpi contro hnTG sono adatti per identificare i pazienti a rischio di malattie neurologiche e per proteggerli dalle loro conseguenze.

Glutine-atassia
L’atassia da glutine può essere associata alla celiachia o apparire isolata. Il 73% dei pazienti con provata atassia da glutine è risultato positivo per gli anticorpi anti-hnTG. Circa il 30% dei pazienti con atassia sporadica idiopatica, che fino a quel momento non era stato sospettato di intolleranza al glutine, è risultato positivo agli autoanticorpi anti-hnTG (Hadjivassiliou M; 2013).
Il test positivo per gli autoanticorpi anti-hnTG conferma specificamente l’atassia da glutine.

Neuropatia da glutine
Oltre all’atassia da glutine, può verificarsi anche neuropatia da glutine. Si manifesta come una debolezza delle estremità, sensazione di intorpidimento o formicolio, fino a dolore neuropatologico alle mani e ai piedi. Questi pazienti hanno dimostrato di avere un’alta prevalenza di anticorpi contro hnTG (Zis P; 2017).

Sensibilità al glutine (NCGS)
In caso di sospetta celiachia, le linee guida raccomandano di testare il paziente per gli autoanticorpi contro la transglutaminasi tissutale (htTG, TG2). Circa un terzo dei pazienti è risultato negativo per htTG (TG2), tuttavia, sporadicamente si sono formati autoanticorpi contro altre transglutaminasi. Questi pazienti, fino ad ora, sono stati classificati come “siero-negativi” e sono stati diagnosticati come “sensibilità al glutine non celiaca” (NCGS) (Sugai E; 2010). Durante l’esame di pazienti con malattia celiaca o sensibilità al glutine, è stata trovata una proporzione comparabile di pazienti positivi per anti-hnTG. Questi sottogruppi positivi anti-hnTG hanno mostrato sintomi neurologici simili che compaiono con una frequenza analoga. I pazienti in entrambi i sottogruppi hanno reagito positivamente a una GFD. Sembra quindi probabile che esista un meccanismo fisiopatologico comune (Hadjivassiliou M; 2016).

La possibilità di determinare autoanticorpi contro altre transglutaminasi, come hnTG, offre ai pazienti NCGS una diagnosi chiara, la possibilità di una terapia mirata con una GFD e, quindi, la riduzione del rischio di malattie neurologiche.

Intolleranza al glutine e malattie neurologiche

Per alcuni pazienti con malattie neurologiche un cambiamento nella dieta mostra effetti positivi per l’ulteriore decorso clinico. In altri pazienti, l’intolleranza al glutine si manifesta come risultato concomitante. Seguire una dieta priva di glutine di solito porta quindi ad un sollievo dei sintomi e al miglioramento della qualità della vita.
Le connessioni esistenti e quando può essere presente una “malattia neuro-celiaca” sono riassunte qui:

Sclerosi multipla (SM)
I pazienti con SM progressiva primaria (PPMS), SM secondaria progressiva (SPMS), SM recidivante-remittente (RRMS) e controlli sani sono stati testati per la presenza di autoanticorpi contro hnTG nel fluido cerebrospinale. I pazienti con PPMS e SPMS hanno avuto un
titolo leggermente più alto rispetto a RRMS e controlli. Di questi, i pazienti che erano in una fase attiva avevano i titoli più alti (Cristofanilli M; 2017).
Anti-hnTG è adatto come biomarcatore per prevedere e monitorare l’attività della malattia nei pazienti con SM con malattia progressiva.

Paresi cerebrale
I “marker di glutine” sono molto diffusi nei bambini e nei giovani adulti con paresi cerebrale (PC). Tuttavia, i pazienti non sviluppano enteropatia. Il 15% dei pazienti con CP ha avuto un risultato positivo al test per hnTG. La prevalenza più alta (35%) è stata osservata nel gruppo tetraplegico. Tuttavia, non è stata trovata alcuna correlazione con la sieropositività anti-gliadina (Stenberg R, 2014; fare riferimento alla figura sotto).
La lesione cerebrale precoce e le reazioni infiammatorie associate sembrano predisporre a una successiva autoimmunità hnTG.

Sclerosi laterale amiotrofica (SLA)
Il 15% dei pazienti con SLA e una diagnosi negativa per la celiachia, aveva formato anticorpi isolati contro hnTG. L’autoimmunità contro hnTG e l’intolleranza al glutine associata potrebbe essere presente nei pazienti con SLA (Gadoth A; 2015).
I pazienti SLA con un risultato positivo per anti-hnTG possono trarre beneficio da una GFD.

Schizofrenia
Il 13% dei pazienti schizofrenici, risultato negativo per gli anticorpi specifici per celiaci anti-htTG o anti-gliadina, ha mostrato un risultato positivo quando testato per hnTG. Questo risultato indica che i pazienti possono avere una “malattia neuro-celiaca” (Cascella NG; 2013).

I test anti-hnTG sono adatti per l’identificazione di pazienti schizofrenici che potrebbero trarre beneficio da una dieta priva di glutine.

Autismo
L’intolleranza al glutine si verifica più frequentemente nei pazienti autistici. La zonulina, un parametro della permeabilità intestinale, tuttavia, non è aumentata. È interessante notare che il 5,2% di questi pazienti sviluppa autoanticorpi contro hnTG (Józefczuk J; 2018).
Nonostante una barriera intestinale intatta, si possono formare autoanticorpi contro la transglutaminasi neuronale che provocherà intolleranza al glutine.

Epilessia
Un caso clinico:
Un bambino di 4 anni con epilessia del lobo temporale non ha risposto al trattamento antiepilettico (epilessia refrattaria). Il test per la celiachia è risultato positivo e, inoltre, ha mostrato un titolo elevato contro hnTG. I suoi sintomi sono scomparsi dopo aver seguito una GFD. La diagnosi è stata modificata in epilessia autoimmune (Johnson AM; 2013).
Una GFD supporta il trattamento dell’epilessia caratterizzata da intolleranza al glutine.

Literature
• Boscolo S et al. (2010) Anti transglutaminase antibodies cause ataxia in mice. PLoS One 5(3): e9698.
• Cascella NG et al. (2013) Increased prevalence of transglutaminase 6 antibodies in sera from schizophrenia patients. Schizophr Bull 39(4):867-71.
• Cristofanilli M et al. (2017) Transglutaminase-6 is an autoantigen in progressive multiple sclerosis and is upregulated in reactive astrocytes. Mult Scler 23(13):1707-1715.
• de Leo L et al. (2018) Anti-transglutaminase 6 Antibody Development in Children With Celiac Disease Correlates With Duration of Gluten Exposure. J Pediatr Gastroenterol Nutr 66(1): 64-68.
• de Silva R et al. (2019) Guidelines on the diagnosis and management of the progressive ataxias. Orphanet J Rare Dis 14(1):51. doi: 10.1186/s13023-019-1013-9.
• Gadoth A et al. (2015) Transglutaminase 6 Antibodies in the Serum of Patients With Amyotrophic Lateral Sclerosis. JAMA Neurol 72(6): 676-81.
• Hadjivassiliou M et al. (2008) Autoantibodies in gluten ataxia recognize a novel neuronal transglutaminase. Ann Neurol 64(3):332-43.
• Hadjivassiliou M et al. (2013) Transglutaminase 6 antibodies in the diagnosis of gluten ataxia. Neurology 80(19):1740-5.
• Hadjivassiliou M et al. (2016) Neurological Dysfunction in Coeliac Disease and Non-Coeliac Gluten Sensitivity. Am J Gastroenterol 111(4):561-7.
• Johnson AM et al. (2013) Coeliac disease, epilepsy, and cerebral calcifications: association with TG6 autoantibodies. Dev Med Child Neurol 55(1):90-3.
• Józefczuk J et al. (2018) The Occurrence of Antibodies Against Gluten in Children with Autism Spectrum Disorders Does Not Correlate with Serological Markers of Impaired Intestinal Permeability.
J Med Food 21(2):181-187.
• Lindfors K et al. (2011) IgA-class autoantibodies against neuronal transglutaminase, TG6 in celiac disease: no evidence for gluten dependency. Clin Chim Acta 412(13-14):1187-1189.
• Mulder CJJ et al. (2018) Transglutaminase 6 antibodies are not yet mainstream in neuro-coeliac disease. Dig Liver Dis 50(1):96-97.
• Stenberg R et al. (2014) Anti-transglutaminase 6 antibodies in children and young adults with cerebral palsy. Autoimmune Dis; doi:10.1155/2014/237107
• Sugai E et al. (2010) New serology assays can detect gluten sensitivity among enteropathy patients seronegative for anti-tissue transglutaminase. Clin Chem 56(4):661-5.
• Zis P et al. (2017) Transglutaminase 6 antibodies in gluten neuropathy. Dig Liver Dis 49(11):1196-1200.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Nuova distribuzione Lifeasible

Lifeasible è specializzata in scienze agrarie e offre una vasta gamma di servizi e prodotti agroalimentari per soluzioni ambientali ed energetiche.
I servizi di riproduzione e cultura delle piante supportano gli standard di sicurezza e qualità sempre più rigorosi nel settore agricolo. Basandosi sulle loro tecniche rivoluzionarie, offrono vari servizi di produzione e metodi diagnostici molecolari, per una vasta gamma di settori legati all’agricoltura. Nel contempo, varie soluzioni analitiche raggiungono una più ampia comunità di ricercatori nei settori ambientale ed energetico.

Mantenendo un forte legame tra innovazione biologica e trasformazione nell’ecosistema, Lifeasible sfrutta l’esperienza per rendere accessibile i loro prodotti e servizi a tutti i leader che lavorano in agricoltura, botanica, biologia, ecologia e scienze ambientali.

Forniscono inoltre soluzioni lab-to-field che promuovono i processi di produzione agricola.

Sono disponibili a collaborare con le Istituzioni Scientifiche per la realizzazione di nuovi progetti.

Prodotti in evidenza

Cellule competenti di Agrobacterium

Rilevazione di agenti patogeni per piante

Rilevazione OGM

Sicurezza alimentare e rilevazione dei nutrienti

Rilevazione di ormoni vegetali

Standard e controlli analitici di riferimento

Servizi in evidenza

Servizi analitici

Analisi ormoni vegetali

Ingegneria genetica delle piante

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Nuova distribuzione Matexcel

Matexcel è un’azienda leader di prodotti e servizi nel campo dei biomateriali e della loro preparazione, da vari anni forniscono polimeri, nanoparticelle e altri materiali sia al mondo accademico che industriale.

Offre una gamma completa di materiali che coprono polimeri, metalli, ceramiche e materiali naturali, oltre al servizio di consulenza professionale nella loro produzione e caratterizzazione.

Il team scientifico è a disposizione per aiutare a realizzare materiali impiegabili in nano-tecnologie e nel settore farmaceutico.

Prodotti

Ceramica
La ceramica, classificata come biomateriale inorganico e non metallico, ha attirato crescente attenzione mentre …

Metallo
L’uso clinico di biomateriali metallici è stato reso disponibile diversi decenni fa ed è stato …

Materiali naturali
I biomateriali possono essere classificati in due gruppi principali: biomateriali sintetici e naturali …

Strumenti e forniture
Gli standard e le sonde di calibrazione del microscopio di alta qualità garantiscono affidabilità e …

Brochure:

SERVIZI IN EVIDENZA

Analisi dei materiali
Test e analisi dei materiali rivelano informazioni che ci aiutano a comprendere le relazioni struttura-proprietà dei materiali, che sono cruciali per lo sviluppo del prodotto. Un elenco dei servizi di caratterizzazione dei materiali è disponibile nel laboratorio Matexcel.

Modifica della superficie
La modifica delle proprietà della superficie in base alle esigenze specifiche dell’applicazione è un obiettivo importante nella ricerca sull’ingegneria delle superfici. Siamo in grado di fornire rivestimenti superficiali personalizzati con proprietà fisiche e chimiche adeguate, nonché servizi di caratterizzazione delle superfici.

Nano-Bio
I nanomateriali possiedono proprietà uniche grazie al loro ampio rapporto superficie-volume, che li rende strumenti potenti nella ricerca biotecnologica. I nostri servizi professionali comprendono sintesi, modifica e caratterizzazione di nanomateriali.

.

Produzione di polimeri
Con anni di esperienza nella scienza dei polimeri, il nostro team è impegnato ad aiutare le aziende a progettare e sviluppare prodotti polimerici, tra cui la polimerizzazione personalizzata, la produzione additiva, la lavorazione della plastica e la caratterizzazione dei polimeri.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Coronavirus COVID-19: ELISA quantitativi IgE IgA IgM e IgG, RT-PCR, Anticorpi, Antigeni ricombinanti, Linee cellulari, Sonde FISH

I prodotti sono in continuo aggiornamento, contattaci se non trovi quello che stai cercando.

Li StarFish fornisce una gamma completa di prodotti per la diagnosi clinica, la ricerca e il rilevamento di COVID-19:

Monkey pox, IL-6 e IL-10, Principali predittori di gravità COVID-19, ACE2 come key receptor, cDNA clone, Lentivirus, CRISPR, RNAi, il ruolo delle vitamine e degli oligoelementi, Beads per la cattura dei virus, kit di estrazione, kit PCR, ELISA e rapid test per microbiologia animale, disinfettante per superfici.

 

Kits ELISA 

Test brevettati per misurare la presenza di anticorpi neutralizzanti! 

Questi kit possono essere utili per monitorare lo screening del plasma di convalescenza, la risposta al vaccino e l’immunità della popolazione.

Flyer >

Test CE/IVD/RDM per il rilevamento di SARS-CoV-2 IgG e IgM in siero o plasma

Procedura molto semplice a due fasi ed un solo lavaggio, il tempo di incubazione totale è inferiore a 2 ore.

Sensibilità clinica del 100% e specificità del 96,7% con casi confermati da RT-PCR.

Il 75%  dei casi positivi mostrano valori di OD 3 volte più alti rispetto al valore di Cut-off positivo.

Test CE/IVD per il rilevamento di IgG anti-SARS-CoV-2 in siero o plasma

Rilevamento della proteina Spike (S1)

Prestazioni cliniche eccellenti: sensibilità 100% , specificità 99,1%

Nessuna potenziale cross-reattività osservata con i coronavirus comuni:
hCoV 229E, hCoV HKU1, hCoV NL63, hCoV OC43

Buona stabilità del campione:  2 settimane a 2 – 8 ° C

Facilmente automatizzabile

Protocollo:

IMM-K5004  IDK® anti-SARS-CoV-2 IgG ELISA CE/IVD (per la determinazione quantitativa degli anticorpi IgG contro SARS-CoV-2).

Nuova pubblicazione >

Flyer >

Kit REAL-TIME RT-PCR

Test CE/IVD per la differenziazione simultanea delle varianti del nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)!

Rilevazione delle varianti SARS-CoV-2 più comuni: B.1.1.7 (UK), B.1.351 (ZA) and P.1 (BRA)

Canali separati per le differenti mutazioni !

Per il rilevamento delle due mutazioni E484K presente in P.1 (variante brasiliana) e B.1.351 (variante sudafricana) e N501Y presente nella maggior parte delle varianti di interesse, tra cui B.1.1.7 (variante UK), P .1 e B.1.351.

Rileva le due mutazioni L452R e P681R presenti in B.1.617.1, B.1.167.2 e B.1.617.3, note come variante indiana B.1.617.

Test CE/IVD per la rilevazione simultanea in vitro di RNA del Novel Coronavirus (SARS-CoV-2) e dei Subgenus Sarbecovirus (SARS-CoV-1 e SARS-CoV-2) estratti da campioni biologici

Principali caratteristiche:

– Sequenze multiple di SARS-CoV-2 e coronavirus su 2 canali

– Risultato in solo 1h 15 minuti

– Controllo di processo interno (IPC)
RNA di controllo per la verifica dell’isolamento dell’RNA e della trascrizione inversa

– Controllo del sistema interno (ISC)
primer e sonde per un housekeeping gene(β-actina) per la verifica del prelievo e del trasporto del campione

Test CE/IVD/RDM per la rilevazione del virus COVID-19 (COVID-19) dall’RNA estratto da campioni respiratori come liquido di lavaggio alveolare, tampone della gola, espettorato

Il kit funziona sulla maggior parte degli strumenti attualmente disponibili (ELITechGroup ELITe GALAXY, Qiagen QiaSymphony-Rotor- gene Q, Abbott m2000sp, Siemens Versant kPCR, Roche Cobas z480, Thermo Fisher QuantStudio 5Dx, etc..)

Protocollo:

IFMR-45 COVID-19 GeneFinder ™ RealAmp Plus CE/IVD

CND: W0105040519, Registrazione Dispositivo Medico: 1920626

Test CE/IVD per la rilevazione in vitro dell’RNA di SARS-CoV-2 (gene S, Gene RdRP, gene E) estratto da campioni biologici.

Principali caratteristiche:

– Sequenze SARS-CoV-2 su canali separati
consente il rilevamento di alterazioni di sequenza in una delle regioni target (richiesto da alcune autorità)

– Controllo di processo interno (IPC)
RNA di controllo per la verifica dell’isolamento dell’RNA e della trascrizione inversa

Protocollo:

IMM-KG193096 MutaPLEX® SC2 multi gene CE/IVD real time RT-PCR kit

Test CE/IVD per la rilevazione simultanea di Influenza (A/B), Virus Respiratorio Sinciziale (RSV A- RSV B) e COVID-19 su campioni biologici (tampone, saliva e feci)

UN’ANALISI, TRE RISULTATI!

Il kit funziona sulla maggior parte degli strumenti (LightCycler 480II, Stratagene Mx3000P/Mx3005P, ABI 7500, AriaMx Bio-Rad CFX96, Rotor-Gene Q, Rotor-Gene 3000, Rotor-Gene 6000, Mic qPCR Cycler).

Protocollo

IMM-KG192796 MutaPLEX® RespiraScreen 1 CE/IVD real time RT-PCR kit

Diagnosi differenziale delle malattie respiratorie – canali separati per le diverse famiglie di virus (SARS-CoV-2, Respiratory syncicial virus A/B, Influenza A/B)

Antigeni virali

Inoltre da Azienda specializzata in reagenti industriali:

HYT-8COV1  SARS-CoV-2 Spike RBD Arg319-Phe541, mammalian recombinant

HYT-8COV3 SARS-CoV-2 Nucleoprotein, recombinant

Prodotti in cellule di mammifero, purezza superiore al 95%

HYT-3CV4 SARS-CoV-2 Nucleoprotein, antibody

HYT-3CV2 SARS-CoV-2 Spike, antibody

Vengono forniti per la realizzazione di test sierologici COVID-19.

Anticorpi di rilevazione per test ELISA

Disponibili anticorpi monoclonali specifici per IgM, IgG e IgA, vengono usati come anticorpi di rilevazione nei test sierologici.

Recenti pubblicazioni suggeriscono che includere le IgA nei test sierologici potrebbe migliorare l’accuratezza delle analisi poiché è stato dimostrato che gli anticorpi IgA possono essere rilevati prima degli anticorpi IgM o IgG.

HYT-1A1cc IgA antibody

HYT-1G1cc IgG antibody

HYT-1M3cc IgM antibody

Per saperne di più >

Linee Cellulari SARS-CoV-2 e correlate

Disponibili:

  • ACE2 Cell Line
  • Green Fluorescent A549 Cell Line
  • Green Fluorescent ACE2 Cell Line
  • IL6R CHO-K1 Cell Line
  • SARS-CoV Spike Glycoprotein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Nucleocapsid Protein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike D614G mutant Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike Glycoprotein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike V367F mutant Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike V483A mutant Cell Line

Per saperne di più >

Sonde FISH

L’ibridazione in situ a fluorescenza (FISH) è una tecnica di citogenetica molecolare che utilizza sonde fluorescenti che si legano solo a quelle parti di una sequenza di acido nucleico con un alto grado di complementarità.

Pertanto, la FISH può essere utilizzata per rilevare la presenza del 2019-nCoV nel tessuto o nei fluidi del paziente identificando gli organi in cui il virus si replica nel corpo.

Per saperne di più >

Nuove primeFISH® PROBE e kit REAL-TIME PCR

Altri link:

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Virus: correlazione con il COVID-19 e altri patogeni animali e umani

Monkeypox Virus, Linee Cellulari, IL-6, IL-10 e altri principali predittori di gravità COVID-19, ACE2 come key receptor, cDNA clone, Lentivirus, CRISPR, RNAi, il ruolo delle vitamine e degli oligoelementi, Beads per la cattura dei virus, kit di estrazione, kit PCR, ELISA e rapid test per microbiologia animale, disinfettante per superfici.

Dalla società tedesca Immundiagnostik ora disponibile il kit real-time PCR MutaPLEX® Monkeypox virus per la rilevazione qualitativa dell’acido nucleico del virus del vaiolo delle scimmie negli eluati di campioni biologici:

IMM-KGR199296 MutaPLEX® Monkeypox virus, real-time-PCR Kit RUO

Caratteristiche:
  • rilevazione ultra sensibile del DNA del virus del vaiolo delle scimmie (<2,5 copie del genoma per μl)
  • ulteriore differenziazione rispetto ad altri virus orthopox come il virus vaccinia
  • una PCR veloce (tempo di esecuzione <1,5 ore)

Disponibile inoltre dalla società Creative Biogene:

Monkeypox Virus Real Time PCR Kit (CRE-PDPS-AR064)
Size: 25 reactions
Lead Time: 4-5 weeks

Compatibile con gli strumenti: ABI Prism® 7000/7300/7500/7900/Step One Plus; iCycler iQTM4/iQTM5; Smart Cycler ll; Bio-Rad CFX 96; Rotor GeneTM 6000; Mx3000P/3005P; MJ-Option2/Chromo4; LightCycler®480 Instrument.

In aggiunta:
  • MPP-001 Monkeypox B6R Pseudotyped Ad5 Virus
  • MPP-002 Monkeypox F3L Pseudotyped Ad5 Virus

Questi prodotti non sono infettivi e sono sicuri da usare.

Possono essere impiegati come controllo positivo o come standard nei test molecolari.

Linee Cellulari SARS-CoV-2 e correlate

sars-cov-2-spike

Disponibili:

  • ACE2 Cell Line
  • Green Fluorescent A549 Cell Line
  • Green Fluorescent ACE2 Cell Line
  • IL6R CHO-K1 Cell Line
  • SARS-CoV Spike Glycoprotein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Nucleocapsid Protein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike D614G mutant Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike Glycoprotein Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike V367F mutant Cell Line
  • SARS-CoV-2 Spike V483A mutant Cell Line

Per saperne di più >

Test correlati al COVID-19

Le nanoparticelle di Peg possono creare reazioni allergiche al vaccino o diminuirne l’efficacia in alcuni casi.

AFI-EL-141-PEG-HIGG   Anti PEG antibody ELISA (human IgG specific)

AFI-EL-141-PEG-HIGM  Anti PEG antibody ELISA (human IgM specific)

IL-6, IL-10 e altri principali predittori di gravità COVID-19

Il test per SARS-CoV-2 non è l’unico requisito per la gestione di COVID-19, sono inoltre necessari lo screening e il monitoraggio di altri problemi di salute che possono insorgere nell’ambito della gestione della malattia COVID-19. Nel nostro catalogo è possibile trovare i seguenti kit ELISA indicati come principali fattori predittivi della gravità di COVID-19:

Coronavirus – ACE2 come key receptor

E’ stato indicato come un recettore chiave che consente al nCoV di entrare nelle cellule, pertanto gli anticorpi anti-ACE2 o l’ACE2 solubile potrebbero essere utilizzati per bloccare le interazioni tra virus e recettori.

Disponibili inoltre cDNA clone, Lentivirus, CRISPR, RNAi, Proteine.

Per saperne di più >

Il ruolo delle vitamine e degli oligoelementi

Studi recenti mettono in evidenza il significato delle vitamine e degli oligoelementi nella risposta immunitaria del Coronavirus.

COVID-19 Prevention Flyer >

COVID-19 Prevention Approfondimento >

Vedi i nostri prodotti per HPLC >

ViroAdembeads – per la cattura e coltura dei virus

Le Adembeads si basano sull’uso della tecnologia di separazione biomagnetica. Il metodo di separazione è delicato e non richiede l’uso di colonne o fasi di centrifugazione.

I pricipali vantaggi della manipolazione magnetica sono:

  • facile lavaggio
  • separazione e concentrazione del virus senza centrifugazione o colonne
  • rapidità di esecuzione
  • applicazione diretta

Vedi il protocollo >

Kit di estrazione RNA/DNA

I nostri kit di estrazione DNA / RNA possono estrarre il DNA / RNA totale da plasma, siero e fluidi corporei privi di cellule, nonché da vari campioni di agenti patogeni come batteri e virus.

Principali vantaggi:

  • Alte prestazioni con l’aggiunta di proteinasi K e RNA carrier
  • Non è necessaria l’estrazione con fenoli / precipitazione di alcol
  • Estrazione rapida ed efficiente di DNA / RNA utilizzando la tecnologia delle colonne di silice
  • Estrazione stabile di RNA e DNA da una varietà di campioni patogeni
  • Adatto per l’estrazione del campione per medicina legale, diagnosi, ecc.

Per visualizzare i prodotti >

Kit PCR per diagnostica microbiologica animale

Kit PCR per diagnosticare la presenza dei patogeni compreso il Coronavirus nel cane, nel gatto, nel maiale e in altre specie.

Disponibili anche test ELISA e anticorpi specifici.

Per visualizzare i prodotti >

Kit ELISA e rapid test per infezioni veterinarie

rainbow

Strips da eseguire direttamente su campo per la detection su feci di vitello, agnello, capretto o maialini di:

  • ROTAVIRUS
  • CORONAVIRUS
  • E. coli attachment factor F5 (K99)
  • E. coli CS31A
  • E. coli F4, F5, F18, F41
  • CRYPTOSPORIDIUM
  • CLOSTRIDIUM PERFRINGENS (con quantificazione)
  • C. difficile

Per visualizzare i prodotti >

BIOCIDAL disinfettante per superfici

Disinfettante Spray per incubatori e cabine sterili nelle aree di cell culture.

Protegge le colture da batteri, funghi e virus a capside.

  • Alta protezione
  • Non volatile
  • Adatto per banconi da lavoro
  • Ideale per gli incubatori

Per saperne di più >

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Test CE/IVD per marker di patologie intestinali di difficile interpretazione

Calprotectina e anti-TNF alpha

Acidi Biliari

sIgA e ß-defensina

Zonulina e Fecal NGAL

Emoglobina/aptoglobina

EDN, DAO, Pannello per transglutaminasi

Calprotectina  e TNFa Blocker:

Monitoraggio diagnostico personalizzato e controllo della terapia delle malattie infiammatorie intestinali.

La determinazione della calprotectina nelle feci correla molto bene con i parametri istologici ed endoscopici di attività della malattia nel morbo di Crohn e la colite ulcerosa. A differenza di precedenti marcatori standard di infiammazione (per esempio PCR, VES, MP), un livello elevato di Calprotectina è un indicatore superiore per la ricaduta.

Il parametro presenta un elevato valore predittivo negativo: se il livello di calprotectina nelle feci è basso, c’è un’alta probabilità che non ci sia alcuna malattia organica infiammatoria nel tratto intestinale.

La Calprotectina è una proteina di legame del calcio, espressa in neutrofili e monociti. La calprotectina fecale è un marker per le malattie gastrointestinali infiammatorie e neoplastiche e un marcatore ideale per la differenziazione tra i pazienti con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) che è spesso difficile da diagnosticare e porta a colonscopie inutili.

Come riportato su “European Gastroenterology Review 2015” nel lavoro intitolato “Laboratory Diagnostics in IBD – what the Gastroenterologist Should Know” viene descritto l’utilizzo della Calprotectin per monitorare l’attività patologica e la ricorrenza clinica nei pazienti con IBD e vengono riassunte le ultime scoperte sull’importanza del monitoraggio della terapia con anti-TNF.

 

Prodotti:

Calprotectin ELISA EPI-KT849

Kit CE/IVD per la determinazione quantitativa dei livelli fecali di Calprotectina, utilizzando la tecnica “sandwich” con due anticorpi (cattura e rivelazione) che determinano specificamente i livelli della proteina nei campioni di feci.

Vantaggi:

  • Sensibilità
  • Qualità: elevata correlazione con il Buhlman
  • Kit economico
   Calprotectin Rapid Test    VID-ODZ-248

Rapid test immunologico CE/IVD per la determinazione qualitativa di Calprotectina nelle feci (per uso di laboratorio)

  • Semplice all’uso
  • Sensibilità: >94%
  • Specificità: >93%
  • Cut off: 50 μg/g

Zonulina:

Elevati livelli di zonulina contribuiscono allo sviluppo della malattia celiaca e di altri disturbi autoimmuni. Inoltre la zonulina rivela l’influenza dei Probiotici sulla barriera intestinale.

La Zonulina si lega ad un recettore specifico sulla superficie dell’ epitelio intestinale ed innesca una cascata di eventi biochimici  che induce il disassemblamento delle tight  junction ed un conseguente aumento della permeabilità intestinale dell’epitelio, permettendo ad alcune sostanze di attivare reazioni immunitarie.

Nei pazienti affetti da celiachia, il ruolo della Zonulina  è fondamentale. Il nuovo approccio alla malattia, alternativo alla dieta, consiste nel bloccare l’effetto della zonulina, ripristinando la funzione di barriera delle cellule della mucosa intestinale.

I ricercatori hanno scoperto che la zonulina è più attiva nei pazienti celiaci e diabetici di tipo 1 mellitus.

I pazienti con malattia celiaca attiva hanno mostrato livelli più elevati di zonulina e anticorpi anti-zonulina rispetto ai pazienti non celiaci e pazienti in remissione che stavano seguendo una dieta priva di glutine.

Per quanto riguarda il diabete autoimmune di tipo 1, studi effettuati su topi dimostrano che elevati livelli di zonulina così come l’aumento della permeabilità intestinale precedono il diabete di tipo 1.

Inoltre, molte persone che soffrono di celiachia soffrono anche di altre malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, l’artrite reumatoide, l’asma.

Comprensione dell’interazione dinamica tra zonulina e diabete mellito di tipo 1 >>>

Il ruolo dell’aptoglobina e della sua proteina correlata, la zonulina, nella malattia infiammatoria intestinale >>>

Prodotti:

Zonulin ELISA (determination in stool) (IMM-K5600 )

Zonulin ELISA (determination in serum) (IMM-K5601 )

Fecal NGAL

Kit ELISA  per la determinazione quantitativa di lipocalina associata alla gelatinasi neutrofila (lipocalin-2, NGAL nelle feci).

Livelli abnormalmente elevati di NGAL, si trovano nelle feci dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), come il morbo di Crohn, colite ulcerosa, etc.

Prodotti:

EPI-KT853  Fecal Human NGAL Quantitative ELISA Kit, CE IVD

EPI-KT883  Human Plasma NGAL ELISA Kit, CE IVD

Acidi biliari nelle feci

UNICO KIT sul mercato per la determinazione degli Acidi Biliari totali in campioni fecali.

La maggior parte degli acidi biliari secreti viene riassorbita nell’ileoterminale e restituita al fegato attraverso il sistema venoso portale per l’eventuale ricircolo, in un processo noto come circolazione enteroepatica; solo una piccola percentuale (3-5%) viene escreta nellefeci.

Se il ricircolo enteroepatico degli acidi biliari fallisce, quantità in eccesso di acidi biliari entrano nel colon e vengono persi con le feci; questa condizione si chiama malassorbimento degli acidi biliari.

Indicazioni:

  • sospetti di malassorbimento degli acidi biliari dopo la resezione dell’ileo terminale
  • malattia di Crohn che colpisce l’ileo terminale
  • enterite da radiazioni
  • post-colecistectomia
  • post-vagotomia
  • malattia celiaca
  • pancreatite cronica
  • malassorbimento  idiopatico degli acidi biliari

Prodotti:

IMM-K7877CV Bile Acids (IDK® Bile Acids) (Cuvettes) (Serum), photometric

IMM-K7877W Bile Acids (IDK® Bile Acids) (Microtiter Plate) (Serum), photometric

IMM-K7878CV Bile Acids (IDK® Bile Acids) (Cuvettes) (Stool), photometric

IMM-K7878W Bile Acids (IDK® Bile Acids) (Microtiter Plate) (Stool), photometric

Hemoglobin-/Haptoglobin

Cancro al colon – Prevenzione e diagnosi precoce

A differenza di altri test disponibili, Hemoglobin-/Haptoglobin-ComplexELISA non richiede l’adesione ad una dieta precedente l’esame (senza carne cruda ecc) e riconosce emoglobina umana in concentrazioni 100 volte più basse. Questo consente di evitare falsi negativi.
Per l’elevata sensibilità e specificità dell’ anticorpo, i risultati falsi positivi sono praticamente esclusi.

Dati recenti mostrano che la determinazione Hemoglobin-/Haptoglobin-Complex aumenta la specificità e la sensibilità clinica.

 

Prodotti:

IMM-K7816D Hemoglobin, human [Hb] (IDK® Hemoglobin)

IMM-K7836D Hemoglobin [Hb] (IDK® Hemoglobin) (1-point-calibration)

IMM-K7817D Hemoglobin-Haptoglobin Complex [Hb/Hp] (IDK® Hemoglobin-Haptoglobin Complex)

IMM-K7837D Hemoglobin-Haptoglobin Complex [Hb/Hp] (IDK® Hemogl./Haptogl.-Comp.) (1-point-calibration)

IgA1 e IgA2

Stato immunitario associato al sistema intestinale:

Le IgA umane esistono in due forme: gli isotipi IgA1 e IgA2, che differiscono sia nelle loro  sequenze primarie  di amminoacidi che nellestrutture dei carboidrati.
La distribuzione delle due sottoclassi di IgA nelle secrezioni dipende dalla posizione delle mucose:

IgA1: le cellule secernenti predominano nelle vie respiratorie, nel tratto gastrointestinale superiore e nella ghiandola mammaria (60-93%).

IgA2: le cellule secernenti predominano nel tratto gastrointestinale inferiore e nel tratto riproduttivo femminile.

Prodotti:

IMM-K 8870 sIgA ELISA

IMM-K 8880 sIgA (1-point calibration) ELISA

IMM-K 6500 ß-Defensin2 ELISA

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Kit ELISA per Human, Mouse, Rat, Rabbit, Canine, Simian e Chicken

Ampio pannello di kit ELISA per le più diverse determinazioni, per studi pre clinici e per farmacologia.

Ora disponibili oltre 13.500 ELISA per la determinazione di numerosi antigeni in Human e altre diverse specie: Avian, Bovine, Dog, Feline, Fish, Frog, Goat, Horse, Monkey, Mouse, Ovine, Pig, Rabbit, Rat,Reptiles.

Prodotti garantiti di ottimo livello a costi contenuti.

 

Possibilità di “customizzare” il kit secondo la sensibilità desiderata!

 

Visualizza la BROCHURE>>>

ELENCO COMPLETO QUI>>>

(Utilizza i filtri sulla sinistra per ridurre i risultati)

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Nuovi marcatori tumorali CE/IVD

GC-REAAD™ ITIH3 CE/IVD

Carcinoma gastrico

ELISA kit

GC-REAAD™ ITIH3 è un kit ELISA per la rilevazione qualitativa e semiquantitativa della proteina H3 (ITIH3) della catena pesante dell’inibitore della trans-alfa-tripsina nel plasma umano. Test utile per la diagnosi precoce del carcinoma gastrico.

La proteina ITIH3 (tecnologia brevettata) è risultata essere espressa ad alti livelli nel plasma dei pazienti con carcinoma gastrico, non è influenzata dallo stato di gastrite o infezione da H.pylori.

In letteratura i marker convenzionali CEA, CA19-9 e CA72-4 sono considerati poco efficaci per la detection del carcinoma gastrico, poichè hanno un range di sensibilità di 16-63% (Ebert & Rocken, 2006).

Protocollo d’uso del kit>>>

Attualmente il metodo principale per la diagnosi di questo carcinoma è l’endoscopia che è invasiva e ha diversi effetti collaterali.

GC-REAAD™ può essere utilizzato in combinazione con i metodi esistenti in quanto fornisce ulteriori informazioni per aiutare la diagnosi del carcinoma gastrico.

GC-REAAD™ è stato validato usando 998 campioni clinici che comprendevano 144 campioni positivi al carcinoma gastrico e 854 campioni di pazienti negativi. Come mostrano i risultati, GC-REAAD™ ha raggiunto un livello ROC corrispondente a una sensibilità e specificità rispettivamente di 91.0% e 93.6% con un AUC di 0.970.

Inoltre GC-REAAD™ è in grado di distinguere tra soggetti con carcinoma gastrico e soggetti senza carcinoma gastrico. I nostri dati interni per gli studi di validazione sono stati sottoposti alle autorità competenti per  ottenere l’approvazione di questo test.

HCC-REAAD™ ERBB3 CE/IVD

Carcinoma epatocellulare

ELISA kit

Algoritmo che incorpora ERBB3 e AFP

HCC-REAAD ™ ERBB3 è un sistema diagnostico in-vitro destinato alla rilevazione qualitativa e semiquantitativa del recettore tirosin-chinasi erbB-3 (noto anche come HER-3) nel siero/plasma umano per la diagnosi precoce del carcinoma epatocellulare.

E’ stato scoperto che la proteina ERBB3 (tecnologia brevettata) ha elevati livelli di concentrazione nel siero/plasma dei pazienti con carcinoma epatocellulare.

Un nuovo algoritmo (regressione logistica binaria) che incorpora l’uso di ERBB3 al marcatore AFP, migliora l’efficacia della diagnosi nello screening di routine convenzionale con il solo AFP.

L’incidenza mondiale del carcinoma epatocellulare è in crescita. A causa della sua prognosi sfavorevole, una detection precoce di questo carcinoma è necessaria per migliorare il tasso di sopravvivenza globale.

Attualmente AFP è il più comune biomarker sierologico usato per la detection dell’HCC. Purtroppo però elevati livelli di AFP non sono stati solo osservati in casi di HCC ma anche in malattia croniche del fegato mentre una parte di pazienti affetti da HCC non ha mostrato elevati livelli di AFP (Gomma, et al.,2009).

Questo ha controbuito alla bassa sensibilità (39-65%) e specificità (76-94%) del metodo AFP nella diagnosi del carcinoma epatocellulare.

Hsieh, et al.,2011, ha scoperto che ERBB3 se usato indipendentemente o in combinazione con AFP, è in grado di aumentare notevolmente la precoce detection del HCC. I nostri studi hanno valutato nuovi algoritmi e confermato quanto scoperto da Hsiesh mostrando che la combinazione di entrambi i biomarkers (AFP e ERBB3) aumenta la sensibilità e specificità facilitando la distinzione tra carcinoma epatocellulare e non.

NPC-REAAD™ CE/IVD

Carcinoma rinofaringeo

ELISA kit

NPC-REAAD ™ è un kit ELISA in-vitro destinato alla rilevazione qualitativa e semiquantitativa degli anticorpi IgA nel siero/plasma umano. Il test utilizza proteine specifiche del virus di Epstein-Barr (EBV) per aiutare la diagnosi del carcinoma rinofaringeo (NPC) rilevando la risposta anticorpale IgA (Early Antigen) del paziente nel siero/plasma.

Queste proteine EBV altamente specifiche, generate utilizzando la tecnologia del DNA ricombinante, sono note per essere associate al carcinoma nasofaringeo.

NPC-REAAD ™ determina il livello di rischio del carcinoma rinofaringeo, sia positivo che negativo, utilizzando un’unità di misura arbitraria denominata REAAD™ -units (RU).

Protocollo d’uso del kit>>>

I dati sopra dimostrano l’alta efficienza del NPC-REAAD™. La sensibilità e la specificità superano entrambe il 90% al punto di cut-off stabilito dal test dimostrando eccellenti permormances del saggio.

In conclusione, un ELISA con una combinazione di 4 antigeni ricombinanti che detectano in particolare gli anticorpi Iga contro gli antigeni precoci di EBV e la ribonucleotide riduttasi, può essere utile per la detection sierologica del carcinoma rinofaringeo nel tentativo di raggiungere l’obiettivo ultimo della diagnosi precoce, del trattamento e del controllo dell’NPC.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Metabolismo osseo: kits per ricerca e routine

L’osso ha funzioni meccaniche ben note: fornisce rigidità e forma, protezione e supporto per le strutture del corpo e aiuta la locomozione. Contrariamente alla credenza popolare, l’osso è in realtà una struttura altamente dinamica in costante rimodellamento. È continuamente caratterizzato da riassorbimento e adsorbimento come parte del metabolismo osseo. Con metabolismo osseo si intende l’insieme dei processi biochimici responsabili della continua demolizione e rigenerazione ossea e comprende l’attività di diversi ormoni/fattori, ad es. Osteocalcina, Ormone Paratiroideo (PTH), Vitamina D, Osteoprotegerina, Total sRANKL, Alpha Klotho, etc.

Pertanto, la determinazione di questi analiti è utile per monitorare il metabolismo osseo in modo accurato.

Vitamin D 25-OH  – Nuova versione kit ELISA

La vitamina D è un ormone steroideo coinvolto nell’assorbimento intestinale del calcio e nella regolazione dell’omeostasi del calcio.

Le concentrazioni della Vitamina D 1,25-(OH) sono circa 1000 volte inferiori rispetto a quelle di 25-OH. Sebbene la 1,25-(OH) rappresenti la forma biologica attiva  della vitamina D, è ampiamente accertato che la misurazione della 25-OH circolante fornisce informazioni migliori sullo stato di vitamina D dei pazienti e ne consente l’uso nella diagnosi di ipovitaminosi.

VITAMINA D 25-OH ELISA CE/IVD – Nuova versione

  • Eccellente correlazione con i leader del mercato (ad es. Diasorin)
  • Procedura di analisi semplice e diretta senza pretrattamento del campione
  • Non è necessario alcun agitatore (sebbene sia necessaria l’incubazione a 37°C)
  • Tutti i reagenti sono pronti per l’uso
  • Alta specificità

Cat. No. LDN-MSE-5800

Standardizzazione: Standard calibrati rispetto al DEQAS n. 548

Sensibilità analitica: 1.91 ng/mL

Valori di riferimento (range normale): 22.1 ng/mL, 4.79 – 54.0 ng/mL, (2.5-97.5% percentile)

Range dinamico: 3.22 – 120 ng/mL

Volume del campione/ matrice: 50 µL serum, plasma

Tempi di incubazione: 60/30 (37 °C)  +  15 min

.

Nell’immagine a sinistra un confronto tra la nostra Vitamina D 25-OH (totale) (y) e il metodo di riferimento LIAISON® Vitamina D 25-OH (totale) (x), utilizzando campioni clinici, ha fornito la seguente correlazione:

n = 40

r = 0.969

y = 0.959x – 4.246

.

.

Vedi altri kit per le vitamine in HPLC e LC-MS/MS>>>

Osteoprotegerin

L’osteoprotegerina (OPG) o fattore inibitorio degli osteoclasti (OCIF) è una glicoproteina della superfamiglia 11b del recettore del TNF (nome del gene TNFRSF11B).

OPG è un regolatore negativo del riassorbimento osseo agendo come recettore esca per RANKL neutralizzando così la sua funzione nell’osteoclastogenesi. Questa glicoproteina è anche coinvolta nella regolazione della calcificazione vascolare.

Può essere utile la sua determinazione nelle seguenti situazioni:

  • Osteoporosi
  • Malattie con aumento locale dell’attività di riassorbimento
  • Artrite
  • Monitoraggio della terapia
  • Malattia cardiovascolare

OPG ELISA CE/IVD

Matrice: Serum, EDTA Plasma, Heparin, Plasma, Citrate Plasma

Volume campione: 20 μl

Cat. N. IMM-K1011

OPG ELISA (Mouse/Rat) *For research use only

Matrice: Plasma, Serum, Urine, Cell Culture Supernatant

Volume campione: 10 μl

Cat. N. IMM-K1020

sRANKL

RANKL (receptor activator of nuclear factor (NF)-kB ligand) insieme all’OPG sono stati identificati come il sistema chiave di regolazione molecolare per il rimodellamento osseo.

RANKL è il principale fattore stimolante per la formazione di osteoclasti maturi ed è essenziale per la loro sopravvivenza. Pertanto, un aumento dell’espressione di RANKL porta al riassorbimento e alla perdita ossea.

Gli squilibri del sistema RANKL/OPG sono stati correlati alla patogenesi della malattia di Paget, tumori ossei benigni e maligni, osteoporosi postmenopausale, artrite reumatoide, metastasi ossee e ipercalcemia.

Indicazioni:

  • Post-menopausa e osteoporosi senile
  • Malattie con attività di riassorbimento osseo localmente aumentata
  • Malattia di Paget
  • Malattia parodontale
  • Malattie infiammatorie
  • Disturbi immunologici
  • Artrite
  • Oncologia

total sRANKL ELISA CE/IVD

Matrice: Serum, plasma

Volume del campione: 50 µl

Cat. N. IMM-K1016

total sRANKL ELISA (Mouse/Rat) *For research use only

Matrice: Serum, Cell culture supernatants

Volume del campione: 100 µl

Cat. N. IMM-K1019

total α-Klotho

La proteina anti-invecchiamento α-Klotho (KL) regola l’omeostasi del calcio, l’omeostasi del fosfato ed è associata a varie forme di cancro.

Abbiamo test che rilevano l’α-klotho solubile e l’α-klotho totale:

IDK total a-Klotho ELISA  *For research use only

Matrice: Serum

Volume campione: 60 μl

Cat. N. IMM-K1700

Soluble alpha-Klotho ELISA  *For research use only

Matrice: Serum, plasma, cell culture supernates, cell lysates, tissue homogenates

Sensibilità: 0.021ng/ml

Cat. N. BTB-E4142HU

PTH (Parathyroid Hormone)

Il PTH (ormone paratiroideo, paratormone, paratirina) è sintetizzato nella ghiandola paratiroide.

Negli individui sani, la regolazione della secrezione dell’ormone paratiroideo avviene normalmente mediante un’azione a feedback negativo del calcio sierico nelle ghiandole paratiroidi. Il PTH intatto è biologicamente attivo e viene rapidamente rimosso dalla circolazione.

I test PTH intatto sono importanti per differenziare l’iperparatiroidismo primario da altre forme di ipercalcemia.

PTH intact ELISA CE/IVD

Matrice: Serum

Volume campione: 25 µl

Cat. N. DEM-DE3645

C-reactive Protein (CRP)

La proteina C-reattiva (CRP) si forma principalmente negli epatociti. La velocità della sua sintesi è determinata dall’influenza delle citochine coinvolte nei processi infiammatori. L’emivita biologica è stimata in 13-16 ore.

Nel campo dell’artrite reumatoide, la CRP funge spesso da criterio per l’efficacia degli agenti terapeutici.

CRP ELISA CE/IVD

Matrice: Serum, Plasma, Urine, Stool; dried blood

Volume campione: 10 μl (Ser., Pl.), 50 μl (Urine), 15 mg (Stool), 50 μl (dried blood)

Cat. N. IMM-K9710s

Baseline Values CRP:

Serum / Plasma: < 0.068–8.2 mg/l

Stool: < 56 ng/ml

Umbilical cord blood: < 0.6 mg/l

Urine: < 6 ng/l

Bone Sialoprotein (BSP)

Sialoprotein Bone (BSP) è una glicoproteina che rappresenta circa il 10% della proteina della matrice non collagena delle ossa. BSP (così come altre glicoproteine come l’osteonectina e l’osteopontin) svolgono un ruolo regolatorio nel metabolismo osseo, ad es. il controllo della mineralizzazione nella formazione di nuove ossa e riassorbimento osseo.

I risultati attuali mostrano che la sialoproteina ossea (BSP) non è solo un marker utile per i cambiamenti del tessuto osseo nella diagnosi di disturbi metabolici ossei, ma è anche un marcatore tumorale potente e affidabile che consente il rilevamento di metastasi ossee stabilite o in via di sviluppo a seguito di occorrenze tumorali primarie.

BSP ELISA  *For research use only

Matrice: Serum, EDTA Plasma

Volume del campione: 50 μl

Cat. N. IMM-K4222

Baseline Values BSP:

Serum 5–21.6 mg/ll

ALTRI KIT PER IL METABOLISMO OSSEO

Kit HPLC – LC- MS/MS

Descrizione

Codice

Matrice

Marchio CE

IMM-KC3000

Siero, Plasma

CE/IVD

IMM-KM5000

Siero, Plasma

CE/IVD

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Stress ossidativo: kits per ricerca e routine

Lo stress ossidativo rappresenta uno squilibrio tra la manifestazione sistemica delle specie reattive dell’ossigeno (ROS) e la capacità del sistema biologico di disintossicare prontamente gli intermedi reattivi o di riparare il danno risultante. Uno squilibrio nel normale stato redox delle cellule può causare effetti tossici attraverso la produzione di perossidi e radicali liberi che portano al danno cellulare. Il danno include l’ossidazione di proteine, lipidi e DNA, alterando così, spesso in modo irreversibile, le strutture chiave delle cellule.

Molti fattori come l’infiammazione, la malnutrizione, gli sport eccessivi, lo stress, i farmaci o le tossine ambientali possono spostare il bilancio ossidativo in modo sfavorevole con effetti molto gravi: lo stress ossidativo è considerato un fattore significativo per lo sviluppo e la manifestazione di molte malattie.

Le principali:

  • Cancro
  • Malattie neurologiche e psichiatriche come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer, la schizofrenia, il disturbo bipolare, la sindrome X fragile, l’autismo e la sindrome da stanchezza cronica;
  • Sintomi e malattie cardiovascolari come disfunzione endoteliale, aterosclerosi, ipertensione, insufficienza cardiaca, infarto miocardico;
  • Diabete;
  • Insufficienza renale cronica;
  • Malattie autoimmuni;
  • Invecchiamento precoce;
  • Malattie della pelle: lichen planus, vitiligine.

Tuttavia, le specie reattive dell’ossigeno sono anche necessarie in una certa quantità per rimanere in salute. Appartengono al sistema di difesa non specifico del nostro sistema immunitario e sono usati per attaccare e uccidere gli agenti patogeni. Gli antiossidanti come le vitamine ci proteggono dall’impatto negativo dei ROS funzionando come spazzini dei radicali, stabilendo e mantenendo un bilancio ossidativo.

Il giusto equilibrio tra le specie reattive dell’ossigeno e gli antiossidanti è fondamentale per una vita sana.

I nostri test consentono di monitorare l’esposizione allo stress ossidativo a vari livelli con parametri diversi:

1. Stato ossidativo e antiossidativo

2. Enzimi  generatori e degradanti dei radicali liberi

3. Antiossidanti

4. Molecole modificate (lipidi, proteine, frazione di zucchero, DNA)

5. Predisposizioni genetiche

6. Biomarker aggiuntivi per lo stress ossidativo

1. Stato ossidativo e antiossidativo

PerOx (TOS / TOC)

Il nostro dosaggio PerOx (TOS, “stato ossidativo totale”) ha brevi tempi di incubazione ed è facile da usare e potrebbe essere utilizzato per misurare i lipidoperossidi totali. Prevede una semplice preparazione del campione in piccole quantità. Determina la capacità ossidante completa.

EDTA plasma / serum:

  • good < 200 μmol/l
  • low oxidative stress 200 – 350 μmol/l
  • high oxidative stress > 350 μmpl/l

Sample volume: 20 μl

Matrix: Serum, EDTA plasma

Test principle: colorimetric

Cat. No. IMM-KC5100

ImAnOx® (TAS/TAC)

Il dosaggio della capacità antiossidante ImAnOx® (TAS, “stato antiossidativo totale”) è veloce e facile da usare. E’ stato progettato per essere utilizzato con piccole quantità di campione. Determina la capacità antiossidante completa.

EDTA-Plasma / Serum:

  • low < 280 μmol/l
  • acceptable 280 – 320 μmol/l
  • good > 320 μmpl/l

Sample volume: 40 μl

Matrix: Serum, EDTA plasma

Test principle: colorimetric

Cat. No. IMM-KC5200

2. Enzimi  generatori e degradanti dei radicali liberi

IDK® MPO (Myeloperoxidase)

• Marcatore per attività infiammatorie nel tratto gastrointestinale

• Stress ossidativo (siero)

• Rigetto del trapianto di rene (urina)

• Distinzione tra asma allergica e infezioni causate dall’asma (lavaggio bronchiale, condensato respiratorio, espettorato)

Reference Values MPO:

  • Stool < 2000 ng/ml
  • Serum mean value 340 ng/ml (SD 176.7)
  • EDTA-Plasma mean value 98.31 ng/ml (SD 62.9)

Matrix: Plasma, Serum

Sample volume: 100 μl (Pl.); 25 μl (Ser.)

Test principle: ELISA

Cat. No. IMM-K6631B

3. Antiossidanti

Haptoglobin

L’aptoglobina è una proteina abbondante in fase acuta. La sua funzione principale, la neutralizzazione dell’emoglobina libera, è essenziale per la prevenzione del danno del tessuto ossidativo.

Il nostro kit è il primo ELISA adatto per la determinazione nella routine del fenotipo Hp.

Haptoglobin Typing

Sample volume: 15 μl

Matrix: Serum, Plasma

Test principle: ELISA

Cat. No. IMM-KSA71001

Vitamin C (Ascorbic acid)

La vitamina C sierica e plasmatica si trova sia come acido ascorbico che nella forma ossidata: deidrato-ascorbato. Entrambe le forme sono biologicamente attive. Nel nostro test della vitamina C viene indotta un’ossidazione prima della determinazione dell’analita, in modo che entrambe le forme siano misurate.

Disponibile come colorimetric MTP-Assay o HPLC-Kit.

Vitamin C con Colorimetric MTP-assay

  • Sample volume: 200 μl
  • Matrix: Li-Heparinate plasma, Serum, Urine
  • Cat. No. IMM-K4000
  • Reference value Vitamin C: Li-Heparinate plasma 4 – 15 mg/l

Vitamin C (HPLC)

  • Flow rate: 0.75 ml/min
  • UV-Detector: 254 nm
  • Sample volume: 200 μl
  • Elution: isocratic
  • Matrix: Li-Heparinate plasma
  • Tests: 100
  • Cat. No. IMM-KC2900

Vitamin A/E (Retinol/Tocopherol) – HPLC

Semplice preparazione del campione (solo una fase di precipitazione)

Standard interno

Tempo di esecuzione totale <15 min

Controllo di qualità esterno continuo mediante test interlaboratorio

Reference Values Vitamins A / E

Vitamin A (Serum) 200 – 800 μg/l

Vitamin E (Serum) 3 – 14 mg/l

Flow rate: 0.8 ml/minl

UV-Detection

Vitamin A: 325 nm;

Vitamin E: 300 nm

Sample volume: 250 μl

Matrix: Serum, Plasma

Elution: isocratic

Tests: 100

Cat. No. IMM-KC1600

Ubiquinone / Coenzyme Q10 – HPLC

Primo kit reperibile in commercio per la determinazione di Ubichinone.

Lo standard interno viene eseguito nel cromatogramma dopo il Q10; quindi nessun risultato falso-negativo.

Reference Values Ubiquinone / Coenzyme Q10:

EDTA blood / EDTA plasma 0.67 – 0.99 mg/ml

Flow rate: 0.8 – 1.2 ml/min

Detection UV: 275 nm

Sample volume: 100 ml

Elution: isocratic

Matrix: EDTA-blood; EDTA-plasma, Serum

Tests: 100

Cat. No. IMM-KC1700

Glutathione (GSH/GSSG) – HPLC

Determinazione della forma ossidata (GSSG) e ridotta (GSH) del glutatione

Standard interno

La fase mobile può essere ricircolata

Reference Values Glutathione:

EDTA-whole blood

total: 763 – 1191 mmol/l

reduced: 620 – 970 mmol/l

Flow rate 0.75 – 1.0 ml/min

Detection Fluorescence:

Ex.: 385 nm; Em.: 515 nm

Sample volume: 100 μl

Elution: isocratic

Matrix: EDTA whole blood

Tests: 100

Cat. No. IMM-KC1800

4. Molecole modificate (lipidi, proteine, frazione di zucchero, DNA)

Oxidized LDL (ox-LDL) / MDA Adduct

Misurazione dell’LDL ossidato come marker per la perossidazione lipidica.

Il nostro kit ELISA ox-LDL / MDA Adduct riconosce l’apolipoproteina B 100 modificata MDA, contenente meno di 60 unità MDA per molecola.

Autoantibodies against oxidized LDL (anti ox-LDL)

Rilevazione di autoanticorpi contro LDL ossidato

Uso di LDL ossidate Cu2+

Tempi di incubazione brevi (<3 h)

Malondialdehyde (MDA)

Marker per danno ossidativo

5 minutes run time

Reference Values MDA:

EDTA-plasma: < 1 μmol/l

ox-LDL/MDA Adduct

Matrix: Serum, EDTA Plasma, dried blood

Sample volume: 10 μl (Ser., EDTA pl.) 50 μl (dried blood)

Test principle: ELISA

Cat. No. IMM-K7810

anti-ox-LDL

Sample volume: 50 μl

Matrix: EDTA-Plasma, Serum

Test principle: ELISA

Cat. No. IMM-K7809

MDA (HPLC)

Flow rate 0.8 – 1.0 ml/min

Detecion Fluorescence:

Ex: 532 nm, Em. 550 nm

Sample volume: 20 μl

Elution: isocratic

Matrix: Plasma, Serum, Urine

Tests: 100

Cat. No. IMM-KC1900

Carbonyl Protein

Test ultra sensibile per la determinazione delle proteine carbonilate

Adatto anche per campioni poveri in proteine!

Solo 10 μl di campione

Risultati in sole 6 ore

AOPP

Determina solo le proteine ossidate

Buffer pronto all’uso per diluire campioni e standard

Standard termostabile liofilizzato

Test di piccole quantità di campione

Produce risultati rapidi

8-OHdG

Maneggevolezza

Determinazione nelle urine

Versione ad alta sensibilità per la determinazione nel siero e plasma

Carbonyl Protein

Sample volume: 10 μl

Matrix: Serum, Plasma

Test principle: ELISA

Cat. No. IMM-K7870

AOPP (MTP assay)

Sample volume: 125 μl

Matrix: EDTA-Plasma

Test principle: photometric

Cat. No. IMM-K7811w

8-OHDG

Sample volume: 100 μl

Test principle: ELISA

Matrix: Urine Cat. No. IMM-KA4000

Matrix: Serum, tissue Cat. No. JAI-KOGHS10E

5. Predisposizioni genetiche

MutaGEL® OxStress I

(Endothelial NO-Synthase (eNOS) + NAD(P)H Oxidase)

Sample volume: 200 μl

Matrix: DNA (e.g. whole blood, cheek swab)

Test principle: PCR (RFLP)

Cat. No. IMM-KE09008

MutaGEL® OxStress II

(Superoxid Dismutase [SOD2] + Catalase)

Sample volume: 200 μl

Matrix: DNA (e.g. whole blood, cheek swab)

Test principle: PCR (RFLP)

Cat. No. IMM-KE09011

MutaCHIP® TOXO

(Determination of detoxification risk factors)

Sample volume: 200 μl

Matrix: DNA (e.g. whole blood, cheek swab)

Test principle: Gene Chip with MAAT-reader system

Cat. No. IMM-KF390011

MutaPLATE® GST-M1/T1  MutaPLATE® GST-P1

Matrix: DNA e.g. whole blood, cheek swab)

Sample volume: 200 μl

Test principle: real time PCR (open systems)

Cat. No. IMM-KF1902196 MutaPLATE® GST-M1/T1 (TM)

Cat. No. IMM-KF1903196 MutaPLATE® GST-P1 (TM)

6. Biomarker aggiuntivi per lo stress ossidativo

ADMA / ADMA Xpress

SDMA

L-Citrulline

C-reactive Protein (CRP)

IDK® PMN Elastase

Relaxin

Thiol-Status (Sulfhydryl status test)

Nitrotyrosine

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Kit ELISA, PCR e Rapid Test per analisi Alimentari

Ampio pannello per le intolleranze/contaminazioni alimentari.

I kit per l’analisi alimentare forniscono una detection ad alta sensibilità di residui, costituenti e contaminanti microbiologici negli alimenti e nei mangimi.

I nostri kit consentono una rilevazione affidabile ed economica di numerosi analiti come:

  • Micotossine
  • Allergeni
  • Antibiotici
  • Vitamine
  • Istamina

Sono anche disponibili colonne di immunoaffinità (IAC) utilizzabili per la purificazione e la concentrazione dei campioni da sottoporre ad analisi (ad esempio HPLC, ELISA).

I nostri kit sono utilizzati con successo da molti anni da parte del controllo di qualità delle aziende alimentari e dai laboratori di sanità pubblica e privata.

Alcuni dei test ELISA disponibili:

DEM-DE40188  IgG4 Screen Nutritional 88 ELISA CE

DEM-DE40496  IgG4 Screen Nutritional 20 ELISA CE

DEM-DEAB1E03  Aflatoxin B1 ELISA

DEM-DEAFTE01  Aflatoxin total ELISA

DEM-DEALME01  Almond ELISA

DEM-DEAM1E01  Aflatoxin M1 ELISA

DEM-DEB12E01  Vitamin B12 ELISA

DEM-DEBIOE01  Vitamin H (Biotin) ELISA

DEM-DEBLGE01  betaLactoglobulin ELISA

DEM-DECAPE02  Chloramphenicol ELISA

DEM-DECASE01  Casein ELISA

DEM-DECAWE01  Cashew ELISA

DEM-DECONE01  Coconut ELISA

Visualizza la lista completa>>>

.

Food Safety kit PCR

HistaSure

Pannello per lo screening dell’Istamina su diversi campioni di alimenti (pesce crudo e lavorato, vino, salse, latte, formaggi).

Elisa quantitativo, ad alta sensibilità e indicato per diversi campioni di cibo.

VANTAGGI DEL TEST:

– Volume dei campioni: 1g pesce lavorato; 10g pesce fresco; salse; formaggio; 10 µl latte; 20 µl vino;
– Tempo totale: Acylation 15 min e ELISA 1 ora;
– Sensibilità: 0.15 µg/L;
– Tempi di esecuzione e risultati molto brevi;
– Utilizzo e preparazione molto semplice;
– Volumi occorenti minimi;
– Alta correlazione con HPLC.

Fast ELISA quantitativo o semi-quantitativo ELISA indicato per diversi campioni di pesce (AOAC Approved).

VANTAGGI DEL TEST:

– Risultati in meno di 30 minuti;
– Progettato per determinazioni quantitative (6 controlli) o determinazioni semi-quantitative (1 su 7 controlli cut-off);
– Valuta quantitativamente 42 campioni simultaneamente , o semi-quantitativamente 47 campioni simultaneamente;
– Determinazioni quantitative hanno un alto range dinamico compreso tra 0 e 300 ppm;
– Per la determinazione semi-quantitativa: scelta tra sette diversi punti di cut-off tra 3 e 300 ppm;
– Convalidato e certificato dall’Istituto di Ricerca AOAC per molte differenti specie di pesci e matrici;
– Nessuna costosa attrezzatura richiesta;
– Lunga scadenza, superiore a 12 mesi;
– Su base regolare il test viene utilizzato con successo nei programmi di valutazione esterna della qualità di FAPAS.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Biocidal ZF + AquaClean

Disinfettante per superfici + inibitore della crescita dei batteri ideali per cell culture.

Biocidal ZFTM

Disinfettante Spray per incubatori e cabine sterili nelle aree di cell culture. Protegge le colture da batteri, funghi e virus.

– Non volatile

– Adatto per banconi da lavoro

– Ideale per gli incubatori

WAK-ZF-1     1x1Lt

WAK-ZF-6     6x1Lt

WAK-ZF-12   12x1Lt

AquaClean

Additivo per bagnetti termostatati in acciaio o vetro che inibisce la crescita di batteri, alghe, funghi e limita la precipitazione di sali inorganici. Prodotto concentrato sufficiente per 50 Lt di acqua.

WAK-AQ-250

Acryl AquaClean

Additivo specifico per bagnetti termostatati in acrilico o alluminio che inibisce la crescita di batteri, alghe e funghi. Prodotto concentrato sufficiente per 50 Lt di acqua.

WAK-AQA-250

ANALYTICAL SYSTEMS:

  • SystemClean-alkaline forte

Agente di pulizia con applicazione settimanale per analizzatori e pipette.

Cat # WAK-SC-500   500 ml concentrato per 2,5L

  • SystemClean-acidic

Agente di pulizia con applicazione giornaliera per analizzatori e pipette.

Cat # WAK-ASC-500   500 ml concentrato per 5L

  • CarryOverStop

Additivo microbiologico per Inter-Assay Wash-Solution.

Cat # WAK-COS-250-5L   250 ml concentrato per 5L

  • Protolyse enzymatic

Agente di pulizia enzimatico con attività proteolitica.

Cat # WAK-PENZ-1   950 ml stock solution + 50 ml sospensione enzimatica

  • IronFree

Agente acidico De-Ironing per analizzatori e strumentazione utilizzata per la determinazione del ferro.

Cat # WAK-IF-1   950 ml stock solution

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Neuroscienze

1. Neuro-Balance Profile

Pannello diagnostico completo per l’analisi dei metaboliti psicoattivi, parametri che sono stati collegati a disturbi psicologici o comportamentali.

I nostri test rappresentano una nuova soluzione per la diagnosi e il controllo della terapia di una serie di malattie come:

  • Depressione, ansia
  • Stress, esaurimento, disagio
  • Sbalzi d’umore, nervosismo
  • Problemi comportamentali, disturbi dell’attenzione
  • Insonnia
  • Disturbi alimentari
  • Disturbi neurologici

La gamma:

BCAA (colorimetric assay) Cat. No. IMM-K7016

GABA (ELISA) Cat. No. IMM-KR7012

IDK® IDO activity (ELISA) Cat. No. IMM-K7726

IDK® Kynurenine (ELISA) Cat. No. IMM-K7728

IDK® Serotonin (ELISA) Cat. No. IMM-K6880

IDK® Tryptophan (ELISA) Cat. No. IMM-K7730

Tyrosine (ELISA) Cat. No. IMM-KR7015 (for research use only)

Ora disponibili kit ELISA per l’analisi di alcuni di questi analiti su campioni di feci:

2. Alzheimer

Anticorpi Agrisera Oligomer-specific amyloid-beta (mouse):
  • Anticorpo monoclonale sviluppato in mouse
  • Isotipo IgG
  • Si legano agli oligomeri beta-amiloide ma non afibrille (Fig. 1)

.

IAPP | Human IAPP (amylin) 1-37, specific to disulphide-bridge between Cys2-Cys7  AGR-AS08359
mAB-M | Mouse anti-human Abeta protein (3-10) region, oligomer-specific (clone 2D10.F6)  AGR-AS132716
mAB-O | Mouse anti-human Abeta protein (3-10) region, oligomer-specific (clone 3E5.F8)   AGR-AS132715

Brochure >

Anticorpi 4BioDx anti-phospho APP e anti-phospho Tau con caratteristiche uniche come biomarcatori nelle malattie neurodegenerative:

 

Anti-phospo TAU

L’anticorpo monoclonale 4BDX-1501  anti-Tau [pS422](clone 2H9) è un biomarker UNICO e specifico della degenerazione neurofibrillare per le seguenti caratteritiche:

  • prodotto in mouse
  • validato per western blot, immunoistochimica e immunofluorescenza
  • validato per gli studi di immunoterapia sui topi
  • funziona su tessuti umani, di topo e di ratto 

Le proteine Tau regolano la polimerizzazione e la stabilità dei microtubuli attraverso i domini di fosforilazione.

Nella malattia di Alzheimer e disturbi correlati, queste proteine tau si aggregano in filamenti. Le proteine Tau di questi filamenti sono fosforilate.

Molti siti di fosforilazione si trovano anche in condizioni fisiologiche. Tuttavia, il fosfo-Ser422 è considerato come un sito anormale di fosforilazione e si trova in diverse malattie con degenerazione neurofibrillare (Bussière et al., 1999). La fosfo-Ser422 è correlata con la gravità della patologia neuronale nella malattia di Alzheimer (Augustinack et al., 2002) ed è anche un epitopo riscontrato in numerosi modelli di topo transgenico Tau. Con tali caratteristiche, questo epitopo è stato anche considerato in molti approcci immunoterapici (Troquier et al., 2012, Collin et al., 2014).

L’anticorpo monoclonale clone 2H9 (Rif. 4BDX-1501) è diretto contro fosfo-Ser422 e non cross-reagisce con il peptide Ser422 non fosforilato (mediante ELISA). Questo anticorpo è utilizzato in immunoblotting per rilevare l’epitopo pS422 negli omogenati del cervello da pazienti che presentano una tauopatia. Con l’immunoistochimica, questo riferimento è stato indicato per rilevare i grovigli neurofibrillari (neurofibrillary tangles) nei pazienti con malattia di Alzheimer e sezioni di cervello transgenico Tau. L’anticorpo monoclonale è adatto anche per l’immunoterapia in modelli sperimentali di Tauopatie. Questo specifico biomarcatore (Rif. 4BDX-1501) di degenerazione neurofibrillare è in realtà l’unico anticorpo monoclonale murino commercialmente disponibile.

L’epitopo patologico della serina fosforilata 422 di Tau si trova nella malattia di Alzheimer, nella demenza da granuli argirofili (Tolnay et al., 2002) ma anche in molte altre tauopatie tra cui sindrome di Down, degenerazione corticobasale, paralisi sopranucleare progressiva, malattia di Pick e demenza frontotemporale alla mutazione del gene MAPT (Bussière et al., 1999; Sergeant et al., 1999).

L’epitopo fosfo-serina 422 è anche osservato negli aggregati tau nella miosite di corpi inclusi (Maurage et al., 2004). Recentemente è stato dimostrato che la fosforilazione di tau a serina 422 protegge tau dalla scissione della caspasi (Sandhu et al., 2017).

Nella malattia di Alzheimer, tau fosforilato a serina 422 si trova nei neuroni pre-tangle (Guillozet-Bongaarts et al., 2016), e la rilevazione di serina fosforilata 422 tau è correlata con la malattia neuropatologia e declino cognitivo (Vana et al., 2011).

In parallelo, l’anticorpo Anti-Tau [pS199] (Rif. 4BDX-1502) rileva in modo specifico iperfosforilazione di Tau alla serina 199 nei primi stadi della degenerazione neurofibrillare nel tessuto cerebrale umano o in modelli animali di tauopatie.

Chiaramente, la fosforilazione della proteina Tau alla serina 199 è un marker precoce della degenerazione neurofibrillare nei pazienti con malattia di Alzheimer (Maurage et al., 2003). L’epitopo fosforilato serina 199 si trova anche in altre tauopatie come la paralisi sopranucleare progressiva (Wray et al., 2008). È interessante notare che i neuroni dei giovani individui hanno mostrato di esprimere la serina tau-epitopo fosforilata 199 come pubblicato nell’articolo “A paradoxical expression of serine 199 phosphorylated tau-epitope is found in the hippocampus of young individual” (Maurage et al. 2001), utilizzando l’anticorpo 4BioDX (Rif. 4BDX-1502).

 

Anti-phospo APP

La proteina precursore beta-amiloide (APP) è una glicoproteina transmembrana 100-140 kDa ben conservata che esiste in diverse isoforme ed è fortemente implicata nella patogenesi della malattia di Alzheimer. Le forme APP, APP APLP1 e APLP2 rimangono ancora da approfondire, ma sono chiaramente implicate nello sviluppo neuronale, nel “signaling”, nel trasporto intracellulare, nell’omeostasi del ferro e in altri aspetti dell’omeostasi neuronale (Van der Kant e Goldstein, 2015).

Il metabolismo dell’APP porta alla produzione di peptidi beta-amiloidi che sono i componenti principali dei depositi di amiloide nella malattia di Alzheimer. I peptidi beta-amiloide (Ab) sono prodotti in seguito a scissioni sequenziali di APP da parte di proteasi (chiamate secretasi). L’elaborazione di APP da secretase produce i frammenti carbossi-terminali (CTF) tra cui i frammenti beta-carbossi-terminali substrati della gamma-secretasi per produrre peptidi beta-amiloide.

L’elaborazione dell’APP è regolata dalla fosforilazione citoplasmatica in diversi siti (Lee et al., 2003). La fosforilazione a Thr668 (una posizione corrispondente all’isoforma APP695) è uno dei principali siti di fosforilazione all’interno di APP.

APP-CTF fosforilati sono substrati della gamma-secretasi e un aumento della fosforilazione a Thr668 di APP-CTF facilita il loro trattamento con gamma-secretasi (Vingtdeux et al., 2005). La fosforilazione di APP a Thr668 da parte di JNK è necessaria per la scissione γ mediata del frammento C-terminale di APP prodotto dalla β-secretasi (Mazzitelli et al., 2011) e il meccanismo di fosforilazione a Thr-668 di frammenti APP C-terminal regola il localizzazione di APP, influenza la sua elaborazione da γ-secretasi e migliora la produzione di peptidi Abeta (Matsushima et al., 2012).

APP è fosforilata a Thr-668 sia in vitro che in vivo da un certo numero di chinasi comprendenti glicogeno sintasi chinasi 3β (GSK3β), Jun N-terminale chinasi-3 (JNK3), Jun N-terminale chinasi 1 (JNK1), divisione cellulare proteina del ciclo (Cdc2), chinasi ciclina-dipendente 5 (Cdk5) e DYRK1A (tirosina a doppia specificità (Y) – cinetica regolata dalla fosforilazione 1A) (Van der Kant e Goldstein, 2015). La fosforilazione di APP a Thr-668 è anche associata “all’estensione dei neuriti”, al trasporto anterogrado del carico vescicolare nei “neuriti”, al trasporto assonale e al “signaling” al nucleo (Vingtdeux et al., 2005; Chang et al., 2006).
Strutturalmente, la fosforilazione di APP a Thr-668 provoca un significativo cambiamento conformazionale che influenza le interazioni con i partner di legame e quindi influenza la localizzazione subcellulare e il metabolismo (Ramelot e Nickolson, 2001). Lo stato di fosforilazione di Thr-668 crea o distrugge i siti di docking per le proteine ​​intracellulari che interagiscono con APP.

Attraverso l’analogia con la proteina Notch, APP viene anche descritta come un recettore della superficie cellulare che segnala rilasciando un dominio intracellulare (AICD) al nucleo che, insieme a Fe65 e Tip60, regola quindi l’espressione genica (Cao e Sudhof 2001; Vingtdeux et al. 2005). La fosforilazione a Thr-668 fornisce FE65 che consente la traslocazione nucleare di AICD e l’attivazione genica che inducono la neurodegenerazione (Vingtdeux et al., 2005; Kimberly et al., 2005; Nakaya et al., 2006). Il residuo intracellulare Thr668 di APP è condizione per deficit di plasticità sinaptica e memoria (Lombino et al., 2013) e quando co-espresso con Fe65, la fosforilazione di APP-CTF a Thr-668 è risultata ridotta così come i depositi di amiloide in modelli di topi transgenici (Santiard-Baron et al., 2005).

L’anticorpo policlonale di coniglio pT668 (riferimento 4BDX-1503) riconosce la treonina fosforilata 668 del precursore proteico dell’amiloide (APP) ed è adatto per Western Blot, per immunoistochimica e immunofluorescenza.

Questo anticorpo è un biomarcatore di processi neuritici che circondano i depositi di amiloide.

3. Parkinson

Anticorpi Agrisera Oligomer-specific alpha-synuclein (mouse):

  • Anticorpo monoclonale sviluppato in mouse
  • Isotipo IgG
  • Si lega agli oligomeri ma non alle fibrille di alfa-sinucleina umana (Fig. 2)

.

.

ASyO2 | Mouse anti-human alpha-synuclein | oligomer-specific (clone number 51.24)   AGR-AS132717
ASyO2-biotinylated | Mouse anti-human alpha-synuclein | oligomer-specific   AGR-AS132717B
ASyO5 | Mouse anti-human alpha-synuclein | oligomer-specific (clone number 2.4)  AGR-AS132718
ASyO5-biotinylated | Mouse anti-human alpha-synuclein | oligomer-specific   AGR-AS132718B
ASyM | Mouse anti-human alpha synuclein N-terminal (clone number 4.2)   AGR-AS132719
ASyM-biotinylated | Mouse anti-human alpha synuclein N-terminal   AGR-AS132719B

Brochure >

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

iNtRON Biologia Molecolare

iNtRON Biotechnology è un’azienda biotecnologica che realizza kit PCR per la detection di diversi patogeni e kit di estrazione, purificazione e amplificazione di DNA e RNA.

Perchè scegliere iNtRON?

 

Di seguito alcuni prodotti TOPSELLING con l’indicazione dei vantaggi:

 

Denominazione prodotto

Applicazione

Nome commerciale

Vantaggi

RedSafe Nucleic Acid Staining Solution INT-21141

EtBr Alternative

GelStar, Safe-Red

20,000X Stock, Ames Tested with Nelson Lab(Non-toxic), Super data result.

Pro-Prep Protein Extraction Solution kit INT-17081

Protein prep

ReadyPrep™ Protein Extraction Kit

Extract protein from all kinds of cells and tissues , Added Protease Inhibitors.

GangNam Stain™ Prestained Protein Ladder (3 Colors) INT-24052

Protein Marker

PageRuler™ Plus Prestained Protein Ladder

Three color protein stardard with 12 pre-stained proteins.

e-Myco Plus Mycoplasma PCR Kit INT-25237

Mycoplasma detection

LookOut® Mycoplasma PCR Detection Kit

209 Species Detection, Triple check, Supplying to LabCorp(USA No.1 company).

e-Myco Valid Mycoplasma PCR Kit INT-25239

Mycoplasma detection

Venor™ GeM Mycoplasma Detection Kit

Validation Report, Highly sensitive, least 10 CFU/ml.

Patho Gene-Spin Viral DNA/RNA Kit INT-17154

Viral DNA/RNA prep

GeneJET Viral DNA/RNA Purification Kit

DNA & RNA extraction at once, Use of Non-phenol,samples within 20 minutes.

e-Myco™ VALiD Mycoplasma PCR Detection Kit

Il mantenimento di linee cellulari prive di contaminazione è essenziale per la ricerca basata sulle cellule come la produzione biofarmaceutica, la terapia cellulare e l’ingegneria dei tessuti.

Il micoplasma spesso non è visibile e non risponde agli antibiotici, quindi è un problema importante che richiede monitoraggio e diagnosi precoce.

Fino al 30~85% delle colture cellulari può essere contaminato da micoplasmi, i principali contaminanti sono le specie M. orale, A. laylawii, M. arginini e M. hyorhinis. Sebbene questi micoplasmi di solito non uccidano le cellule contaminate, sono difficili da rilevare e possono causare una varietà di effetti sulle cellule in coltura, inclusi cambiamenti nella crescita, vitalità e morfologia del metabolismo, alterando così le proprietà fenotipiche delle cellule ospiti.

I metodi di rilevamento tradizionali utilizzano il metodo di coltura diretta per rilevare gli organismi contaminanti ma richiedono molto tempo (fino a 28 giorni), sono molto laboriosi e difficili da interpretare. Pertanto, recentemente, il metodo di rilevamento basato sulla PCR è stato adottato come protocollo standard sostituendo il metodo di coltura diretta.

L’e-MycoTM VALiD Mycoplasma PCR Detection Kit INT-25239 è un prodotto per la verifica della contaminazione da micoplasma nei materiali biologici.

Ciascuna provetta del kit e-Myco™ VALiD Mycoplasma PCR Detection Kit fornisce un sistema all-in-one (tecnologia FastMix), il che significa che tutti i componenti per la PCR sono già pre-aliquotati in ciascuna provetta. Tutto quello che occorre fare è solo aggiungere il templato e l’acqua distillata.

  • Semplice da usare e veloce – 3 ore

– Sostituisce il tradizionale test colturale di 28 giorni con esito entro le 3 ore

  • Smart – controllo interno e 8-MOP

– Il sistema di controllo interno integrato nel prodotto previene errori di valutazione che potrebbero derivare da un test PCR errato

– Questo kit può eliminare la contaminazione da carry-over con l’attivazione 8-MOP

  • Rilevamento di divere specie

– Rileva le specie più comuni e altre meno comuni di micoplasma

  • Sensibile e affidabile

– Test PCR ad alta sensibilità per la rilevazione di Micoplasmi almeno 10 CFU/ml

– Test per la convalida secondo le linee guida KFDA e alla direttiva E.P. 2.6.7

– Questo kit è adatto per il release testing e in-process control

MycoClean™ Mycoplasma Prevention Spray

MycoClean™ Mycoplasma Prevention Spray (INT-21083)

Una soluzione efficace per la disinfezione affidabile delle superfici e degli apparati di laboratorio (inclusi incubatrici, banchi di lavoro, contenitori per la conservazione delle cellule e contenitori di azoto liquido).

Per dimostrare l’affidabilità del prodotto sono state moltiplicate 6 specie di micoplasma su piastra, la metà destra dell’area era stata precedentemente spruzzata con MycoClean e la restante metà con EtOH al 70%.

L’area spruzzata con MycoClean non mostra alcuna colonia di micoplasma.

Con questo test è stato quindi anche dimostrato che l’EtOH al 70%, generalmente utilizzato per la rimozione, non è efficace per il micoplasma.

Viral Gene-spin™ Viral DNA/RNA Extraction Kit

Viral Gene-spin™ Viral DNA/RNA Extraction Kit è studiato per estrarre facilmente e rapidamente il DNA/RNA virale dai vari campioni clinici come siero, plasma, fluido privo di cellule, feci, sangue intero, tessuto, tampone, urina, tessuto in coltura di infezione cellulare e virale, ecc.

• Estrazione di DNA/RNA virale da vari campioni clinici in meno di 20 minuti
• Estrazione di DNA/RNA virale ad alta resa e purezza con potente tampone di lisi
• Facile estrazione senza trattamento enzimatico
Può essere utilizzato in sicurezza con il metodo non fenolico e non necessita di precipitazione di EtOH (non utilizza solventi organici nocivi)
• Prodotto elencato nell’OIE basato su vari risultati di campioni clinici

ELENCO COMPLETO DEI PRODOTTI>>>

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

iNtRON: nuovi kit specifici di estrazione i-Genomic

iNtRON: nuovi kit specifici di estrazione i-Genomic

Kit di estrazione del DNA serie i-genomic™ specialistici per estrarre il DNA genomico da campioni specifici quali Piante, Urine, Feci, etc (Figura sotto).

Vedi la lista completa>>>

I kit di estrazione del DNA della serie i-genomic™ sono:

  • dedicati per estrarre DNA genomico purificato
  • ad alto rendimento
  • forniti con un protocollo dettagliato per un’alta riproducibilità

Inoltre, per ogni campione vengono forniti strumenti specifici come il tampone di lisi e il dispositivo di rimozione degli inibitori.

I kit per l’estrazione del DNA della serie i-genomic™ sono forniti con CAPS che chiudono ogni colonna per poter essere utilizzati nella ricerca sui patogeni e ridurre al minimo la contaminazione. (Figura sotto).

E’ pertanto possibile applicare questi kit, non solo alla ricerca sui patogeni, ma anche alla genotipizzazione SNP, all’analisi RAPD, all’analisi AFLP, all’analisi RFLP e all’analisi dei microsatelliti.

Dati di confronto dell’estrazione del DNA genomico:

Applicazioni:

  • Pathogen research
  • PCR & Real-time PCR
  • SNP
  • Genotyping
  • Southern blotting
  • Gene cloning etc.

Viral Gene-spin™ Viral DNA/RNA Extraction Kit

Viral Gene-spin™ Viral DNA/RNA Extraction Kit è studiato per estrarre facilmente e rapidamente il DNA/RNA virale dai vari campioni clinici come siero, plasma, fluido privo di cellule, feci, sangue intero, tessuto, tampone, urina, tessuto in coltura di infezione cellulare e virale, ecc.

• Estrazione di DNA/RNA virale da vari campioni clinici in meno di 20 minuti
• Estrazione di DNA/RNA virale ad alta resa e purezza con potente tampone di lisi
• Facile estrazione senza trattamento enzimatico
 Può essere utilizzato in sicurezza con il metodo non fenolico e non necessita di precipitazione di EtOH (non utilizza solventi organici nocivi)
• Prodotto elencato nell’OIE basato su vari risultati di campioni clinici

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

C-chip™: emocitometro in plastica monouso

C-chip™: emocitometro in plastica monouso

Emocitometro di precisione in plastica monouso, sviluppato per risolvere i problemi del convenzionale emocitometro di vetro.

Principali caratteristiche e vantaggi: 

  • Non c’è bisogno di copertura
  • Eliminato il lavaggio per il riutilizzo
  • Riduce le esposizioni dei campioni ai materiali pericolosi e quindi alle contaminazioni
  • Duo test
  • Preciso e affidabile
  • Forte e robusto
  • Plastica ottica al quarzo

Size: 25 (W) x 75 (L) x 1.6 (T) mm

Type: 5 grid types

Loading sample volume: 10 µL (DHC-N01, B01, B02) 20 µL (DHC-F01, M01)

Applicazioni:

  • Analisi del Sangue (ematologia)
  • Cell counting
  • Cell culture
  • Cell concentration
  • Microbiologia
  • IVF, IUI
  • Sperm counting
  • Conteggio delle spore di Batteri e Funghi

Guarda il video:

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Anticorpi primari

Da ACRIS, divenuta nel 2018 ORIGENE, ampia scelta di anticorpi validati a prezzi convenienti.

Disponibili:

  • 84,225 Antibodies
  • 1,879 Secondary Antibodies
  • 19,959 Proteins
  • 2,075 Kits
  • 21,519 Lysates
  • 22,194 Tissue Slides
  • 400,847 Clones
  • 167,021 RNAi
  • 5,511 CRISPR

Utilizza il motore di ricerca dedicato che permette, attraverso filtri specifici, di trovare con facilità il prodotto di interesse e indica quando un anticorpo è altamente validato o è stato recentemente citato in una pubblicazione.

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Jackson ImmunoResearch: i migliori anticorpi secondari

Ampia gamma di anticorpi secondari ad alta AFFIDABILITA’, RIPRODUCIBILITA’ e STABILITA’.

Con oltre 7.000 anticorpi secondari Whole IgG, Fab e F(ab’)2 nel nostro database troverai sempre la giusta combinazione di coniugati specifici per il tuo saggio immunologico. La selezione comprende anticorpi secondari coniugati con horseradish peroxidase o alkaline phosphatase per Western Blotting (WB), ELISA e Immunohistochemistry (IHC) nonché anticorpi secondari coniugati per metodi basati su fluorescenza come Immunofluorescent Staining e Flow Cytometry (FACS). Le coniugazioni fluorescenti includono una selezione di fluorofori Alexa ™,  Cynanin ™ (Cy2, Cy3 e Cy5) e DyLight® 405.

Come scegliere il secondario giusto?

Choosing the right affinity-purified secondary antibody for your application

Affinity-purified antibodies are isolated from antisera by immunoaffinity chromatography using antigens coupled to agarose beads. A proprietary elution process is used to dissociate antibodies from the antigen. Unconjugated affinity-purified antibodies are supplied sterile filtered in phosphate buffer without stabilizers or preservatives. Conjugated affinity-purified antibodies are freeze-dried in phosphate buffer with stabilizers and sodium azide, with the exception of horseradish peroxidase conjugates, which do not contain a preservative.

Step 1. Select from Whole IgG, F(ab’)2 Fragments, or Fab Fragments of secondary antibodies.

Affinity-purified secondary antibodies are offered in three different forms: whole IgG, F(ab’) 2 fragments, and Fab fragments.

Step 2. Select the host species of the primary antibody.

The antibodies are listed alphabetically according to the host species of the antigen (i.e. the primary antibody). For example, if the primary antibody is made in mouse, select “Anti-Mouse”. This is the target species in the product filter.

Note: Both anti-Syrian and anti-Armenian hamster secondary antibodies are listed under “Anti-Hamster”. It is important to know in which strain of hamster the primary antibody was produced in order to select the proper secondary antibody, since cross-reaction between the strains is not complete.

Step 3. Select the host species of the secondary antibody.

Selection of the host species for a secondary antibody involves many considerations, including but not limited to:

  1. Antibodies from some host species may not be adsorbed against cross-reacting species of interest. Chose a host species with the required adsorptions.
  2. Host species compatibility. Some host species may not be compatible with other species in multiple-labeling experiments. In general, all secondary antibodies should come from the same host species for multiple labeling.
  3. Binding to Protein A and Protein G. Rabbit antibodies bind well to Protein A and G, but goat and donkey antibodies bind better to Protein G.
  4. Personal preference or experience. In our experience there appears to be no species specific difference in the quality of secondary antibodies.

Step 4. Select the secondary antibody specificity under “Antibody Description”.

Note: Immunoglobulins from different species share similar structures, with similarities being related to closeness in phylogeny. Antibodies against immunoglobulins from one species may cross-react with a number of other species unless they have been specifically adsorbed against the cross-reacting species. Antibodies that have been adsorbed against other species will contain “(min X…Sr Prot)” in the antibody description.

Step 5. Select the desired probe.

Selection of fluorophores depends on:

  1. Instrument set-up. Examples include availability of light sources, filter sets, and detection systems.
  2. Degree of color separation desired for multiple labeling. For example, to achieve good color separation from Alexa Fluor® 488, choose a shorter wavelength-emitting fluorophore such as DyLight 405 and/or longer wavelength-emitting fluorphores such as Rhodamine Red-X, Alexa Fluor® 594, or Alexa Fluor® 647.
  3. Sensitivity required. For example, Alexa Fluor® 488 is brighter than FITC.

Effective 4-color imaging with good color separation, good photostability, and high sensitivity is possible with combinations such as DyLight 405, Alexa Fluor® 488, Rhodamine Red-X, and Alexa Fluor® 647.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Secondary Antibodies For VHH Discovery – Jackson Immunoresearch

Nuovi anticorpi secondari anti-Alpaca IgG sottoclasse e anti-VHH per ottimizzare lo sviluppo e l’applicazione degli anticorpi VHH (singolo dominio).

Pathway to recombinant VHH antibody development

17

The development of high affinity VHH antibodies follows the well-established pathway shown. JIR Anti-Alpaca antibodies can be utilized at specific stages to expedite and enhance the development of high affinity VHH antibodies.

The success and speed of discovering high quality VHH candidates is optimized by the fidelity and utility of the tools used at each step.

Monitor IgG 2+3 subclass titer to ideally time PBMC harvest

Use JIR Anti-Alpaca IgG, subclasses 2+3 to time PBMC harvest for VHH library construction. The VHH domain is located on these subclasses only. Subclass 2+3 response may mature differently from total IgG, and monitoring serum conversion of these antibodies can inform the decision to harvest PBMCs.

Timing PBMC harvest based on total IgG titer might suggest a collection point at 150 days, but the IgG 2+3 response was not maximal until after 300 days post immunization.

This ELISA data shows the antibody subclass repertoire in response to the immunogen over time. Antiserum was used to detect the coated immunogen, and peroxidase-conjugated secondary antibodies were used to compare total IgG to IgG subclasses 2+3.

Enhance detection of VHH antibodies using Goat Anti-Alpaca IgG, VHH domain

Anti-Alpaca IgG, VHH domain antibodies show amplified signal compared to an anti-tag antibody.

Polyclonal antibodies that broadly recognize many epitopes on VHH deliver additional signaling molecules (e.g. fluorophores or enzymes) vs. antibodies narrowly focused on small peptide sequences. In this figure, a His6 tagged recombinant VHH was detected by western blot using Goat Anti-VHH domain antibody or an anti-His6 antibody.

Test for VHH expression and binding activity with greater confidence

Screening VHH-expressing clones for solubility and binding activity is commonly done by ELISA. Significant signal can be obtained even at low VHH concentrations. In this panel, VHH was titrated across its coated immunogen and detected with Peroxidase conjugated Goat Anti-Alpaca VHH domain antibody.

AffiniPure™ Secondary Antibodies

Product Code

Goat Anti-Alpaca IgG (H+L)

128-005-003

Goat Anti-Alpaca IgG (H+L) (min X Bov, Hu, Ms, Rb, Rat Sr Prot)

128-005-160

Goat Anti-Alpaca IgG, subclasses 2+3 specific (min X Bov, Hu, Ms, Rb, Rat Sr Prot)

128-005-229

Goat Anti-Alpaca IgG, VHH domain (min X Bov Sr Prot)

128-005-232

Goat Anti-Alpaca IgG, VHH domain (min X Bov, Hu, Ms, Rb, Rat Sr Prot)

128-005-230

*These antibodies react primarily with the Fc region, and are not recommended for detection of VHH antibodies.

Available in a wide range of conjugate options

Horseradish Peroxidase

Alkaline Phosphatase

Biotin-SP

DyLight™ 405

Alexa Fluor® 488

Fluorescein (FITC)

Cy™ 3

R-Phycoerythrin (R-PE)

Rhodamine Red™-X

Alexa Fluor® 594

Alexa Fluor® 647

Cy™ 5

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Fluorocromi Alexa® Jackson ImmunoResearch

L’ampia gamma di anticorpi secondari di Jackson ImmunoResearch è disponibile coniugata ad una selezione di fluorocromi Alexa Fluor®. I nuovi fluorocromi sostituiscono parzialmente i DyLight™. Una panoramica dei nuovi prodotti è riportata nella tabella sotto. Tutti i fluorocromi Alexa Fluor® possono essere utilizzati con gli stessi set di filtri di eccitazione ed emissione dei DyLight.

JACKSON IMMUNORESEARCH – Anticorpi Secondari Coniugati per:

  • Immunofluorescenza
  • Western Blotting
  • Citofluorimetria
  • In Situ Hybridization
  • Microscopia Elettronica
  • Immunoistochimica
  • Microscopia STED
  • Microscopia 2-photon
  • ELISA

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Secondary Antibodies for Super Resolution Microscopy Jackson ImmunoResearch

Secondary antibodies conjugated with Alexa Fluor® 488 / 594 / 647, FITC and Cy5 for STED and STORM.

JIR Antibody Dye Conjugates for use in SuperResolution (SR) Microscopy

Super-resolution microscopy (SRM) encompasses any optical technique which circumvents the resolution limits of light diffraction found in conventional light microscopy. SRM techniques allow cellular structures to be resolved to the sub-organelle level, enabling information about the 3D structure of cellular components to be determined, and single molecule colocalization to be observed.

Each SRM technique has its own requirements for probe selection. Jackson ImmunoResearch offers a wide selection of labeled secondary antibodies with dyes known to be robust in SRM methods. It should be noted that the field of SRM changes rapidly and guidance for each of the techniques is beyond the scope of this catalog. It is therefore recommended that information from specialized technical literature is sought to aid fluorophore selection.

The following sections briefly outline the principles of some of the most popular SRM techniques:

Stimulated Emission Depletion (STED) microscopy

Diffraction of light by a microscope lens causes light from a single point to appear over a larger area, known as a point spread function or PSF (see Figure 38).
Stimulated emission depletion (STED) microscopy produces super-resolution images by confining the fluorescing region (PSF) of a sample. STED microscopes use two overlapping lasers, the first of which excites the fluorophores as per conventional microscopy (Figure 39A). The second laser, called a depletion laser (STED laser), excites a “donut” of light, with a very small (~30 nm) zero intensity (unexcited) point at its center. This second laser essentially “switches off” the fluorescence generated by the first laser except at the center of the donut, thereby reducing the excited fluorescent molecules to those at the zero point. This effectively reduces the PSF to produce a very small focused region of single molecule fluorescence. Without overlapping interference patterns, high-resolution images can be obtained (Figure 39D). Images with a resolution up to 30 nm in the axial (x-y) plane have been reported.

Fluorophore-conjugated antibodies for STED

To achieve super-resolution, dyes must have a high emission cross section with the STED laser wavelength and efficiently achieve a high saturation. This intense illumination ensures that all molecules to be “turned off” by the STED laser are dominated by stimulated emission. Suitable
dyes should have a low propensity for photo-bleaching, with high quantum yields and contrast,
and contain sufficient density of labeling in close proximity to the target.
Jackson ImmunoResearch offers secondary antibodies conjugated to dyes over a broad spectral range that have been successfully employed in STED: Alexa Fluor® 488, FITC, Alexa Fluor® 594 and Alexa Fluor® 647.

Stochastic Optical Reconstruction Microscopy (STORM)

Single molecule localization can be achieved using Stochastic Optical Reconstruction Microscopy (STORM) using photoswitchable fluorophores to generate images with resolution superior to those collected using conventional methods. There are a number of SRM techniques which exploit the principle of reversible saturable optically linear fluorescence (RESOLFT), using photoswitching or photoactivation of fluorescent dyes. Examples include direct stochastic optical reconstruction microscopy (dSTORM), photoactivated localization microscopy (PALM), fluorescence photoactivation localization microscopy (fPALM), ground state depletion followed by individual molecule return (GSDIM), and super-resolution optical fluctuation imaging (SOFI).
These techniques can be performed using either a pair of dyes to function as an effector and an activator dye to achieve photoswitching, or using dyes which “self-switch” in the case of direct STORM (dSTORM) (Heilemann et al., 2008). Jackson ImmunoResearch provides secondary antibody conjugates suitable for dSTORM applications. Briefly, a relatively low-intensity excitation laser excites the sample, randomly activating a small number of dye molecules. The individually fluorescing dye molecules are spread apart enough so the center of their point spread function can be calculated, which infers the exact location of the dye. A second laser is then used to switch all the molecules off and the process is repeated. High resolution images are then mathematically generated by overlapping all of the mapped point spread functions of each dye.

Fluorophore-conjugated antibodies for single molecule localization experiments

The best dyes for single molecule localization are typically very bright and result in enough photons to reliably produce tight Gaussian distributions. Jackson ImmunoResearch offers several proven dyes in a broad spectral range such as Alexa Fluor® 488, Alexa Fluor® 647 and Cy™5 for use in these types of experiments.

Suggested fluorescent dye conjugates for super-resolution microscopy

Reference:
Huang, B., Bates, M., & Zhuang, X. (2009). Super-resolution fluorescence microscopy.
Annual Review of Biochemistry, 78 , 993–1016.
Farahani, J.N., et al. (2010). Stimulated Emission Depletion (STED) Microscopy: from Theory to Practice.
Microscopy: Science, Technology, Applications and Education. 1539-1547.
Heilemann M,et al., (2008) Subdiffraction-resolution fluorescence imaging with conventional fluorescent probes. Angew Chem Int Ed Engl. 47:6172–6176
Dempsey, et al. (2011). Evaluation of fluorophores for optimal performance in localization-based super-resolution imaging. Nature Methods, 8, 1027-1036.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

PeproTech

Dal 1988, PeproTech, produce prodotti di alta qualità con impianti di produzione all’avanguardia negli Stati Uniti.

Con oltre 2.000 prodotti ha sviluppato e perfezionato protocolli innovativi per garantire qualità, affidabilità e coerenza.

La loro gamma:

  • Linea completa di citochine e anticorpi
  • Citochine GMP per terapia cellulare, genica e tissutale
  • Citochine ANIMAL-FREE
  • Kit ELISA
  • Kit/Supplementi per colture cellulari

Prodotti suddivisi per categoria:

Reagenti per la ricerca sugli organoidi suddivisi per area:

Per ulteriori informazioni CONTATTACI.

Posted in Senza categoria

Creative Diagnostics – Biolabs – Biomart – Bioarray – Peptide – Enzyme – Biogene – Bioparticles

Società “sorelle” ognuna specializzata in un settore diverso. Forniscono proteine ricombinanti, enzimi, anticorpi, antigeni, peptidi bioattivi e diagnostici e molto altro alla comunità scientifica, per ricerca clinica, diagnostica molecolare e sviluppo di farmaci biofarmaceutici.

Creative Diagnostics è un produttore e fornitore leader di anticorpi, antigeni virali, componenti diagnostici innovativi e reagenti per analisi critiche.

Anticorpi

Creative diagnostics offers a wide range of high quality antibodies validated for use in multiplexed assays. We have primary antibodies to multiple forms of virtually every protein in the proteome…

Antigeni purificati

Creative Diagnostics is an evolving biotech company providing excellent quality antigens worldwide including Viral Antigens, Bacterial Antigens, Fungal Antigens, Parasitic Antigens, Immunoglobulin, Hapten, Cardiac Biomarkers…

ELISA kit

Creative Diagnostics provides a wide range ELISA kits for the detection of hundreds of different proteins and molecules including cytokines, growth factors, markers for infectious diseases, diabetes and tumor, drugs and small molecules…

Materiali e reagenti

Colloidal gold particle, Adjuvant, Precast Gels, Serum-Free Cell Freezing Medium, Antibody Isotyping Kits, Immunoaffinity Column, Magic™ Hybridoma Growth Factor, Magict™ Fc Receptor Blocker…

Il loro portafoglio di servizi comprende la produzione di anticorpi monoclonali umani, di topo, ratto, scimmia, coniglio, pollo, cane, lama e cammello, etc. che vengono sviluppati utilizzando le tecniche di phage display, bacterial display, yeast display e mutagenesi.

Creative BioMart fornisce proteine ricombinanti di qualità, anticorpi e antigeni diagnostici, enzimi diagnostici ed enzimi farmaceutici alla comunità di ricerca di biologia, ricerca clinica, diagnostica molecolare e sviluppo di farmaci biofarmaceutici.

Creative Bioarray è un’azienda biotecnologica innovativa la cui missione si concentra sullo sviluppo di tecnologie uniche che forniscono agli scienziati prodotti di alta qualità e servizi soddisfacenti per facilitare le ricerche.

Forniscono una vasta gamma di cellule umane e animali di alta qualità, terreno di coltura cellulare e reagenti, sonde FISH, matrici di tessuti, microrganismi e attrezzature. Offrono inoltre una serie di servizi correlati.

Creative Peptides è specializzata nello sviluppo del processo e nella produzione di peptidi bioattivi.

Creative Enzymes fornisce ai clienti enzimi da utilizzare per la ricerca delle scienze della vita e per la produzione di farmaci, cibo, alcol, birra, succo di frutta, tessuto, carta, pelletteria, ecc.

Creative Biogene è un produttore e fornitore statunitense di kit, reagenti e servizi di genomica e proteomica per istituti di ricerca accademici e governativi, industria farmaceutica e biotecnologica che aiutano i ricercatori a esplorare domande sulla scoperta, regolazione e funzione dei geni.

L’ampia gamma di prodotti comprende tecnologie per enzimi, PCR, vettori, reagenti per trasfezione, cDNA e shRNA, nonché linee cellulari transfettate.

CD Bioparticles è un produttore e fornitore leader di nanoparticelle, microparticelle e prodotti correlati per diverse aree di applicazione, tra cui diagnostica in vitro, biochimica, analisi cellulare, separazione cellulare e test immunologici.

Sono inoltre in grado di offrire vari servizi personalizzati tra cui funzionalizzazione della superficie chimica, modifica della fluorescenza, immobilizzazione di anticorpi, acido nucleico e oligo coniugazione.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

MABTECH anticorpi, ELISA, ELISpot & FluoroSpot

Mabtech produce un’ampia gamma di kit e anticorpi per il dosaggio di citochine, immunoglobuline e apolipoproteine.

E’ un azienda specializzata in ELISpot, FluoroSpot ed ELISA e fornisce reagenti da utilizzare in vari campi di ricerca offrendo kit e reagenti in formati diversi.

Scopri come ELISpot, FluoroSpot ed ELISA possono essere impiegati in diversi campi di ricerca.

ELISpot è forse il saggio immunologico più comunemente utilizzato per valutare i vaccini negli studi clinici a causa della sensibilità elevata, del dosaggio quantitativo e della facilità d’uso.

ELISpot in vaccine development>

Nella ricerca sul cancro, ELISpot è comunemente usato per profilare le risposte immunitarie al fine di valutare l’efficacia di nuove immunoterapie e vaccini.

ELISpot as a tool to fight cancer>

Le indagini sulle risposte allergiche a livello cellulare richiedono metodi altamente sensibili poiché le cellule T e B allergene-specifiche normalmente si sviluppano a frequenze molto basse.

ELISpot in Allergy research>

ELISpot e FluoroSpot possono aiutare a caratterizzare sottopopolazioni di monociti, macrofagi e cellule dendritiche rivelando distinti modelli di secrezione di citochine a livello di singola cellula.

Find out how here!

L’uso di anticorpi monoclonali altamente specifici facilita enormemente la misurazione sensibile di diverse apolipoproteine nel siero, nel plasma o in supernatanti di colture cellulari.

Learn more about Apolipoproteins>

Mabtech si applica per facilitare la ricerca veterinaria espandendo continuamente la gamma di reagenti adatti per la specifica immunologia.

TB screening and more!

ELISpot

L’ELISpot è un test immunologico molto sensibile, che permette la rilevazione di citochine secrete a livello di singola cellula con una rilevazione che può essere più bassa di una cellula su 100 000. A seconda della sostanza analizzata, il saggio ELISPOT è tra le 20 e le 200 volte più sensibile di un convenzionale ELISA.

L’ELISpot mostra una sensibilità simile ad una analisi RT-PCR, ma rileva la proteina secreta al posto del mRNA. Per le analisi delle citochine questo è vantaggioso, in quanto molte citochine sono regolamentate traslazionalmente.

La metodica è particolarmente utile quando si studiano piccole popolazioni di cellule attive, come quelle che si riscontrano in specifiche risposte immunitarie. ELISpot è stato ampiamente applicato per studiare specifiche risposte immunitarie in infezioni, cancro, allergie e malattie autoimmuni.

Formati disponibili

I kit ELISpot MABTECH sono presentati in diverse composizioni.
Gli stessi anticorpi monoclonali possono essere forniti sia come reagenti separati, che come coppie di anticorpi abbinati.

ELISpot BASIC: anticorpo di cattura, anticorpo di rivelazione e enzima coniugato alla streptavidin.

ELISpot PLUS: un kit completo che comprende piastre precoattate, anticorpo di rivelazione, enzima coniugato alla streptavidina e il substrato.

ELISpot PRO: è il kit pronto all’uso, con piastre già coattate one-step detection, per ottimizzare i tempi garantendo il massimo della riproducibilità.

FluoroSpot

FluoroSpot combina la sensibilità di ELISpot con la capacità di analizzare la secrezione di più analiti contemporaneamente. Questo test cellulare altamente sensibile è robusto, facile da eseguire e adatto sia per test singoli che per screening su larga scala.

Il FluoroSpot si basa sullo stesso principio dell’ELISpot ma utilizza un sistema di rivelazione a fluorescenza consentendo la detection di cellule che rilasciano una o due differenti citochine nello stesso pozzetto. E’ particolarmente adatto all’analisi di cellule T polifunzionali oppure di macrofagi, monociti e cellule dendritiche.

L’analisi della secrezione di citochine da cellule immunitarie può essere utile per delineare sottopopolazioni distinte sulla base del loro profilo di citochine rilasciate.

Le immagini mostrano una doppia analisi FluoroSpot di IFN-γ / IL-2 di cellule che secernono IFN-γ e/o IL-2 in risposta a PPD (derivato proteico purificato). Delle 166 cellule T secernenti IFN-γ, 114 hanno secreto anche IL-2.

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Intolleranze e Allergie alimentari

Sensibilità al Glutine: Zonulina, anti-DGP, Tissue Transglutaminase, etc – Lattosio: Mutagel Laktase, Casomorphina – Istamina e DAO

SENSIBILITA’ AL GLUTINE/CELIACHIA

Alcune proteine specifiche del grano, dell’orzo e di altri cereali, come la gliadina, sono contenute nella pasta, nel pane, nei biscotti e causano una risposta immunitaria abnorme a livello intestinale, determinata dall’incapacità di digerirle e assorbirle. La risposta immunitaria genera un’infiammazione cronica, danneggia i tessuti dell’intestino tenue e porta alla scomparsa dei villi intestinali, importanti per l’assorbimento di altri nutrienti.
Un celiaco quindi, oltre al danno diretto, subisce un danno indiretto perché non è in grado di assorbire sostanze nutritive e rischia quindi la malnutrizione. Dato il meccanismo con cui si sviluppa, la celiachia è una malattia autoimmunitaria.

Prodotti:

Tissue Transglutaminase Ab IgA ELISA  DEM-DE7720

Tissue Transglutaminase Ab IgG ELISA  DEM-DE7730

anti-human-epidermal-Transglutaminase lgA (anti-heTG lgA) ELISA CE/IVD IMM-K9396

anti-Gliadin slgA ELISA CE/IVD IMM-K9311

DGP Ab IgA ELISA  DEM-DE7770

DGP Ab IgG ELISA  DEM-DE7780

Zonulin ELISA stool ELISA IMM-K5600

Zonulin ELISA serum ELISA IMM-K5601

Casomorphina/Gliadorphina LC-MS/MS  IMM-KM8000

MutaPLATE® HLA DQ 2+8 (TM) Real-Time-PCR Kit  IMM-KF190596

INTOLLERANZA AL LATTOSIO

I pazienti con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire lo zucchero del latte (lattosio) contenuto con il cibo. La ragione più importante è la mancanza del gene per la lattasi che è responsabile della degradazione dello zucchero del latte nell’organismo. Questo difetto genetico comune è piuttosto facile da individuare analizzando la posizione -13910 della regione regolatrice del gene della lattasi. Se la mutazione è omozigote, una carenza di lattasi e la successiva intolleranza al lattosio è predeterminata.

Il Kit MutaGEL Laktase permette la rilevazione del polimorfismo T-13910C comune nel LCT gene della lattasi.

Prodotti:

MutaPLATE® Laktase (TM) TaqMan (32) CE/IVD   IMM-KF1907232

MutaREAL® Laktase (32) CE/IVD   IMM-KF2907132

Casomorphina/Gliadorphina LC-MS/MS  IMM-KM8000

Flyer intolleranze>>>

INTOLLERANZA ALL’ISTAMINA

L’istamina è un importante mediatore di molte reazioni biologiche nel corpo, in particolare di reazioni allergiche e pseudo-allergiche. La base di questa condizione patologica è uno squilibrio tra la quantità di istamina presente e l’attività dell’enzima Diaminossidase (DAO) preposto alla sua degradazione. Se la funzionalità/attività DAO è ridotta, la soglia di tolleranza dell’istamina nell’individuo viene superata inducendo sintomi istamina-mediati.

Prodotti:

Histamine ELISA 96T LDN-BAE-1000

Histamine Release – supplementary kit ELISA 96T LDN-BAE-1100

Histamine (Stool) ELISA CE/IVD IMM-K8213

Histamine elimination ratio (HERO) ELISA CE/IVD IMM-K8215

Diaminooxidase (DAO), ELISA96T CE/IVD IMM-K8500

Diaminooxidase (DAO)(1-point-calibration) ELISA96T CE/IVD  IMM-K8510

Disponibili inoltre un’ampia gamma di kit per la diagnosi e il monitoraggio della terapia di:

  • Depressione, ansia
  • Stress, apatia, disagio
  • Sbalzi d’umore, nervosismo
  • Problemi comportamentali, disturbi di attenzione
  • Carenza di triptofano
  • Insonnia
  • Disturbi alimentari
  • Disturbi neurologici

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Demeditec: test CE/IVD per Diagnostica di Routine e Specialità a prezzi competitivi

DEMEDITEC Diagnostics GmbH è una società affidabile e di successo di kit per test diagnostici in vitro da noi rappresentata in Italia.

I prodotti più importanti di DEMEDITEC coprono la Diagnostica Umana e Veterinaria: Endocrinologia (soprattutto test salivari), Allergie, Autoimmunità, Amine Biogeniche, Metabolismo osseo, Diabete, Sindrome di Down, Intolleranze alimentari, Fattori di crescita, Ematologia, Immunologia, Malattie infettive, Nefrologia, Riproduzione, Tumor markers.

Numerosi test sono anche disponibili su saliva.

Vedi test ELISA su saliva>>>

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Rapid Test ed ELISA per Tumor Markers, Malattie Infettive e Autoimmunità

Calprotectin Rapid Test CE/IVD, anti-fattore complemento H ELISA CE/IVD, anti-HHV-6 ELISA CE/IVD, Polyomavirus JC – IgG ANTIBODIES DETECTION BY ELISA

Calprotectin Rapid Test CE/IVD   VID-ODZ-248

Rapid test immunologico CE/IVD per la determinazione qualitativa di Calprotectina nelle feci (per uso di laboratorio).

  • Semplice all’uso
  • Sensibilità: >94%
  • Specificità: >93%
  • Cut off: 50 ug/g

La calprotectina fecale è un marker per le malattie gastrointestinali infiammatorie e neoplastiche. La differenziazione tra i pazienti con sindrome dell’intestino irritabile emalattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) è spesso difficile e porta a colonscopie non necessarie.

I kit ELISA anti-HHV-6 sono destinati alla diagnosi sierologica di malattie associate con HHV-6, come esantema subitum, malattie respiratorie acute, diarrea con febbre econvulsioni febbrili nei bambini anche polmonite interstiziale , encefalite, meningite, epatite e anemia aplastica in pazienti immunodeficienti.

anti-HHV-6 IgG ELISA CE/IVD  VID-ODZ-235

anti-HHV-6 IgG (CSF cerebrospinal fluids) CE/IVD   VID-ODZ-344

anti-HHV-6 IgM ELISA CE/IVD   VID-ODZ-345

Perché usare il nostro test anti-HHV-6?
› Determinazione di IgG e IgM
› Fornito con software per intratecale per la determinazione della sintesi di anticorpi IgG
› Tempi di incubazione unificati per la determinazione delle IgG e IgM
› Il kit per le IgM contiene l’assorbente RF per l’eliminazione delle interferenze degli anticorpi IgG
› Coniugato HRP pronto all’uso e controlli
› Determinazione delle IgG nel siero e nel liquido cerebrospinale
› Saggi IF disponibili per la conferma dei risultati

 

Brochure completa Herpesvirus >>>

anti-complement factor H ELISA CE/IVD   VID-ODZ-166

Il kit  ELISA per gli autoanticorpi anti-fattore H del complemento è utilizzato per la determinazione quantitativa di anticorpi anti-IgG contro il fattore H del complemento nel siero o plasma umano.

Il Fattore H è una glicoproteina  del complemento che si trova nel plasma umano in concentrazioni circa 500 mg / ml. La sua principale funzione è la regolazione di attivazione del complemento.

Gli autoanticorpi inibitori del Fattore H del complemento risultano da una reazione immunopatologica di disregolazione del sistema del complemento.
Tale disregolazione autoimmune del complemento è associata ad una specifica forma di sindrome uremica emolitica atipica (AI-HUS).

E’ consigliabile monitorare gli  autoanticorpi anti- fattore H del complemento, in tutti i casi di HUS al momento della comparsa della malattia.

Circa il 30% dei pazienti con AI-HUS ha avuto la diarrea come sindromi prodromici, che a loro volta sono il segno tipico della forma classica di HUS che è causata dalle tossine Shiga  positive di E. coli.

L’eliminazione degli anticorpi anti-H fattore dal flusso sanguigno tramite plasmaferesi o attraverso  l’uso di farmaci immunosoppressivi è vantaggioso per l’esito della malattia.

APPROFONDIMENTO

Brochure Complement factor H >>>

anti-JCV IgG ELISA-VIDITEST  CE/IVD    VID-ODZ-450

Diagnosi di malattie associate al poliomavirus JC e monitoraggio del rischio della leucoencefalopatia multifocale progressiva nei pazienti con terapia immunomodulante.

Tra il 50% e il 60% della popolazione contrae il poliomavirus JC (JCV) durante l’infanzia.

L’infezione è asintomatica e continua in fase latente.

Il virus si può ripetutamente riattivare nelle persone infette.

La riattivazione/reinfezione può essere accompagnata da viremia temporanea o da escrezione asintomatica nelle urine, nei rari casi di pazienti immunocompromessi può causare infezioni del sistema nervoso centrale – leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML).

La presenza di anticorpi anti-JCV è uno dei fattori di rischio di focolaio di PML in pazienti immunocompromessi o affetti da AIDS.

Significativo aumento o alto livello di anticorpi anti-JCV può indicare reinfezione o riattivazione in questi pazienti.

PER SAPERNE DI PIU’

 

Caratteristiche:

  • Facile da usare
  • Campioni: siero, plasma
  • Quantificazione con 5 standard
  • Tempi di incubazione 60 ‘/ 60’ / 10 ‘
  • Incubazione a temperatura ambiente
  • Certificazione CE IVD
  • Antigeni ricombinanti non cross-reagiscono con gli altri poliomavirus
  • Valutazione dei dati quantitativi – monitoraggio della concentrazione degli anticorpi
  • Alta sensibilità 95% e 96% di specificità
  • Pronto per l’uso

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Farmaci Biologici: gamma completa

TNF alpha (Infliximab-Remicade®, Infliximab-Remsima®, Adalimumab-Humira®, Etanercept-Enbrel®, Golimumab-Simponi®), Abatacept (Orencia®), Avelumab (Bavencio®), Atezolizumab (Tecentriq®), Aflibercept (Eylea®), Bevacizumab (Avastin®), Canakinumab (Ilaris®), Certolizumab (Cimzia®), Cetuximab (Erbitux®), Daratumumab (Darzalex®), Denosumab (Prolia®), Durvalumab (Imfinzi®), Eculizumab (Soliris), Evolocumab (Repatha®), Filgrastim (Accofil®, Granulokine®, Nivestim®), Ipilimumab (Yervoy®), Ixekizumab (Taltz®), Omalizumab (Xolair®), Natalizumab (Tysabri®), Nivolumab (Opdivo®), Palivizumab (Synagis®), Pembrolizumab (Keytruda®), Pertuzumab (Perjeta®), Ramucirumab (Cyramza®), Ranibizumab (Lucentis®), Risankizumab (Skyrizi®), Rituximab (Rituxan®, Mabthera®), Trastuzumab (Herceptin®, Herclon®), Tocilizumab (Actemra®), Ustekinumab (Stelara®), Vedolizumab (Entyvio®) e anti HAHA e anti HAMA.

Li StarFish propone una serie di kit per il dosaggio dei farmaci biologici utilizzati principalmente nella cura delle patologie reumatologiche, psoriasi, patologie infiammatorie e gastrointestinali (morbo di Crohn), oncologia, etc.

Inoltre questi test permettono di valutare gli anticorpi preesistenti o indotti dall’utilizzo dei farmaci biologici in terapia che possono alterare l’efficacia terapeutica.

 

TNF ALPHA

Determinazione quantitativa dei TNF blocker, Anti-TNF blocker (Infliximab-Remicade®, Infliximab-Remsima®, Adalimumab-Humira®, Etanercept-Enbrel®, Golimumab-Simponi®), Human TNFa e TNF receptor II.

INFLIXIMAB:

MAT-INF-FD-REMI Q-INFLIXI Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Infliximab (Remicade®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-INF-QNS-REMI Q-ATI Enzyme immunoassay for the quantitative determination of specific antibodies to infliximab in human serum and plasma with confirmation CE/IVD

MAT-INF-QNFT-REMI Q-ATI DUO Enzyme immunoassay for the semi-quantitative determination (screening) of total and free antibodies to infliximab (Remicade®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-INF-SPEC-INF  SHIKARI® (QS-INFLIXI) Enzyme immunoassay for the specific and quantitative determination of free Infliximab (Remicade®, Remsima®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-INF-TCAP-NAB-REMI SHIKARI® T-CAP Nab Assay™-Infliximab ELISA Kit CE/IVD

REMSIMA:

MAT-INF-FD-REMS Q-REMS Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Infliximab (Remsima®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-INF-QNS-REMS S-AIR Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to Infliximab Remsima in serum and plasma CE/IVD

MAT-INF-QNT-REMS S-AIR Enzyme immunoassay for the semi-quantitative determination (screening) of total antibodies to Infliximab biosimilar (Remsima®) in serum and plasma CE/IVD

ADALIMUMAB:

MAT-ADA-FD-HUM Q-ADA Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free adalimumab (Humira®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-ADA-QNS-HUM S-ATA Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to adalimumab (Humira®) in serum and plasma with confirmation CE/IVD

MAT-ADA-QNFT-HUM S-ATA DUO Enzyme immunoassay for the semi-quantitative determination (screening) of total and free antibodies to adalimumab (Humira®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-ADA-SPEC-ADA SHIKARI® (QS-ADA) Enzyme immunoassay for the specific and quantitative determination of free Adalimumab (Humira®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-ADA-TCAP-NAB-HUM SHIKARI® T-CAP Nab Assay™-Adalimumab ELISA Kit CE/IVD

ETANERCEPT:

MAT-ETA-FD-ENB Q-ETA Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Etanercept (Enbrel) in serum and plasma CE/IVD

MAT-ETA-QLS-ENB S-ATE Enzyme immunoassay for the qualitative determination of antibodies to etanercept in serum and plasma CE/IVD

GOLIMUMAB-SIMPONI:

MAT-GOL-FD-SIM Q-GOL Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Golimumab (Simponi®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-GOL-QLS-SIM S-ATG Enzyme immunoassay for the qualitative determination of antibodies to Golimumab in serum and plasma CE/IVD

ABATACEPT

Abatacept (Orencia®) è un farmaco antinfiammatorio che viene utilizzato in combinazione con metotressato (un altro farmaco che agisce sul sistema immunitario) nel trattamento dell’artrite reumatoide attiva da moderata a grave in pazienti adulti.

MAT-ABA-FD-ORE Shikari® (Q-ABA) Abatacept (Orencia®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-ABA-QLS-ORE Shikari® (S-ATAB) Abatacept (Orencia®) Antibody screening – Qualitative Serum/Plasma ELISA CE/IVD

AFLIBERCEPT

Aflibercept, prodotto mediante tecnologia del DNA ricombinante, si lega in modo specifico ai fattori di crescita dell’endotelio vascolare A e B (VEGF-A e VEGF-B) e al fattore di crescita placentare (PlGF). E’ usato per il trattamento della degenerazione maculare umida e del carcinoma del colon-retto metastatico.

MAT-AFL-FD-EYL Shikari® (Q-AF) Aflibercept (Eylea®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-AFL-QLS-EYL Shikari® (S-ATAF) Aflibercept (Eylea®) Antibody screening – Qualitative Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-AFL-FD-SENS-EYL Shikari® (Q-AF HIGH SENSITIVE) Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Aflibercept (Eylea®) in serum and plasma CE/IVD

ATEZOLIZUMAB

Atezolizumab è un farmaco a base di anticorpi monoclonali usato per trattare il carcinoma uroteliale, il cancro del polmone, il cancro al seno triplo negativo e il carcinoma epatocellulare.

MAT-ATE-FD-TEC  Shikari® (Q-ATE) Atezolizumab (Tecentriq®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-ATE-QLS-TEC Shikari® (S-ATAT) Atezolizumab (Tecentriq®) Antibody screening – Qualitative Serum/Plasma ELISA CE/IVD

AVELUMAB

Avelumab è un anticorpo monoclonale umano IgG1 diretto contro il ligando del recettore di morte cellulare programmata (Programmed cell Death,PD) PD-L1, ed è prodotto in cellule ovariche di criceto cinese tramite la tecnologia del DNA ricombinante.

E’ indicato in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti affetti da carcinoma a cellule di Merkel (Merkel Cell Carcinoma,MCC) metastatico.

MAT-AVE-FD-BAV Q-AVE Enzyme immunoassay for the quantitative determination of specific Avelumab(Bavencio®) in human serum and plasma CE/IVD

MAT-AVE-QLS-BAV S-ATAV Enzyme immunoassay for the qualitative determination of specific anibodies to Avelumab in serum and plasma CE/IVD

BEVACIZUMAB

Il Bevacizumab, in commercio con il nome Avastin, è un farmaco che blocca la crescita di nuovi vasi sanguigni.

È usato per il trattamento di varie forme tumorali, tra cui quelli del colon-retto, del polmone e del rene, e in alcune malattie degli occhi.

MAT-BEV-FD-AVA Q-BEVA Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Bevacizumab (Avastin®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-BEV-QNS-AVA S-ATB Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to Bevacizumab (Avastin®) in serum and plasma CE/IVD

CANAKINUMAB

Il Canakinumab è un anticorpo monoclonale di tipo umano che è stato studiato per il trattamento di patologie quali artrite reumatoide, artrite idiopatica giovanile sistemica, BPCO, diabete tipo 1 e 2, e alcune malattie oculari.

MAT-CAN-FD-ILA  Shikari® (Q-CAN) Canakinumab (Ilaris®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-CAN-QNS-ILA Shikari® ( S-ATCAN) Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Canakinumab Antibody screening – Quantitative (Ilaris) in Serum/Plasma CE/IVD

CERTOLIZUMAB

Certolizumab pegol è un frammento Fab di un anticorpo ricombinante umanizzato diretto contro il fattore di necrosi tumorale (TNF alfa) coniugato con polietilenglicole (PEG). E’ utilizzato nel trattamento dell’artrite reumatoide (AR). La FDA statunitense ha approvato il farmaco per il trattamento del morbo di Crohn grave.

MAT-CER-FD-CIM Q-CERT Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Certolizumab in human serum and plasma CE/IVD

MAT-CER-QNS-CIM Shikari® (S-ATCER) Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to Certolizumab (Cimzia®) in serum and plasma with confirmation CE/IVD

MAT-CER-TCAP-NAB-CIM SHIKARI® T-CAP Nab Assay™-Certolizumab ELISA Kit CE/IVD

CETUXIMAB

Il Cetuximab, comunemente noto con il nome commerciale di Erbitux®, è indicato per il trattamento di pazienti affetti da carcinoma metastatico del colon-retto con espressione del recettore per il fattore di crescita epidermico (EGFR) e senza mutazioni di RAS (wild- type).

MAT-CET-FD-ERB Q-CET Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Cetuximab (Erbitux®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-CET-QNS-ERB S-ATC Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to cetuximab in serum and plasma CE/IVD

DARATUMUMAB

Daratumumab è un medicinale antitumorale utilizzato in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti con mieloma multiplo (un tumore del midollo osseo).

MAT-DAR-FD-DAR Shikari® (Q-DAR) Daratumumab (Darzalex®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-DAR-QLS-DAR Shikari® (S-ATDAR) Daratumumab (Darzalex®) Antibody screening – Qualitative Serum/Plasma ELISA CE/IVD

DENOSUMAB

Denosumab (PROLIA®) è un anticorpo monoclonale IgG2 umanizzato con affinità e specificità per RANKL. Inibisce RANKL dall’attivare il suo recettore, diminuendo in tal modo il riassorbimento osseo. Applicazione nel trattamento dell’osteoporosi.

MAT-DEN-FD-PRO Q-DEN Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Denosumab (Prolia®)in serum and plasma CE/IVD

MAT-DEN-QNS-PRO S-ATD Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Denosumab Antibody screening – Quantitative (Prolia®) in Serum/Plasma CE/IVD

DURVALUMAB

Durvalumab è un farmaco immunoterapico che agisce inibendo PD-L1, il ligando del recettore PD-1. Agisce stimolando le cellule del sistema immunitario a sviluppare una risposta immunitaria contro le cellule del tumore. E’ indicato in monoterapia per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato.

MAT-DUR-FD-IMF Shikari® (Q-DUR) Durvalumab (Imfinzi®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-DUR-QLS-IMF Shikari® (S-ATDUR) Durvalumab (Imfinzi®) Antibody screening – Qualitative Serum/Plasma ELISA CE/IVD

ECULIZUMAB

Eculizumab (Soliris) è un anticorpo monoclonale che agisce contro il sistema del complemento sulla frazione proteica C5. L’anticorpo blocca la scissione del frammento C5 interrompendo il processo di distruzione cellulare complemento mediato.

E’ indicato nel trattamento di adulti e bambini affetti da Emoglobinuria parossistica notturna (EPN).

MAT-ECU-FD-SOL Shikari® (Q-ECU) Eculizumab Enzyme immunoassay for the quantitative analysis of free eculizumab in serum and plasma samples ELISA CE/IVD

MAT-ECU-QNS-SOL Shikari® (S-ATEC) Anti-Eculizumab w/confirmation Enzyme immunoassay for determination of quantitative antibodies to Eculizumab in serum and plasma samples ELISA CE/IVD

EVOLOCUMAB

Evolocumab (Repatha®) è un anticorpo monoclonale che ha come bersaglio una proteina specifica, chiamata PCSK9. Bloccando la proteina PCSK9, che riduce il numero di recettori LDL nel fegato, ne diminuisce la capacità di rimuovere il colesterolo LDL nel sangue. E’ usato nel trattamento di  ipercolesterolemia.

MAT-EVO-FD-REP  SHIKARI® Q-EVO Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Evolocumab (Repatha®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-EVO-QLS-REP  SHIKARI® S-ATEVO Enzyme immunoassay for the qualitative determination of antibodies to Evolocumab in serum and plasma CE/IVD

FILGRASTIM

Filgrastim è utilizzato per ridurre la durata della neutropenia (basso numero di globuli bianchi) in corso di terapie con farmaci citotossici o mielotosssici, per eutropenia cronica grave o in pazienti con infezione da HIV. E’ inoltre impiegato nella preparazione al trapianto di midollo osseo e nella mobilizzazione cellule staminali dal sangue periferico.

MAT-FIL-QNS-FIL Q-AFA Enzyme immunoassay for the quantitative determination of specific anibodies to Filgrastim in serum and plasma CE/IVD

IPILIMUMAB

Ipilimumab è un anticorpo monoclonale anti-CTLA-4, che attiva il sistema immunitario stimolando la proliferazione delle cellule-T, le quali sviluppano una risposta immune più attiva contro le cellule tumorali.

Ipilimumab è approvato per pazienti con melanoma in stadio III non operabile o in stadio IV.

MAT-IPI-FD-YER Q-IPI Enzyme immunoassay for the quantitative determination of specific Ipilimumab(Yervoy®) in human serum and plasma CE/IVD

MAT-IPI-QNS-YER S-ATI Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Ipilimumab Antibody screening – Quantitative (Yervoy®) in Serum/Plasma CE/IVD

IXEKIZUMAB

Ixekizumab è un anticorpo monoclonale sviluppato per legarsi all’interleuchina 17A che è coinvolta nei disordini che causano la psoriasi, ne blocca l’azione e riduce l’attività del sistema immunitario.

MAT-IXE-FD-TAL  Q-IXE Enzyme immunoassay for the determination of specific Ixekizumab (Taltz® ) in human serum and plasma CE/IVD

MAT-IXE-QLS-TAL  S-ATIXE Enzyme Immunoassay Qualitative Antibodies to Ixekizumab (Taltz® ) Antibody screening in Serum/Plasma CE/IVD

NATALIZUMAB

Il Natalizumab è un anticorpo monoclonale che impedisce la migrazione dei leucociti attraverso la barriera ematoencefalica e può arrestare la cascata infiammatoria nella sclerosi multipla.

MAT-NAT-FD-TYS Shikari® (Q-NAT) Natalizumab (Tysabri®) Free drug Serum/Plasma ELISA CE/IVD

MAT-NAT-QNS-TYS Shikari® ( S-ATNAT) Enzyme immunoassay for the quantitative determination (screening) of antibodies to Natalizumab (TYSABRI®) in serum and plasma with confirmation CE/IVD

NIVOLUMAB

Nivolumab (Opdivo®) è un anticorpo monoclonale anti-PD-1 che attiva il sistema immunitario agendo sulle cellule-T, le quali intervengono con una risposta immune contro le cellule tumorali.

Approvato per il trattamento del tumore del polmone, del tumore del rene e del Linfoma di Hodgkin.

MAT-NIV-FD-OPD Q-NIVO Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Nivolumab (Opdivo®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-NIV-QNS-OPD S-ATN Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Nivolumab Antibody screening- Quantitative (Opdivo®) in Serum/Plasma CE/IVD

OMALIZUMAB

Omalizumab (Xolair®) è un anticorpo monoclonale IgG1κ umanizzato da DNA ricombinante che si lega selettivamente alle immunoglobuline E (IgE) umane.

Usato per il trattamento dell’asma moderata a grave i cui sintomi non sono controllabili da corticosteroidi per via inalatoria.

PALIVIZUMAB

Il Palivizumab è un anticorpo monoclonale che viene usato per la prevenzione delle infezioni da virus respiratorio sinciziale. È indicato nei neonati ad alto rischio per la prematurità o altri problemi.

MAT-PAL-FD-SYN Shikari® (Q-PAL) Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Palivizumab (Synagis®) in human serum and plasma CE/IVD

MAT-PAL-QNS-SYN Shikari® (S-ATPAL) Enzyme immunoassay for the quantitative determination (screening) of antibodies to Palivizumab (Synagis®) in serum and plasma with confirmation CE/IVD

PEMBROLIZUMAB

Pembrolizumab (Keytruda®) è un anticorpo monoclonale anti-PD-1, che attiva il sistema immunitario stimolando la proliferazione delle cellule T, le quali montano una risposta immune più attiva contro le cellule tumorali.

Pembrolizumab è approvato per pazienti con melanoma in stadio III non operabile o in stadio IV, indipendentemente dalla presenza della mutazione di BRAF.

MAT-PEM-FD-KEY Q-PEM Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Pembrolizumab (Keytruda®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-PEM-QNS-KEY S-ATP Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Pembrolizumab Antibody screening – Quantitative (Keytruda®) in Serum/Plasma CE/IVD

PERTUZUMAB

Pertuzumab è un anticorpo monoclonale progettato per riconoscere e legarsi a HER2, una proteina presente sulla superficie delle cellule tumorali HER2 positive. Legandosi alle HER2, pertuzumab impedisce a questa proteina di produrre segnali che inducono le cellule tumorali a crescere, causandone in tal modo la morte. Esso inoltre attiva le cellule del sistema immunitario, che aggrediscono le cellule tumorali.

MAT-PER-FD-PER Q-PER Enzyme immunoassay for the determination of Pertuzumab (Perjeta® ) in serum and plasma CE/IVD

MAT-PER-QLS-PER S-ATPER Enzyme Immunoassay Qualitative Antibodies to Pertuzumab (Perjeta® ) Antibody screening  in Serum/Plasma CE/IVD

RAMUCIRUMAB

Ramucirumab (Cyramza) è un medicinale antitumorale usato nel trattamento di pazienti adulti con carcinoma gastrico di stadio avanzato o con tumore localizzato nel tratto in cui l’esofago si unisce allo stomaco. Ramucirumab è usato in associazione a un altro medicinale, paclitaxel, quando la malattia è peggiorata nonostante il trattamento con medicinali a base di platino e fluoropirimidine.

MAT-RAM-FD-CYR Q-RAM Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Ramucirumab in serum and plasma CE/IVD

MAT-RAM-QLS-CYR S-ATRAM Enzyme immunoassay for the qualitative determination of antibodies to Ramucirumab in serum and plasma CE/IVD

RANIBIZUMAB

Il Ranibizumab nome commerciale Lucentis è un anticorpo monoclonale frammento derivato dall’anticorpo similare murino bevacizumab (Avastin).

Ha attività antiangiogenica ed è stato approvato per il trattamento della Degenerazione maculare età correlata (AMD) che è una comune causa di cecità nell’anziano.

Il ranibizumab si lega ed inibisce una serie di sottotipi del fattore di crescita vascolare endoteliale A (VEGF-A).

MAT-RAN-FD-LUC Q-RAN Enzyme immunoassay for the quantitative determination of free Ranibizumab in aqueous humour CE/IVD

RISANKIZUMAB

Risankizumab è un anticorpo monoclonale umanizzato, costituito da una immunoglobulina G1 (IgG1),
che si lega selettivamente con elevata affinità alla subunità p19 della citochina umana interleuchina 23
(IL-23) senza legarsi a IL-12 e inibisce la sua interazione con il complesso del recettore IL-23. IL-23 è
una citochina coinvolta nelle risposte infiammatorie e immunitarie.

MAT-RIS-FD-SKY Q-RIS Enzyme immunoassay for the determination of antibodies to Risankizumab (Skyrizi® ) in serum and plasma CE/IVD

MAT-RIS-QNS-SKY Shikari® (S-ATRIS) Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to Risankizumab (Skyrizi®) in serum and plasma with confirmation CE/IVD

SECUKINUMAB

Il Secukinumab, nome commerciale Cosentyx®, è un anticorpo monoclonale che trova impiego nel trattamento della psoriasi a placche, dell’artrite psoriasica e dalla spondiloartrite assiale.

MAT-SEC-FD-VER  SHIKARI® Q-SEC Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Secukinumab (COSENTYX® Verxant®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-SEC-QLS-VER  SHIKARI® S-ATSEC Enzyme immunoassay for the qualitative determination of antibodies to Secukinumab in serum and plasma CE/IVD

TOCILIZUMAB

Il Tocilizumab, o atlizumab, è un anticorpo monoclonale umanizzato posto in vendita con i nomi commerciali di Tocilizumab, Actemra e RoActemra.

È un farmaco immunosoppressore, studiato soprattutto per il trattamento dell’artrite reumatoide e dell’artrite idiopatica giovanile sistemica, una grave forma di artrite reumatoide dei bambini.

Il tocilizumab è attivo contro il recettore dell’interleuchina-6 (IL-6R).

L’interleuchina-6 (IL-6) è una citochina che gioca un ruolo importante nella risposta immunitaria ed è implicata nella patogenesi di molte malattie, quali le malattie autoimmuni, il mieloma multiplo e il cancro della prostata.

TRASTUZUMAB

Il Trastuzumab, nome commerciale Herceptin, è un anticorpo monoclonale umanizzato utilizzato per contrastare il carcinoma mammario avanzato, recidivante o diffuso ad altri organi (carcinoma mammario secondario).

MAT-TRA-FD-HH Q-TRAS Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Trastuzumab (Herceptin®, Herclon®) CE/IVD

MAT-TRA-QNS-HH S-ATT Enzyme immunoassay for the quantitative determination of antibodies to Trastuzumab (Herceptin®, Herclon®) in serum and plasma CE/IVD

EPI-KTR755  Serolisa™ Humanized Anti-Her2/neu (Herceptin/ trastuzumab) ELISA Kit

USTEKINUMAB

Ustekinumab è un anticorpo monoclonale IgG interamente umano prodotto in una linea cellulare di mieloma murino, usando la tecnica del DNA ricombinante. E’ stato registrato tramite procedura centralizzata europea nel trattamento della psoriasi a placche di grado da moderato a severo in pazienti non responders o intolleranti ad altre terapie sistemiche.

MAT-UST-FD-STE Q-UST Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Ustekinumab in human serum and plasma CE/IVD

MAT-UST-QNS-STE Shikari® (S-ATU) Enzyme immunoassay for the quantitative determination of specific antibodies to Ustekinumab (Stelara®) in human serum and plasma with confirmation CE/IVD

MAT-UST-SPEC-STE Shikari® (QS-UST) Enzyme immunoassay for the specific and quantitative determination of free Ustekinumab (Stelara®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-UST-TCAP-NAB-STE SHIKARI® T-CAP Nab Assay™-Ustekinumab ELISA Kit CE/IVD

VEDOLIZUMAB

Il Vedolizumab, nome commerciale Entyvio, è impiegato per il trattamento, negli adulti, del Morbo di Crohn (moderato-severo) e della Colite Ulcerosa.

IMM-KM9600 Vedolizumab drug level LC-MS/MS Kit for the in vitro determination of free vedolizumab
concentration (e. g. Entyvio®) in EDTA plasma and serum.

MAT-VED-FD-ENT Q-VEDO Enzyme immunoassay for the quantitative determination of Vedolizumab in human serum and plasma CE/IVD

MAT-VED-QNS-ENT Shikari® (S-ATV) Enzyme Immunoassay Quantitative Antibodies to Vedolizumab (Entyvio®) in Serum/Plasma with confirmation CE/IVD

MAT-VED-SPEC-VED Shikari® (QS-VEDO) Enzyme immunoassay for the specific and quantitative determination of free Vedolizumab (Entyvio®) in serum and plasma CE/IVD

MAT-VED-TCAP-NAB-ENT SHIKARI® T-CAP Nab Assay ™-Vedolizumab ELISA Kit CE/IVD

HAMA e HAHA

Questi test  permettono di rivelare la presenza di auto anticorpi HAMA, HAHA e MAHA  che possono influenzare la diagnosi e il trattamento con farmaci biologici nei pazienti.

EPI-KT806 HAHA (Human Anti-human Antibody) ELISA Kit, CE/IVD

EPI-KT805 HAMA (Human Anti- Mouse Antibody) ELISA Kit, CE/IVD

EPI-KT807 MAHA (Mouse Anti-human Antibody) ELISA Kit

Letteratura:

1 Lombardi S, Bernardoni C, Bertolucci D, et al. Biologic therapies in rheumatic diseases: drug and anti-drug antibody levels and clinical efficacy. Journal of Autoimmunity and Cell Responses, Volume 4, Article 1, 2017.**

2 Gregoritza M, Messmann V, Abstiens K, Brandl FP, Göpferich AM, Controlled antibody release from degradable thermoresponsive hydrogels cross-linked by Diels-Alder chemistry, Biomacromolecules, Just Accepted Manuscript, 22 Jun 2017.

3 Aldrich MB, Velasquez FC, Kwon S, Lymphatic delivery of etanercept via nanotopography improves response to collagen-induced arthritis, et al., Arthritis Research & Therapy 19:116, 2017.**

4 Kolar M, Duricova D, Bortlik M, et al., Infliximab Biosimilar (Remsima TM ) in Therapy of Inflammatory Bowel Diseases Patients: Experience from One Tertiary Inflammatory Bowel Diseases Centre, Digestive Disease, 35:91–100, 2017.

5 Gibellini L, De Biasi S, Bianchini E, et al. Anti-TNF-α Drugs Differently Affect the TNFα-sTNFR System and Monocyte Subsets in Patients with Psoriasis. Richard Y, ed. PLoS ONE. 11(12), 2016.**

6 Julsgaard M, Christensen LA, Gibson PR, Gearry RB, Fallingborg J, Hvas CL,Bibby BM, Uldbjerg N, Connell WR, Rosella O, Grosen A, Brown SJ, Kjeldsen J,Wildt S, Svenningsen L, Sparrow MP, Walsh A, Connor SJ, Radford-Smith G, LawranceIC, Andrews JM, Ellard K, Bell SJ. Concentrations of Adalimumab and Infliximab in Mothers and Newborns, and Effects on Infection. Gastroenterology. Jul;151(1):110-9, 2016.**

7 Jonathan GG, Beatriz AÁ, Nazco C GJ, Norberto BL, Fernando GN. Plasma levels of trastuzumab in gastric cancer: Case report. J Oncol Pharm Pract. Sep 23, 2016.**

8 Choi SY, Kang B, Lee JH, Choe YH. Clinical Use of Measuring Trough Levels and Antibodies against Infliximab in Patients with Pediatric Inflammatory Bowel Disease. Gut Liver. Sep 9 2016.**

9 Chen L., et al., Efficient Production of a Bioactive Bevacizumab Monoclonal Antibody Using the 2A Self-cleavage Peptide in Transgenic Rice Callus. Frontiers in Plant Science August 2016 | Volume 7 | Article 1156.**

10 Farkas K., et al., Efficacy of infliximab biosimilar CT-P13 induction therapy on mucosal healing in ulcerative colitis. Journal of Crohn’s and Colitis Advance Access published April 21, 2016.

11 Gutiérrez A, Zapater P, Juanola O, Sempere L, García M, Laveda R, Martínez A, Scharl M, González-Navajas JM, Such J, Wiest R, Rogler G, Francés R. Gut Bacterial DNA Translocation is an Independent Risk Factor of Flare at Short Term in Patients with Crohn’s Disease. Am J Gastroenterol. Apr;111(4):529-40, 2016.

12 Won Jae Song, Ben Kang, So Yoon Choi, and Yon Ho Choe. Adalimumab Treatment in Pediatric-Onset Crohn’s Disease Patients after Infliximab Failure: A Single Center Study. Pediatr Gastroenterol Hepatol Nutr. Jun; 19(2): 116–122, 2016.**

13 Hayashi S, et al., Early Prognostic Factors Associated with the Efficacy of Infliximab Treatment for Patients with Rheumatoid Arthritis with Inadequate Response to Methotrexate. Rheumatol Ther (2016) 3:155–166 **

14 Bortlik M., et al., Discontinuation of anti-tumor necrosis factor therapy in inflammatory bowel disease patients: a prospective observation. Scandinavian Journal of Gastroenterology, 2016 vol. 51, no. 2, 196–202.

15 Al-Karkhi M.A., et al., Correlation between Anti-infliximab and Anti-CCP Antibodies Development in Patients with Rheumatoid Arthritis Treated with Infliximab in Baghdad Teaching Hospital. IOSR Journal of Dental and Medical Sciences, Volume 14, Issue 11 Ver. IV (Nov. 2015), PP 95-100.**

16 Kui R, Gál B, Gaál M, Kiss M, Kemény L1, Gyulai R. Presence of antidrug antibodies correlates inversely with the plasma tumor necrosis factor (TNF)-α level and the efficacy of TNF-inhibitor therapy in psoriasis. J Dermatol. Sep;43(9):1018-23, 2016.**

17 Bodini G., Edoardo G. Giannini, Edoardo V. Savarino, and Vincenzo Savarino. Adalimumab Trough Levels and Response to Biological Treatment in Patients With Infl ammatory Bowel Disease: A Useful Cutoff in Clinical Practice. Am J Gastroenterol. Vol. 110, March, 2015.

18 Juanola O., et al., Anti-TNF-alpha loss of response is associated with a decreased percentage of FoxP3+ T cells and a variant NOD2 genotype in patients with Crohn’s disease. J Gastroenterol (2015) 50:758–768.

19 Fujita T, Murata Y, Hemmi S, Kajiwara M, Yabuki M, et al. (2015) Persistent Complement Activation is Associated with Insulin Resistance and Chronic Inflammation in Overweight Patients with Type 2 Diabetes with Dyslipidemia. Int J Immunol Immunother 2:007, 2015. **

20 Malíckova K, et al., Serum trough infliximab levels: A comparison of three different immunoassays for the monitoring of CT-P13 (infliximab) treatment in patients with inflammatory bowel disease, Biologicals 2015.

21 Farkas K. et al, Efficacy of the new infliximab biosimilar CT-P13 induction therapy in Crohn’s disease and ulcerative colitis experiences from a single center. Expert Opin. Biol. Ther. 15:(9) 2015.

22 Lee Y.M. et al, Infliximab ‘‘Top-Down’’ Strategy is Superior to ‘‘Step-Up’’ in Maintaining Long-Term Remission in the Treatment of Pediatric Crohn Disease. JPGN 60: (737–743), 2015.

23 Al-Karkhi M.A., et al., Development of Antibodies against Infliximab in Iraqi Patients with Rheumatoid Arthritis. J Fac Med Baghdad, 57: (241-243), 2015.**

24 Bergen T.V., et al., Complementary effects of bevacizumab and MMC in the improvement of surgical outcome after glaucoma filtration surgery. Acta Ophthalmologica 2015, 667-678.**

25 Aydın C, AtaoÄŸlu H., Demonstration of β-1,2 Mannan Structures Expressed on the Cell Wall of Candida albicans Yeast Form But Not on the Hyphal Form by Using Monoclonal Antibodies Mikrobiyol Bul 49(1): 66-76, 2015.

26 Pallagi-Kunstár É. et al., Utility of serum TNF-a, infliximab trough level, and antibody titers in inflammatory bowel disease. World J Gastroenterol. 20(17): (5031-5035), 2014. **27 Khanna R., et al., Therapeutic Drug Monitoring of TNF Antagonists in Inflammatory Bowel Disease. Gastroenterology & Hepatology, August (478-489),2014. **

28 Krajcovicova A. et al., Delayed hypersensitivity reaction after initial dose of infliximab: a case report. European Journal of Gastroenterology& Hepatology 26:(485-487), 2014.

29 Erdemli Ö., et al, In vitro evaluation of effects of sustained anti-TNF release from MPEG-PCL-MPEG and PCL microspheres on human rheumatoid arthritis synoviocytes.2014. Journal of Biomaterials Application, 29(4):524-42, 2014. **

30 Avdeeva A.A., Aleksandrova E.N., Karateev D.E., Luchikhina E.L., Novikov A.A., Cherkasova M.V., Nasonov E.L. EFFICACY OF ADALIMUMAB IN EARLY RHEUMATOID ARTHRITIS IN RELATION TO ITS SERUM LEVEL AND THE PRESENCE OF ANTI-DRUG ANTIBODY. Rheumatology Science and Practice. 52(6):624–630. 2014 Russian, English abstract 

31 Bortlik M, et al, Impact of Anti-Tumor Necrosis Factor Alpha Antibodies Administered to Pregnant Women With Inflammatory Bowel Disease on Long-term Outcome of Exposed Children. Inflamm Bowel Dis 20 : (495-451), 2014.

32 Jung Y et al., “Temperature-modulated noncovalent interaction controllable complex for the long-term delivery of etanercept to treat rheumatoid arthritis”, J. Control. Release 2013.

33 Gutierrez A, et al, Genetic susceptibility to increased bacterial translocation influences the response to biological therapy in patients with Crohn’s disease, Gut 0:1–9, 2013. **

34 Grosen A., et al, Infliximab concentrations in the milk of nursing mothers with inflammatory bowel disease, J Crohns Colitis 2013. **

35 Romero G., et al, Poly(Lactide-co-Glycolide) Nanoparticles, Layer by Layer Engineered for the Sustainable Delivery of AntiTNF-α. Macromol. Biosci. 13: (903–912), 2013.

36 Cheong C, et al, Etanercept Attenuates Traumatic Brain Injury in Rats by Reducing Brain TNF-α Contents and by Stimulating Newly Formed Neurogenesis, Mediators of Inflammation, 2013; Volume 2013, Article ID 620837, 9 pages **

37 Bortlik M et al, “Pregnancy and newborn outcome of mothers with inflammatory bowel diseases exposed to anti-TNF-a therapy during pregnancy: three-center study”, Scandinavian Journal of Gastroenterology. 48: 951–958, 2013

38 Bortlik M, et al, Infliximab trough levelsmay predict sustained response to infliximab in patients with Crohn’s disease, Journal of Crohn’s and Colitis 2012. **

39 Malickova K, et al, Phosphatidylserine-dependent anti-prothrombin antibodies (aPS/PT) in infliximab-treated patients with inflammatory bowel diseases, Autoimmun Highlights, 2012. **

40 Takahashi H, et al, Plasma trough levels of adalimumab and infliximab in terms of clinical efficacy during the treatment of psoriasis, Journal of Dermatology 2012; 39: 1- 4. **

41 Seok Lee Y, et al, “Efficacy of Early Infliximab Treatment for Pediatric Crohn’s Disease: A Three-year Follow-up”, Pediatric Gastroenterology, Hepatology & Nutrition 2012; 15(4):243-249 **42 Molnar T, et al, “Importance of trough levels and antibody titers on the efficacy and safety of Infliximab therapy in inflammatory bowel disease”, Z Gastroenterol 2012; 50 – A5343 Kato S, et al, “Elevated Serum IgE Prior to Acute Severe Infusion Reaction During Infliximab Maintenance Therapy in a Crohn’s Disease Patient”, Crohn’s & Colitis Foundation of America 201144 Adisen E, et al, “Anti-infliximab antibody status and its relation to clinical response in psoriatic patients”: A pilot study, Journal of Dermatology 2010; 37: 708–713.

Poster:

1 Malickova K, et al,. Monitoring patients treated with infliximab: Assessing Anti-Infliximab antibodies, Czech Republic. EUROMEDLAB. Autoimmune diseases 2009. S1152 Malickova K, et al, Formation of antiphospholipid antibodies and antibodies to infliximab in anti-TNF-alpha antibody-treated patients with inflammatory bowel diseases, Charles University in Prague Czech Republic (2011).

2 Malickova K, et al, Relationship between serum trough infliximab levels, serum antibodies to infliximab, serum albumin levels and clinical response to infliximab treatment in patients with inflammatory bowel diseases, Charles University in Prague Czech Republic. (2011)

3 Lukas M, et al, Anti-infliximab antibodies in routine clinical practice is it worth to assess them, Czech Republic

4 Duricova D, et al, Predictors of sustained response to infliximab with Crohn’s disease: A single cohort study, Czech Republic

5 Bodini G, et al, Correlation between Adalimumab trough serum concentration, Anti-Adalimumab antibodies and TNF-Alpha levels with clinical outcome in patients affected by Crohn’s disease,. United European Gastroenterology. Italy 2013.

6 Julsgaard M, et al, Time since last drug exposure in pregnancy determines Adalimumab and Infliximab levels in neonates(Era Study), Italy 2014

7 Szepes Z., et al, Clinical utility of measuring serum TNF alpha level, anti TNF alpha levels and antibody titers in critical situations in inflammatory bowel disease and in psoriasis, ECCO 2014 Inflammatory Bowel Disease.

8 Julsgaard M., et al, Intra-uterine Exposure to Anti-TNF-alpha therapy(ERA study):Infliximab and adalimumab cord blood levels correlate with maternal levels at birth, ECCO 2014 Inflammatory Bowel Disease.

9 Goldberg R., et al, Predictors of sub-therapeutic infliximab oradalimumab trough levels and anti-drug antibodies and their influence on therapeutic decisions, ECCO 2014 Inflammatory Bowel Disease.

10 H. Akbulut, et al: The role of immune system on the efficacy of bevacizumab in patients with metastatic colorectal cancer (mCRC). Medical Oncology, Ankara University School of Medicine, Ankara, Turkey. 1553 P, Annals of Oncology, Volume 27, 2016, 7–11 October 2016, Copenhagen, Denmark.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

DenHyb Hybridization Solutions

Soluzione di ibridazione per diluire le sonde per una migliore efficienza di FISH e ISH.

BENEFICI: 

  • Riduce i costi con una diluizione della sonda da 5 a 40 volte
  • Saving probes
  • Compatibile con una vasta gamma di sonde
  • Adatto per la maggior parte dei protocolli
  • Stabile per più di un anno a -20 °C
  • Disponibile per cellule e tessuti

1) cDenHyb™ Solutions (for Cell FISH — interphase and metaphase FISH)

cDenHyb-1:

cDenHyb-1 è ottimizzato per FISH su cellule quando sono state utilizzate sonde a sequenza ripetuta/centromerica o paint.

cDenHyb-2:

cDenHyb-2 è ottimizzato per FISH su cellule quando sono state utilizzate sonde a sequenza unica.

2) tDenHyb™ Solutions (for Tissue FISH on paraffin-embedded tissuse slides)

tDenHyb-1:

tDenHyb-1 è ottimizzato per FISH su sezioni di tessuto incluse in paraffina quando sono state utilizzate sonde a sequenza ripetuta/centromerica.

tDenHyb-2:

tDenHyb-2 è ottimizzato per FISH su sezioni di tessuto incluse in paraffina quando sono state utilizzate sonde a sequenza unica.

 

PROTOCOLLO: denhyb_protocol

LETTERATURA: denhyb_citations

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Distribuzione CRYSTAL CHEM

Crystal Chem è un fornitore leader di kit diagnostici e di ricerca di alta qualità da oltre 30 anni.

L’Azienda, specializzata nel settore diabetico, ha ampliato il pannello dei kit alle seguenti applicazioni:

Di seguito kit specifici per FARMACOLOGIA per campioni da topo, ratto e umano:

Leptin 
Reliable, wide range assays for leptin measurement using a 5µL sample

GIP (Active)
Our GIP kits use a smaller sample volume than any other kit

TOP PRODUCTS:

Mouse e Rat Glucagon ELISA kit

Kit per la misura quantitativa del glucagone del topo o del ratto nel plasma, nel siero e nel supernatante delle colture cellulari utilizzando solo 10 μL di campione.

I kit hanno una grande specificità al glucagone e solo <1% di reattività con la glicentina, GLP-1, GLP-2 (7-36 o 9-36) NH2, ossimetomodulina o mini-glucagone.
I kit hanno anche una procedura semplificata overnight che prevede solo un lavaggio intermedio.

Catalog Number
Mouse Glucagon ELISA Kit. . . . . . . . . . . CYC-81518
Rat Glucagon ELISA Kit . . . . . . . . . . . . . CYC-81519

Sample Size
10 µL

Range
7.8-500 pg/mL
(2.2-144 pmol/L)

Sensitivity
< 1.1 pg/mL
(0.3 pmol/L)

Samples
Serum, plasma, cell culture

No. Tests
96 Tests

Highlights:

  • Small sample volume (10 μL)
  • High sensitivity
  • 1-step ELISA
  • Short, overnight procedure
  • < 1% cross-reactivity to glicentin, GLP-1
    oxyntomodulin, mini-glucagon, or GIP
  • Also available for human samples

Human Insulin ELISA kit

E’ l’unico kit sul mercato con 100% di cross-reattività con la maggior parte di analoghi dell’insulina terapeutica come: Lispro, Aspart e Glargine.

Il kit presenta una cross-reattività del 100% con insulina e quasi nessuna cross-reattività con altri marcatori come c-peptide, proinsulina e insulina di topo/ratto.

Catalog Number…………………….CYC-90095

Sample Size
25 µL

Range
0.9 – 220 mU/L

Sensitivity
0.25 mU/L

Assay Time
2.5 hrs

Samples
Plasma, Serum

Precision
CV ≤ 10.0%

Highlights:

  • High Specificity
    Insulin……….100%
    Proinsulin….1.2%
    C-peptide……..0%
  • ~100% cross-reactivity with most analogues

Cross Reactivity

Insulin…………………………………………100%
Insulin Lispro………………………………..108%
Insulin Aspart…………………………………94%
Insulin Glargine……………………………..104%
Proinsulin……………………………………..1.2%
C-Peptide………………………………………..0%
Mouse / rat insulin………………………….≤10%

  • High sensitivity
    0.25 mU/L

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Distribuzione ASSAYGATE

AssayGate sviluppa e produce kit ELISA innovativi per la ricerca preclinica ed è specializzata in vari servizi tra cui xMAP, Simoa (Single Molecule Array) ELISA Testing Services, …

Tra i vari servizi:

I test ELISA si concentrano sui biomarcatori proteici per i tumori, angiogenesi, infiammazioni, malattie cardiovascolari, metabolismo, endocrinologia, immunologia, immunotossicità e proteine di fase acuta in ambito umano e di altre specie.

AssayGate produce i propri kit di dosaggio immunologico negli Stati Uniti.

Human ELISA Kits:

118931 Androgen receptor (AR), C-terminal

118930 Androgen receptor (AR), N-terminal

118909 AXL

118910 Bone alkaline phosphatase (BALP)

118907 Cytidine deaminase (CDA)

118920 c-Met

118937 Enolase 1 or Alpha-enolase (ENO1)

118906 Enolase 3 (ENO3)

118911 Growth Arrest-Specific 6 (GAS6)

118932 Hemoglobin (Hb)

118933 Hemoglobin A1c (HbA1c)

118913 Insulin-like growth factor 1 receptor (IGFIR)

118914 Lipopolysaccharide binding protein (LBP)

118916 Lactate dehydrogenase -5 (LDH-5)

118912 Lactate dehydrogenase A (LDHA)

118904 Midkine

118917 Mucin 4 (MUC-4)

118903 Neuregulin 1- β1 (NRG1- β1)

118927 Programmed cell death protein 1 (PD-1)

118928 Programmed death-ligand 1 (PD-L1)

118929 Programmed death-ligand 2 (PD-L2)

118918 Regenerating islet-derived family, member 4 (REG4)

118934 S100A8

118935 S100A9

118915 Semaphorin 3C (SEMA3C)

118936 Transforming growth factor beta receptor III (TGFBR3)

118905 Tyrosine kinase with immunoglobulin-like and EGF-like domains 1 (TIE-1)

118919 UL16 binding protein 2 (ULBP2)

118902 Vascular endothelial growth factor 121 (VEGF-121)

118901 von Willebrand Factor (vWF)

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Kit ELISA salivari e SAT test

La misurazione esatta delle concentrazioni ormonali è importante per la corretta stima dell’equilibrio ormonale e della funzione endocrina.

Questa misurazione viene tradizionalmente eseguita su campioni di sangue/siero/plasma.

Diversi ormoni possono anche essere analizzati nella saliva.

Questa tecnica offre diversi vantaggi:

  • il campionamento è non invasivo;
  • può essere fatto sempre e ovunque;
  • Economicità e Affidabilità – CE/IVD

Il test della saliva per gli ormoni steroidei è di gran lunga il metodo più affidabile e conveniente per misurare l’attività ormonale.

I principali campi di applicazione sono la psicologia, endocrinologia, anti-aging, medicina sportiva, diagnostica veterinaria e molto altro.

BROCHURE>>>

Nel corso degli ultimi anni, la cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa tandem (LC / MS-MS) è diventata il “gold standard” per la quantificazione di tali analiti a basso peso molecolare e può essere utilizzato come metodo di riferimento affidabile.

Da un confronto effettuato tra i nostri ELISA salivari e LC/MS-MS  per la rilevazione di ormoni steroidei, la  correlazione è eccellente (Vedi grafici).

BEST SELLER PRODUCTS:

Alpha-Amylase Saliva ELISA CE DEM-DEEQ6231

Nuovo importante marcatore di stress ossidativo.

La continua ricerca correla l’alfa amilasi salivare a memoria, comportamento, disturbi alimentari, funzioni cognitive, invecchiamento.

La valutazione contemporanea di alfa amilasi e cortisolo salivari è utile per chiarire la risposta allo stress biologico (Gordis et al., 2006).

Per la valutazione del danno al DNA, è disponibile il kit:

NEW 8OHdG Check JAI-KOG-200SE applicabile anche a campioni di saliva.

CORTISOL FREE IN SALIVA DEM-DES6611

Technology: ELISA

Kit size: 96 wells

Sample material: saliva

Sample preparation: Freeze, thaw, centrifuge

Sample volume: 50 µl

Standard range: 0.1 – 30 ng/ml

Incubation: 60, 30 min

Measuring system: TMB at 450 nm

Sensitivity: 24 pg/ml

ESTRIOL FREE IN SALIVA DEM-DES6644

Technology: ELISA

Kit size: 96 Tests

Sample material: Saliva

Sample preparation: freeze, thaw, centrifuge

Sample volume: 50 µl

Standard range: 2.5 – 4000 pg/ml

Incubation: 60 min, 30 min at RT

Measuring system: TMB at 450 nm

Sensitivity: 1.4 pg/ml

PROGESTERONE IN SALIVA DEM-SAE-6300

Technology: ELISA

Kit size: 96

Sample material: saliva

Sample preparation: freeze, thaw, centrifuge

Sample volume: 100µl

Standard range: 10 – 5000 pg/ml

Incubation: 60min (shaking/RT), 30min

Measuring system: TMB 450nm

Sensitivity: 5 pg/ml

TESTOSTERONE FREE IN SALIVA DEM-DES6622

Technology: ELISA

Kit size: 96

Sample material: saliva

Sample preparation: freeze, thaw, centrifuge

Sample volume: 100µl

Standard range: 10 – 1000 pg/ml

Incubation: 60min shaking, 30min at RT

Measuring system: TMB at 450nm

Sensitivity: 2.2 pg/ml

SAT TEST E MINISAT

Il fotometro MiniSat è di facile uso e, tramite il SAT test, fornisce i valori della capacità antiossidante della saliva.

L’esposizione ad agenti fisici (es. caldo, freddo, umidità,…), chimici (es. acidità, fumo di sigaretta, alcolici,…) biologici (es. batteri, processi infiammatori) oltre che una ridotta disponibilità di antiossidanti salivari e dei tessuti (es. ghiandole e mucose), possono alterare il bilancio ossidoriduttivo del cavo orale e generare una condizione di STRESS OSSIDATIVO locale.

Lo STRESS OSSIDATIVO prolungato finisce per costituire il substrato di una vera e propria patologia asintomatica che può nel tempo favorire l’insorgere di una vasta gamma di stati patologici: placca, carie, stomatiti, gengiviti, infiammazioni del colletto fino alla malattia parodontale.

Il SAT test (Saliva Antioxidant Test) è il nuovissimo test, affidabile, preciso, ripetibile che consente di determinare lo stress ossidativo della saliva permettendo di scoprire in un minuto lo stato di salute del cavo orale.

La semplicità e velocità di esecuzione (1 minuto) del test e il basso costo sono le caratteristiche chiave del SAT test pensato per la prevenzione e il controllo delle patologie a carico del cavo orale, o per monitorare l’efficacia di un trattamento ambulatoriale e/o terapeutico.

Composizione del kit SAT:

– 50 Cuvette predosate R1

– 1 Reattivo R2

– 50 quadratini di cotone

– 50 bicchierini monouso

– 100 puntali

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Endocrinologia – kit ELISA ad alta sensibilità

Endocrinologia – kit ELISA ad alta sensibilità

Endocrinologia – kit ELISA ad alta sensibilità per valutazioni accurate di ACTH, GLP-1, FGF-21, Osteocalcina…

Nuovi test ELISA per la determinazione altamente specifica e accurata dei disturbi correlati ai livelli patologici.

Human ACTH ELISA Kit

Kit per la misurazione quantitativa dell’ormone adrenocorticotropoumano in EDTA-plasma, utile per rilevare i livelli di ACTH elevati e carenti, importanti per stabilire la patologia in atto.

Livelli più elevati del normale:

Insufficienza surrenalica primaria di Addison
Iperplasia surrenalica Congenita
Sindrome di Cushing

Livelli inferiori a quello normale:

Ipopituitarismo e / o insufficienza surrenalica secondaria
Tumore della ghiandola surrenale
Altri tumori che producono cortisolo

Adrenocorticotropic Hormone (ACTH) ELISA Kit CE/IVD   EPI-KT882

GLP-1 

Active GLP-1 (7-36) ELISA Kit       EPI-KT871

kit indicato per la determinazione quantitativa di  glucagone-likepeptide (7-36) bioattivo in campioni di plasma di mammifero.

La sequenza aminoacidica primaria di GLP-1 peptide si conservatra le specie di mammiferi (ratto, topo, maiale, umano, ecc. ).

Total GLP-1 ELISA Kit               EPI-KT876

kit  indicato per la determinazione quantitativa totale diglucagone-like peptide-1 (7-36) e (9-36) in mammiferi.

La sequenza aminoacidica primaria del peptide GLP-1 è identicatra le specie di mammiferi: ratto, topo, maiale, umano, ecc .

GLP-1 Sample Extraction Kit     EPI-KT910

Human Intact FGF-21

Kit che ha l’unicità di misurare la forma biologicamente attiva dell’FGF-21.

Questo ELISA è indicato per la determinazione quantitativa deilivelli umani di FGF-21 intatto  in EDTA-plasma o siero. Questo test non rileva frammenti FGF-21 .
E’ utile come aiuto nella diagnosi di carenze primarie della catena respiratoria, steatosi epatica non alcolica, e le altre condizioni correlate al diabete di tipo 2, diabete gestazionale, e l’obesità.

Human Intact FGF-21 ELISA kit CE/IVD    EPI-KT879

Human Osteocalcin (1-43/49) ELISA Kit

Kit immunoenzimatico  per la determinazione quantitativa dientrambe: osteocalcina  (1-49) e osteocalcina (1-43) umane, nei campioni di siero o plasma.

E’ utile per valutare l’attività di formazione ossea nei pazienti conl’osteoporosi, iperparatiroidismo primario, ipertiroidismo, morbo diPaget e osteodistrofia renale.

Human Osteocalcin (1-43/49) ELISA Kit CE/IVD   EPI-KT809

Altri ELISA disponibili:

Human Insulin ELISA Kit

Human High Sensitive Insulin ELISA Kit

Human Growth Hormone ELISA Kit

Human C-peptide ELISA Kit

Human High Sensitive C-peptide ELISA Kit

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

HPLC e LC-MS/MS Kit

HPLC e LC-MS/MS Kit

Kit HPLC e LC-MS/MS per determinazioni di antiossidanti, vitamine, metabolismo del Fe/ematologia, disturbi neurologici.

HPLC

Li StarFish offre una vasta gamma di prodotti HPLC per singolo uso o per sistemi automatizzati.

Offriamo saggi che analizzano i parametri del sistema ossidativo, i biomarcatori per la microcircolazione o per la determinazione di antiossidanti e vitamine.

I campi di applicazione sono numerosi: medicina dello sport, medicina dei trapianti, medicina preventiva, ricerca cardiovascolare, metabolismo osseo, ricerca ortomolecolare, ecc…

I nostri HPLC-kit consentono una determinazione accurata delle vitamine, una diagnosi tempestiva dei rischi cardiovascolari e un’analisi globale dello stress ossidativo.

I saggi HPLC per la determinazione della vitamina K1 nel plasma e siero sono unici sul mercato.

I test HPLC sono certificati ISO/CE, presupposto importante per il loro utilizzo in laboratori accreditati. Tutte le applicazioni HPLC per la routine e la ricerca sono prodotte secondo la normativa IVD 98/79 EG.

A differenza di analisi immunologiche, il metodo HPLC è in grado di rilevare ed eliminare gli effetti matrice. I kit HPLC permettono una gestione economica delle analisi: possono infatti essere usati per serie di campioni di piccole dimensioni o che possono essere automatizzate per un alto rendimento.

 

Reagenti singoli (Standards, calibratori, fase mobile, buffers, colonne, …) vendibili separatamante.

GAMMA DEI PRODOTTI PER HPLC – Clicca qui

SPECIFICHE TECNICHE HPLC/LC-MS/MS – Clicca qui

 

LC-MS/MS

Disponibili kit LC-MS/MS per la detection di Vitamina D, Hepcidin, Casomorphin/Gliadorphin, Vedolizumab, Pregnenolone Solfato, etc.

I kit sono CE/IVD.

GAMMA DEI PRODOTTI LC-MS/MS – Clicca qui 

Principali caratteristiche dei prodotti più richiesti:

24,25-(OH)2-Vitamin D3/ 25-OH-Vitamin D3 LC-MS/MS  IMM-KM1300

IDK® Caso./Glia. Peptides LC-MS/MS IMM-KM8000

IDKmonitor® Vedolizumab drug level, LC-MS/MS IMM-KM9600

Pregnenolone sulfate LC-MS/MS IMM-KM2000

E’ l’unico sistema disponibile per detectare la vitamina D 24-25.

Rileva 8 analiti con una singola analisi:

  • ß-Casomorphin 7
  • Casomorphin 1-3
  • Casomorphin 1-4
  • Casomorphin 1-4amid
  • Exorphin A5
  • Exorphin B5
  • Exorphin C
  • Gliadorphin

E’ l’unico kit LC-MS/MS disponibile.

I test ELISA detectano solo la ß-Casomorfina o la Gliadorfina.

E’ l’unico kit LC-MS/MS disponibile.

E’ l’unico test disponibile per detectare il Pregnenolone Solfato.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

CryoSure DMSO e DEX 40

CryoSure DMSO

Soluzione per il congelamento di Cellule Umane e Tessuti – Dispositivo per emotrasfusione ed ematologia (CE 0482, USP Grade).

Dimethyl Sulfoxide Cryo-Preservante in contenitori multidose, per la criopreservazione di cellule staminali ematopoietiche e tessuti, per proteggere le cellule dai danni del congelamento, durante il ciclo di congelamento/scongelamento.

CryoSure DMSO è un prodotto di qualità superiore “USP grade”. Completo dei certificati di analisi, secondo la farmacopea europea (Ph. Eur), americana (USP-NF) e quella giapponese (JP).
Ulteriori test addizionali vengono effettuati per i micoplasmi.
Controlli di stabilità del prodotto sono svolti con regolarità.

Il confezionamento, così come la produzione, sono realizzati in condizioni GMP.

DMSO scheda tecnica + protocollo

Formati disponibili:

WAK-DMSO-10  CryoSure DMSO  10x10ml

WAK-DMSO-50  CryoSure DMSO  6x50ml

WAK-DMSO-70  CryoSure DMSO  6x70ml

CryoSure DEX 40

Soluzione per il congelamento di Cellule da Cordone Ombelicale. Dispositivo per Emotrasfusione ed Ematologia (CE 0482, USP Grade).

Soluzione per la criopreservazione delle cellule staminali ematopoietiche da cordone ombelicale, secondo il metodo di Rubinstein et al.

(Rubinstein, P.; Dobrila, L.; Rosenÿeld, R.E.; Adamson, J.W.; Migliaccio, G.; Migliaccio, A.R.; Taylor, P.E.; Stevens, C.E .: “Processing and cryopreservation of placental / umbilical cord blood for unrelated bone marrow reconstitution” . Proc. Natl. Acad. Sci. USA 92 , 10119-10122 (1995))

Caratteristiche:

  • Materie prime di grado USP secondo le linee guida Q7A cGMP e ICH  (prerequisito per utilizzare una sostanza come API);
  • Riempimento asettico secondo le normative GMP e DIN EN ISO 13408;
  • Materiali di imballaggio primari progettati per resistere al solvente polare DMSO (comprovato da studi di stabilità);
  • Test finale del prodotto confezionato supera i requisiti USP ed EP in termini di pirogeni, micoplasma e identità;
  • Prodotto testato secondo la Farmacopea europea e statunitense per sterilità, pirogeni, endotossine, micoplasma e vitalità;
  • Contenitori provvisti di chiusure Flipoff-Tearoff.

DEX40 protocollo

Formati disponibili:

WAK-DEX40-8  CryoSure DEX40  25×8 ml

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

RELIATECH: Angiogenesi e Linfoangiogenesi

Ampia gamma di reagenti per la ricerca.

Angiogenesi (lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni da un letto vascolare esistente), non è solo essenziale per molti processi fisiologici, ad esempio ovulazione, placentazione ed embriogenesi, ma anche in situazioni fisiopatologiche quali l’angiogenesi tumorale, retinopatia diabetica, artrite reumatoide, o psoriasi.

Linfoangiogenesi è tradizionalmente messa in ombra dalla maggiore enfasi posta sull’angiogenesi. Ciò è dovuto in parte alla mancanza di identificazione di fattori linfoangiogenici, così come dalla disponibilità di marcatori che distinguono sangue da endotelio vascolare linfatico. Recentemente, nuovi fattori di crescita, recettori, proteine â€‹â€‹della superficie cellulare, e fattori di trascrizione sono stati trovati in grado di svolgere un ruolo nella endotelio linfatico. Si tratta di VEGF-C, VEGF-D, VEGFR-3, LYVE-1, Podoplanin e Prox-1. Specialmente il fattore di trascrizione Prox-1 e i due Podoplanin recettori transmembrana e LYVE-1 sono descritti come marcatori specifici per cellule endoteliali linfatiche.

Anticorpi per Angiogenesi

Podoplanin, LYVE-1, PROX-1 e CD31, etc…

The circulation system consists of blood vessels and lymphatic vessels.
The lymphatic system plays important roles in immune function, homeostasis and tumor metastasis. Clinical observations indicate thatwhile sarcomas spread mainly through the blood stream, most carcinomas spread primarily via the lymphatic vessels.

In animal models, overexpression of lymphangiogenic factors VEGF-C and VEGF-D in tumor cells enhances metastatic spread of tumors. In the past, there were no reliable markers to distinguish blood vessel endothelial cells and lymphatic endothelial cells. Only recently several specific lymphatic markers have been discovered and „lymphangiogenesis“ is now emerging as an exciting sector of angiogenesis research, largely due to potential clinical applications.

We support this research with a collection of well-validated antibodies against human and mouse lymphatic markers podoplanin, PROX-1 and LYVE-1.

Podoplanin is a well-recognized lymphatic endothelium marker, which can be used to reliably distinguish lymphatic vessels from blood vessels.
Podoplanin is a Mr 38000 membrane mucoprotein that was originally detected on the surface of rat glomerular epithelial cells (podocytes) and was found to be linked to fl attening of foot processes that occur in glomerular diseases. Podoplanin shows features of a membrane mucoprotein with several conserved O-glycosylation sites. Currently, it is of unknown biological function. Because heavily O-glycosylated mucoproteins were identified recently as counterreceptors for selectins that mediate adhesion of infl ammatory cells, it is possible that podoplanin plays a similar role in lymphatic endothelia.

The homeobox gene PROX-1 was originally cloned by homology to the Drosophila melanogaster gene prospero. PROX-1 is expressed in a subpopulation of endothelial cells which by budding and sprouting, give rise to the lymphatic system. PROX-1-defi cient homozygous mice have unaffected vasculogenesis and angiogenesis, but liver and lymphatics do not develop. Human PROX-1 gene has been mapped to chromosome 1q32.2 – q32.3, and its product shows 94% similarity to the chicken protein. The conserved structure and expression pattern of the Prox-1 gene imply that it may play the same roles in humans as in other vertebrates. The human PROX-1 gene is most actively expressed in the developing lens. Our anti-PROX-1 provide a highly specifi c marker of lymphatic endothelial cells.

Double Immunostaining of human lymphatic endothelial cells using antibodies to
Podoplanin (green) and PROX-1 (red)

Antibody tools for studying lymphatic vessels
The combination of anti podoplanin, anti-LYVE-1 and anti-CD31 /PECAM1 antibodies can be used to differentiate clearly between blood vessels, lymphatic vessels and bile ducts in paraffi n embedded or frozen sections (see schema below). Furthermore they are useful for immunoprecipitation experiments and western blotting.

                  Podoplanin CD31
Lymphatic vessel    +        +
Blood vessel           –        +
Bile duct                 +        –

Paraffin sections of mouse liver stained with (anti mouse Podoplanin, (first) and anti mouse CD31 (second)

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

ADEMTECH: soluzioni innovative per la separazione biomagnetica

Ademtech produce particelle calibrate (CV <20%) da 100 a 500 nm, con elevato contenuto magnetico (70% di ossidi di ferro)coniugate con acidi carbossilici, ammine, streptavidina, anticorpi o proteine A e G.

Queste particelle magnetiche sono state progettate particolarmente per concentrazione, separazione, purificazione ed identificazione di molecole e cellule specifiche. Inoltre, esse sono particolarmente adatte per l’integrazione in dispositivi microfluidici.

Ademtech offre la sua esperienza sui servizi di coniugazione personalizzati basati sulle nanoparticelle al fine di sviluppare sistemi automatici.

L’Azienda è certificata ISO 9001, ISO 14001 e ISO 13485.

TECNOLOGIA: la tecnologia di proprietà garantisce un processo di produzione riproducibile di emulsioni magnetiche calibrate. La frammentazione sotto taglio controllato consente la preparazione da 100 a 500 nm di emulsioni magnetiche uniformi (vedi figura sotto).

Le nanoparticelle sono superparamagnetiche: presentano proprietà magnetiche solo quando collocate all’interno di un campo magnetico e non mostrano alcun magnetismo residuo quando vengono rimosse da questo campo.

L’auto-organizzazione di particelle magnetiche si verifica quando stimolate da un campo magnetico. La separazione è delicata e non sono necessarie colonne o centrifugazioni.

COATING: 
Ademtech ha sviluppato internamente un processo di polimerizzazione che assicura un isolamento efficace del nucleo magnetico con elevata stabilità colloidale.

Il polimero fornisce al nucleo magnetico un guscio protettivo uniforme per isolare ossidi di ferro che possono interferire con alcune reazioni enzimatiche (come mostrato nelle foto a fianco).

La superficie idrofila abbassa l’interazione non specifica con le proteine.

Viro – Adembeads: per la cattura SEMPLICE  e VELOCE dei virus

Il kit ADE-07010 si basa sull’uso della tecnologia di separazione biomagnetica. Il metodo di separazione è delicato e non richiede l’uso di colonne o fasi di centrifugazione.

Il virus catturato da Viro-Adembeads rimane attivo e mantiene l’infettività.

La tecnologia di separazione biomagnetica è una tecnica semplice basata sulla separazione di sfere superparamagnetiche tramite un campo magnetico. Una volta aggiunte le Viro-Adembead si legano al bersaglio e il complesso risultante può essere rimosso dalla sospensione usando un magnete.

I principali vantaggi della manipolazione magnetica sono:

  • facile lavaggio
  • separazione e concentrazione del virus senza necessità di centrifugazione o colonne.

ViroAdembeads consente di migliorare l’efficienza delle infettività dei virus concentrandoli e promuovendo il contatto cellula-virus. Facilita inoltre i protocolli di infezione virale comunemente usati che richiedono elevata laboriosità.

Descrizione del prodotto:

Il kit contiene tutti i componenti necessari per la cattura dei virus. E’ possibile eseguire 25 esperimenti. Il tampone viene prodotto in condizioni asettiche.

Vedi il protocollo >

Necessità di velocizzare?

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

NEW! qPCR AnyGenes® all-in-one solutions

SignArray® System, Microbiota Assay, SpeAmpn system, DiLysis system.

Prodotti:

  • SignArray® System (Any signaling pathways for any species, 96 or 384 plate formats, customisable)
  • Microbiota Assay (Analyze your microbiota profile)
  • SpeAmpn system (Analyze specifically 4 different signaling pathways or 368 factors from only 5ng of DNA)
  • DiLysis system (Identify and validate a panel of biomarkers directly from few cells without RNA extraction)

Da più di 10 anni, AnyGenes® propone soluzioni all-in-one per analizzare signaling pathways sulla base del qPCR array in diverse specie, in meno di 3 ore con alta affidabilità e basso costo.AnyGenes® ha sviluppato e ottimizzato il sistema SignArrays con il Perfect Master Mix SYBR® Green kit per garantire risultati altamente specifici, affidabili e riproducibili, anche con piccole quantità di campioni preziosi come i campioni FFPE o LCM.

Cos’è un SignArray®?
Il sistema SignArray è una soluzione all-in-one che ti aiuta ad analizzare i signaling pathways sulla base del qPCR array.
Ogni pozzetto contiene una coppia di primer specifica per analizzare il livello di espressione del gene.

I SignArrays possono avere piastre da 96 o 384 pozzetti, compatibili con i principali strumenti qPCR in commercio.

Composizione del kit:

  • SignArray®: piastra specifica qPCR (96 o 384 pozzetti) di un signaling pathway (84 geni di interesse, 8 geni di riferimento, 4 controlli di qualità).
  • Perfect Master Mix SYBR® Green: questo reagente è stato specificamente sviluppato per ottenere i migliori risultati
    con il nostro sistema SignArray®.
  • Software di analisi dei dati gratuito e completa documentazione per ogni signaling pathway.

Vantaggi

ALL-IN-ONE SOLUTION:

+ Signaling Pathway specifico (96 or 384 qPCR well plates)

+ Reagenti sensibili e altamente accurati (Perfect Master Mix SYBR® Green e EvaGreen®)

+ Software di analisi dei dati gratuito

+ Compatibile con tutti gli strumenti qPCR

PRIMER CONVALIDATI:

+ Al fine di garantire risultati sensibili, specifici e accurati, ogni set di primer è progettato con criteri molto rigorosi e convalidato grazie a severi controlli di qualità sperimentali.

+ Primer di alta qualità, salt-free di alta qualità (HPSF).

Caratteristiche:

L’efficienza dei primers è garantita dal nostro rigore nel controllo di qualità sperimentale (efficienza tra il 90 e il 110%) usando il nostro Perfect Master Mix SYBR® Green (PMS) appositamente sviluppato.


Specificità
: basata su “intron spanning design”, tutti i nostri primers sono testati per un singolo picco sulla curva di fusione e una singola banda di gel. Ogni coppia di primer rileva un prodotto specifico e garantisce la migliore specificità.


Riproducibilità
: il reagente Perfect Master Mix SYBR® Green (PMS) è stato sviluppato e validato con tutti i signaling pathway presenti a pannello per risultati affidabili e riproducibili (correlazione tra gli stessi Signarray testati con gli stessi cDNAs).

PROTOCOLLO FACILE E VELOCE:

+ Risultati in meno di 3 ore!

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Test di laboratorio innovativi per valutare la qualità del seme umano e animale

SPQI sviluppa e produce con il marchio 4BioDx anticorpi monoclonali anti-AKAP4 e kit ELISA specifici per studiare la funzionalità degli spermatozoi umani e animali.

AKAP4 gioca un ruolo centrale nella struttura flagellare, nella chemiotassi, nella capacità e nella motilità degli spermatozoi (Luconi et al., 2011).
AKAP4 (chiamato anche AKAP82) è uno dei componenti principali (~ 50%) della guaina fibrosa del flagello spermatico. Il precursore AKAP4 definito pro-AKAP4 viene trasformato nella maturazione a AKAP4.

La perdita dell’espressione di AKAP4 porta a malformazioni di flagelli spermatici, quindi immotilità e sterilità (Miki et al., 2002).

La concentrazione di proAKAP4 è un buon indicatore della qualità dello sperma e di come possano gli spermatozoi mantenere la loro motilità alta ed efficiente fino alla fecondazione.

Il dosaggio del biomarcatore proAKAP4 fornisce:

  • Informazioni obiettive sulla qualità dello sperma
  • Parametro pertinente per migliorare la crioconservazione dello sperma
  • Qualificazione di ciascun maschio riproduttore e del suo eiaculato
  • Indicatore per selezionare il miglior maschio riproduttore

Pro-AKAP4 ELISA kits

Il kit pro-AKAP4 ELISA è un kit ELISA completo che include una micropiastra pre-coated e tutti i reagenti e i tamponi necessari per quantificare la proteina pro-AKAP4 nello sperma.

Principali vantaggi del kit ELISA proAKAP4:

  • Funziona sia con eiaculato fresco sia con seme refrigerato o congelato
  • Occorrono pochi microlitri: da 20/25 a 40/50 μl
  • Immunoassay facile da usare
  • Per procedure manuali e automatizzate
  • E’ uno strumento obiettivo per classificare eiaculati animali
  • Monitoraggio durante la fertilità (età, quarantena, etc)
  • Indicativo della qualità del materiale refrigerato nel tempo
  • Misura 40 duplicati di sperma in meno di 2 ore

4VDX-18K4  Bovine 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-19K11  Camel 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-19K10  Cat 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K5  Dog 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K9  Goat 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K3  Horse 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K8  Mouse 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K2  Pig 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K6  Rabbit 4MID proAKAP4 ELISA Kit

4VDX-18K7  Ram 4MID proAKAP4 ELISA Kit

Monoclonal Antibodies against AKAP4 biomarker

Gli anticorpi monoclonali contro AKAP4 sono adatti per le applicazioni di immunofluorescenza mediante microscopia classica e analisi CASA (Computer-Assisted Sperm Analysis) per valutare la morfologia dello sperma e la motilità degli spermatozoi.

L’anticorpo monoclonale anti-AKAP4 murino (Rif. 4BDX-1602) riconosce la regione carbossi-terminale della proteina di ancoraggio A-chinasi 4 (AKAP4).

L’anticorpo 4BioDX anti-pro AKAP4 (Rif. 4BDX-1701) riconosce specificamente il precursore della proteina di ancoraggio di A-chinasi 4 (pro-AKAP4).

4BDX-1602     Anti-AKAP4 C-terminus (clone 7E10)

4BDX-1701     Anti-pro AKAP4 Prodomain (clone 6F12)

4BDX-1901     Anti-proAKAP4  Prodomain (clone 5H2)

4BDX-1805     Anti-AKAP4 C-terminus (clone 10F8)

Main scientific references that are using the proAKAP4/AKAP4 antibodies and 4MID® Kits from SPQI S.A.S:

2023

Dordas-Perpinyà M, Sergeant N, Yanez-Ortiz Y, Catalan J, Delehedde M, Bruyas JF, Briand-Amirat L and Miró J (2023) Characterization of proAKAP4 expression, metabolism and localization in Equus asinus spermatozoa. Reproduction, Fertility and Development. Vol. 35(2):215-216. https://doi.org/10.1071/RDv35n2Ab176

Duracka M, Benko F and Tvrdá E (2023) Molecular Markers: A New Paradigm in the Prediction of Sperm Freezability (review). Int. J. Mol. Sci. Vol. 24:3379. (review) https://doi.org/10.3390/ijms24043379

Gardela J, Ruiz-Conca M, Palomares A, Olvera-Maneu S, García-Calvo L, López-Béjar M, Martínez-Pastor F and Álvarez-Rodríguez M (2023) Effect of Honey, Coenzyme Q10, and-Carotene-Tocopherol as Novel Additives in Rabbit-Sperm Cryopreservation Extender. Animals Vol. 13(14):2392. https://doi.org/10.3390/ani13142392

Nixon B, Schjenken JE, Burke ND, Skerrett-Byrne DA, Hart HM, De Iuliis GN, Martin JH, Lord T and Bromfield EG (2023) New horizons in human sperm selection for assisted reproduction. Front. Endocrinol. 14:1145533. (review) https://doi.org/10.3389/fendo.2023.1145533

Oh EY, Chandanee MR, Dissanayake WMN, Lee SM and Yi YJ (2023) Comparison of fertility competence in toll-like receptor 4 (TLR4)-knock out male mice fed a high-fat diet. J Biomed Transl Res Vol. 24(2):41-52. https://doi.org/10.12729/jbtr.2023.24.2.41

 

2022

Boersma A, Primus J, Wagner B, Broukal V, Andersen L, Pachner B, Dahlhoff M, Rülicke T and Auer KE (2022) Influence of sperm cryopreservation on sperm motility and proAKAP4 concentration in mice. Reprod Med Biol. Vol. 21:e12480.  https://doi.org/10.1002/rmb2.12480

Bustamante-Filho I, Pasini M and Moura AA (2022) Spermatozoa and seminal plasma proteomics: too many molecules, too few markers. The case of bovine and porcine semen. Animal Reproduction Science. Vol.247:107075. https://doi.org/10.1016/j.anireprosci.2022.107075

Carracedo S, Briand-Amirat L, Dordas-Perpinyà M, Ramos Escuredo Y, Delcombel R, Sergeant N and Delehedde M (2022) ProAKAP4 protein marker: towards a functional approach to male fertility. Animal Reproduction Science. Vol.247(107074):1-20.https://doi.org/10.1016/j.anireprosci.2022.107074

De Almeida MAB, Megumy Tsunokawa Hidalgo M, Zito de Moraes FL, Corsi Trautwein LG, Schnitzer J, Dos Santos Silva LA, Rizzoto G, Pinheiro Ferreira JC and Martins MIM (2022) The proAKAP4 concentrations in Nellore bulls’ sperm and their relation to FTAI conception rates results. Animal Reproduction Science. Vol. 247:107156. https://doi.org/10.1016/j.anireprosci.2022.107156

De Almeida MAB, Megumy Tsunokawa HidalgoM, Zito de Moraes FL, Corsi Trautwein LG, Schnitzer J, Dos Santos Silva LA, Rizzoto G, Pinheiro Ferreira JC and Martins MIM (2022) The proAKAP4 concentrations in Nellore bulls’ sperm and its relations to FTAI conception rates results. Rev Bras Reprod Anim. Vol. 46(2)178-179.

Dordas-Perpinyà M, Yanez-Ortiz I, Sergeant N, Mevel V, Bruyas B, Catalán J, Delehedde M, Briand-Amirat L and Miró J (2022) ProAKAP4 concentration is related with sperm motility and motile sperm subpopulations in frozen-thawed horse semen. Animals. Vol:12:3417. https://doi.org/10.3390/ani12233417

Dordas-Perpinyà M, Sergeant N, Ruelle I, Bruyas JF, Charreaux C, Michaud S, Carracedo S, Catalán J, Miró J, Delehedde M and Briand-Amirat L (2022) ProAKAP4 semen concentrations as a valuable marker protein of post-thawed semen quality and bull fertility: a retrospective study. Veterinary Sciences. Vol. 9 :224. https://doi.org/10.3390/vetsci9050224

Dordas-Perpinya M, Yanez I, Catalan J, Eddarkaoui S, Delehedde M, Sergeant N, Bruyas JF, Briand-Amirat L, and Miró J (2022) ProAKAP4 concentrations in stallion and donkey: Comparison with kinetic parameters, motility and concentration. Reproduction in Domestic Animals. Vol. 57(1):61

Dordas-Perpinyà M, Yanez I, Catalan J, Delehedde M, Sergeant N, Bruyas JF, Briand-Amirat L and Miró J (2022) ProAKAP4 correlation with motion parameters and spermatozoa subpopulations in stallion. Reproduction in Domestic Animals. Vol. 57(4):60-61

Fatet A, Sergeant N, Dordas-Perpinyà M, Drouet B, Ponthoreau O, Carracedo S, Bruyas JF, Thorin C, Delehedde M and Briand-Amirat L (2022) Sperm-specific protein proAKAP4 as a marker to evaluate sperm quality and fertility of Alpine and Saanen Bucks. Reproduction in Domestic Animals. Vol. 57(4):79. https://doi.org/10.1111/rda.14244

Kowalczyk A, Gałeska E and Bubel A (2022) The concentration of proAKAP4 and other indicators of cryopotential of spermatozoa cryopreserved in extender with holothuroidea extract addition. Animals. Vol. 12:521. https:// doi.org/10.3390/ani12040521

Riesco MF, Neila-Montero M, Palacín-Martínez C, Montes-Garrido R, Álvarez R; Boixo JC; De Paz P and Anel L and Anel-López L (2022) Establishment of innovative biomarkers to optimize cooling and cryopreservation protocols in ram sperm. Reproduction in Domestic Animals. Vol. 57(1):101.

Schäfer-Somi S, Colombo M and Luvoni GC (2022) Canine Spermatozoa—Predictability of Cryotolerance Animals. Vol. 12:733. https://doi.org/10.3390/ani12060733

Siena G, Milani C, Contiero B, Maenhoudt C, Robiteau G, Slimani S, Sergeant N, Tiret L, Fontbonne A (2022) Variation of ProAKAP4 concentration among different ejaculates from the same dogs. Reproduction in Domestic Animals. Processings of the. ISCFR-EVSSAR Symposium – Italy 2022 | IVIS. Page 68. https://www.ivis.org/library/iscfr/iscfr-evssar-symposium-italy-2022

Smith MZY, Dilger A, Bryan E, Bytnar G, Choi S, Cook K and Kline K (2022) Preliminary Study of Effects of Centrifugation of Stallion Semen on Motility and Pro-AKAP4 Concentration over 72 Hours Post-collection. Journal of Agricultural Science and Technology. Vol (12): 65-72. https://www.davidpublisher.com/Public/uploads/Contribute/63607c5ca4824.pdf DOI: 10.17265/2161-6256/2022.02.003

Van de Hoek M, Rickard JP and de Graaf SP (2022) Motility Assessment of Ram Spermatozoa. Biology. Vol. 11(12): 1715 (review). https:// doi.org/10.3390/biology11121715

 

2021

Bastan I and Akcay E (2021) Quality assessment of frozen bull semen with the precursor A-kinase anchor protein 4 biomarker. Andrologia e14164. https:// doi.org/10.1111/and.14164

Bastan I and Akcay E (2021) Prognostic assessment of frozen bull semen with ProAKAP4 biomarker. Abstract Congress. 4th International Health Science and Life Congress:227.

Blommaert D, Sergeant N, Delehedde M, Donnay I, Lejeune JP, Franck T and Serteyn D (2021) First results about ProAKAP4 concentration in stallion semen after cryopreservation in two different freezing media. Cryobiology. Vol. 102:133-135.

Le Couazer D and Bencharif D (2021) Are AKAP4 and proAKAP4 Found in Canine Semen? Preliminary Results. Aspects Nanotechnol Vol. 3(1):70-75

Malo C, Carracedo S, Delehedde M, Sergeant N and Skidmore L (2021) Identification of PROAKAP4 in Dromedary sperm and their correlation with monthly semen parameters. Reproduction & Fertility. Vol.2(4):268-279.

Scovell JM, Bournat JC, Szafran AT, Solis M, Moore J, Rivera A, Chen CH, Zhang J, Wilken N, Seth A, Jorgez CJ (2021) PRSS50 is a testis protease responsible for proper sperm tail formation and function. Development Vol.148 (8): dev197558.

 

2020

Carracedo S, Loyens A, Eddarkaoui S, Serteyn D, Malo C, Skidmore L, Briand-Amirat L, Barbotin AL, Maurage CA, Delehedde M and Sergeant N (2020) The sperm specific proAKAP4 polypeptide exhibited conserved functions, localizations and metabolism among mammals. Animal Reproduction Science. Vol. 220 :106448 https://doi.org/10.1016/j.anireprosci.2020.106448

Delehedde M, Carracedo S, Duchene B, Demouveaux B, Remy G, Kervoaze G, Aubry S, Gevaert MH, Maurage CA, Jonckheere N, Van Seuningen I, Philippe Gosset G, Desseyn JL, Sergeant N and Pichavant M (2020) Cigarette smoking affects the sperm-specific proAKAP4 concentrations and impairs both spermatogenesis and sperm quality. Andrology. Vol. 8 (Suppl. 1):45-46.

 

Griffin R, Swegen A, Baker M, John Aitken R, A Skerrett-Byrne D, Silva Rodriguez A, E Martín-Cano F, Nixon B, J Peña F, Delehedde M, Sergeant N, Gibb Z (2020) Mass spectrometry reveals distinct proteomic profiles in high- and low-quality stallion spermatozoa. Reproduction. 160(5):695-707.

Langlade C, Buff S, Dias C, Commin L (2020) Assessment of Optimized Frozen/Thawed Semen Samples in Canines with the New A-Kinase Anchor Protein 4 Precursor Biomarker. Biopreserv Biobank. 18(5):409-414.

Riesco M, Anel-Lopez L, Neila-Montero M, Palacin-Martinez C, Montes-Garrido R, Alvarez M, de Paz P, Anel L (2020) ProAKAP4 as Novel Molecular Marker of Sperm Quality in Ram: An Integrative Study in Fresh, Cooled and Cryopreserved Sperm. Biomolecules. 10(7):1046. doi: 10.3390/biom10071046.

Ruelle I, Sergeant N, Bencharif D, Charreaux F, Thorin C, Michaud S, Dordas-Perpinyà M, Jouy N, Audry S, Maurage CA, Delehedde M and Briand-Amirat L (2020) ProAKAP4 concentrations in semen as a predictive tool of bull fertility: A preliminary study. Reproduction, Fertility and Development. 32(1):199. https://www.publish.csiro.au/RD/RDv32n2Ab145

Sergeant N, Blommaert D, Carracedo S, Franck T, Lejeune JP, Gevaert MH, Aubry S, Maurage CA, Serteyn D and Delehedde M (2020) Assessment of the proAKAP4 concentrations as a pertinent sperm parameter to select extenders and preservatives of stallion semen. Animal Reproduction Science. Vol. 220 :106449.

 

Sergeant N, Carracedo S, Blommaert D, Aubry S, Jouy N, Lejeune JP, Franck T, Maurage CA, Serteyn D, Buée L and Delehedde M (2020) Proteolysis of proAKAP4 in semen as a regulatory sensor of sperm quality and functionality. Andrology. Vol. 8 (Suppl. 1):44-45.

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Veterinaria: scopri i nostri prodotti

La nostra società da anni lavora con l’impegno di offrire ai laboratori veterinari strumenti diagnostici affidabili, performanti e convenienti garantendo un servizio di alta qualità per i professionisti del settore per la salute degli animali.

Offriamo:

Prove immunoenzimatiche (ELISA):

  • MULTISCREEN / MONOSCREEN AbELISA®: kit ELISA mono o multiparametro per rilevazione anticorpi (screening o conferma).
  • MULTISCREEN / MONOSCREEN AgELISA®: kit ELISA mono o multiparametrici per il rilevamento di antigeni specifici dei patogeni.
  • MONOSCREEN QuantELISA®: kit ELISA per quantificazione di biomarcatori.

Reagenti per immunomarcatura:

  • anticorpi monoclonali “non-labelled” o coniugati (FITC).

Test di screening:

  • Gamma Rainbow® (test multiplex):  test per la ricerca mutlipla di patogeni.
  • Gamma DipFit® (test a parametro singolo).

Prodotti in evidenza:

Enterotoxaemia ELISA kit
Malattia enterica fatale che colpisce tutte le specie di animali domestici causata da Clostridium perfringens.
Il Clostridium perfringens è un batterio anaerobico gram-positivo che ha la capacità di formare endospori resistenti al calore.

Questo batterio è raggruppato in cinque tipi (tipi A, B, C, D e E) secondo le quattro principali tossine letali, Alpha, Beta, Epsilon e iota (α, β, ε, ι) prodotte.

È stato dimostrato che Clostridium perfringens è causa di malattie umane come la cancrena gassosa (clostridial myonecrosi), intossicazione alimentare, enterocolite necrotica dei neonati e enterici necroticani (pigbel).

È anche causa di dissenteria nell’agnello, enterotossemia ovina e malattia renale delle pecore e altre malattie enterotoxaemiche di agnelli e vitelli.

Grandi quantità di tossine oltre a un gran numero di Clostridium perfringens possono essere solitamente rilevati nel fluido intestinale degli animali malati o morti.

Il nostro kit ELISA per l’Enterotoxaemia rileva le tossine Alpha, Beta e Epsilon di Clostridium perfringens e la moltiplicazione del batterio.
Il kit funziona su supernatanti di coltura e liquidi biologici come i contenuti intestinali e i fluidi pericardici o peritoneali.

Protocollo: BIO-K270/2 Multiscreen AgELISA Enterotoxemia/sandwich, double wells (Alpha, Beta, Epsilon Toxin and Clostridium perf.) (V2.0) .

Multiscreen AbELISA Bovine respiratory

Permette di valutare CONTEMPORANEAMENTE, con un semplice test ELISA, la presenza di anticorpi contro 5 diversi patogeni comunemente implicati nelle infezioni respiratorie bovine:

  • Virus Respiratorio Sinciziale (BRSV)
  • Parainfluenza di tipo 3 (BPI3)
  • Adenovirus di tipo 3
  • Mycoplasma bovis
  • Mannheimia haemolytica

Protocollo: BIO-K369/2 Multiscreen AbELISA Bovine respiratory / indirect, double wells BRSV, BPI3, Mycopl. bovis, Manheimia haem. Adenovirus 3

Mycoplasma bovis

Kit per rilevare la presenza di anticorpi contro Mycoplasma bovis. Possono essere utilizzati su siero, plasma e latte.

Protocolli:

BIO-K260/2 Monoscreen AbELISA Mycoplasma bovis/ indirect, double wells

BIO-K302/2 Monoscreen AbELISA Mycoplasma bovis/ indirect, monowell

ORA DISPONIBILE IL KIT ELISA HIGH SENSITIVE PER LA RICERCA DEGLI ANTICORPI ANTI-MICOPLASMA BOVIS!

BIO-K432/2 Monoscreen AbELISA Mycoplasma bovis HIGH SENSITIVE/ indirect, monowell – NEW

Mannheimia haemolytica

Permette di verificare la presenza di anticorpi contro Mannheimia haemolytica, l’agente responsabile della polmonite enzootica dei bovini.

Questi kit sono importanti per integrare i test diagnostici di routine utilizzati per BVDV e/o IBR.

Protocollo: BIO-K139/2 Monoscreen AbELISA Mannheimia haemolytica / indirect, monowell

Multiscreen AgELISA Calf digestive

Un solo test ELISA per testare CONTEMPORANEAMENTE la presenza di Rotavirus, Coronavirus, E. Coli CS31A e Cryptosporidium.

C’è un crescente interesse per l’individuazione di E.coli CS31a, la prevalenza di questo colibacillo ETEC è alto nelle gastroenteriti neonatali (GENN).

Protocollo: BIO-K366/2 – Multiscreen AgELISA Calf digestive

MONOSCREEN™ AbELISA Ascaris suum

Nuovo kit ELISA per il rilevamento specifico ed efficiente di Ascaris suum, l’infestazione di allevamenti suini con Ascaris suum è la parassitosi più diffusa al mondo.

Le procedure di valutazione convenzionali sono limitate: il conteggio delle uova manca di sensibilità e l’osservazione grossolana del fegato (presenza di «macchie bianche») è di fatto post mortem. La sierologia ha dimostrato di essere interessante nella valutazione semi-quantitativa del carico parassitario.

Protocollo: BIO-K447/2  MonoScreen AbELISA Ascaris suum, monowell, indirect test

Malattie Primaverili dei Pesci

La primavera, con l’aumento della temperatura dell’acqua, è il periodo delle malattie dei pesci d’allevamento. Pertanto, è necessario disporre di metodi diagnostici rapidi e precisi.

I nostri anticorpi monoclonali anti-IHN (BIO-285) e anti-VHS (BIO-282) sono stati registrati presso FLI Riems (Germania) con i numeri di registrazione FLI-B 647 e FLI-B 646. Anche il nostro Multiscreen AgELISA VHSV-IHNV BIO-K264 è stato registrato(FLI-B 648).

 

I nostri prodotti:

IHN (INFECTIOUS HAEMATOPOIETIC NECROSIS)

  • BIO-K273/2 Monoscreen AgELISA IHNV / sandwich, double wells IHNV 2-plate kit, 96 samples (strip) trouts, salm ag. det.
  • List of combined kits : BIO-K264/2
  • BIO-285 Moab a IHNV 136-3/protein N (Infectious Haematopoietic Necrosis) IHN 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.
  • BIO-312 Moab a-IHNV 34D3/protein N (Infectious Haematopoietic Necrosis) IHN 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.
  • BIO-284 FITC Moab a-IHNV 136-3/protein N (Infectious Haematopoietic Necrosis) IHN 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.

IPN (INFECTIOUS PANCREATIC NECROSIS)

  • BIO-K282/1 Monoscreen AgELISA IPNV / sandwich, double wells IPNV 1-plate kit, 48 samples (strip) trouts, salm ag. det.
  • BIO-K282/2 Monoscreen AgELISA IPNV / sandwich, double wells IPNV 2-plate kit, 96 samples (strip) trouts, salm ag. det.
  • BIO-345 Moab a-IPNV (Infectious Pancreatic Necrosis)(3) IPNV 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.

ISA (INFECTIOUS SALMON ANAEMIA)

  • BIO-337 Moab a-ISA (Infectious Salmon Anaemia) Infectious Salmon Anaemia Virus 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.

KHV (KOI HERPES VIRUS)

  • BIO-354 Moab a-KHV (Koi Herpes Virus) (2) * Koi Herpes Virus 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) carps ag. det. (production on request)

SPRING VIRAEMIA OF CARP

  • BIO-K275/1 Monoscreen AgELISA SVCV / sandwich, double wells SVCV 1-plate kit, 48 samples (strip) carps ag. det.
  • BIO-K275/2 Monoscreen AgELISA SVCV / sandwich, double wells SVCV 2-plate kit, 96 samples (strip) carps ag. det.
  • BIO-331 Moab a-SVC (Spring Viraemia of Carp) SVCV 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) carps ag. det.

VIRAL HEMORRHAGIC SEPTICAEMIA

  • BIO-K272/2 Monoscreen AgELISA VHSV / sandwich, double wells VHSV 2-plate kit, 96 samples (strip) trouts, salm ag. det.
  • List of combined kits : BIO-K264/2
  • BIO-282 Moab a-VHSV IP5B11/protein N (Viral Haemorrhagic Septicaemia) VHS 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.
  • BIO-281 FITC Moab a-VHSV IP5B11/protein N (Viral Haemorrhagic Septicaemia) VHS 1 vial of 0.5 ml (dilution 1/20) trouts, salm ag. det.

COMBINED KITS

  • BIO-K264/2 Multiscreen AgELISA VHSV-IHNV / sandwich, double wells VHSV-IHNV 2-plate kit, 48 samples (strip) trouts, salm ag. det.

 

Vedi lista in PDF>

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Strip test Rainbow

Rotavirus, Coronavirus, E.coli, Cryptosporidium, Clostridium perfringens CONTEMPORANEMANTE con un solo test!!!

Strips da eseguire direttamente su campo per la detection su feci di vitello, agnello, capretto o maialini di:

  • ROTAVIRUS
  • CORONAVIRUS
  • E. coli attachment factor F5 (K99)
  • E. coli CS31A
  • E. coli F4, F5, F18, F41
  • CRYPTOSPORIDIUM
  • CLOSTRIDIUM PERFRINGENS (con quantificazione)
  • C. difficile

 

rainbow

Rainbow BIO-X

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .
Posted in Senza categoria

Kit PCR e test rapidi per Veterinaria

LiliF™ Diagnostics è un sistema innovativo in grado di identificare la condizione dell’animale e aiutare a fornire una terapia mirata.

Brochure>>>

Veterinaria: vedi i nostri ELISA kit>>>

 

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Vegetale: PlantMedia

PlantMedia, una divisione di bioWORLD, produce prodotti di alta qualità per colture di tessuti vegetali, testati per le applicazioni nella trasformazione delle piante, rigenerazione e ricerca e sviluppo.

Prodotti in evidenza:

Fungigone™

Aumenta l’efficienza e migliora la produttività!
Fungigone ™ riduce drasticamente la contaminazione da funghi nella coltura dei tessuti e negli esperimenti di germinazione dei semi, senza influenzare la crescita delle piante.

bioZOL™ for Plant RNA Isolation

Prova bioZol™: reagente monofase rapido, semplice, pronto all’uso per isolare l’intact total RNAEstrazione di RNA tissutale e cellulare da origine umana, animale, vegetale, batterica o virale in meno di 90 minuti.

Gelzan™ Gelling Agent Gelzan™ (Gelrite) (30634003)
Gelzan™, Ready-to-use packets (30634004)
Agar-Gelzan Blend (30634002)
Agar-Gelzan Blend, Ready-to use packets (30634001)

Timentin®

Timentin® (Ticarcillin / Clavunate, 15: 1)
Per rimuovere l’Agrobacterium negli esperimenti di trasformazione delle piante.

Protoplast Isolation Kit

Timentin® (Ticarcillin / Clavunate, 15: 1)
Per rimuovere l’Agrobacterium negli esperimenti di trasformazione delle piante.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria

Agrisera Anticorpi per Piante e Alghe

Agrisera è una società svedese specializzata da oltre 30 anni nella produzione di anticorpi policlonali e monoclonali per Biologia Vegetale e Stress Ambientale che offre una vasta gamma di anticorpi primari e oltre 2000 anticorpi secondari per varie applicazioni e in varie quantità.

Seleziona l’area di interesse per visualizzare i prodotti:

Rapid Western Blotting: IncuBlocker , TUTTE le incubazioni necessarie in un unico step!!!

Un unico prodotto che contiene reagente bloccante, anticorpo secondario  e wash buffer.

Disponibile con secondari anti-rabbit, anti-mouse e anti-chicken.

Seleziona la specie per visualizzare i prodotti relativi:

Guarda il video tutorial con i suggerimenti e la risoluzione dei problemi per immunoblotting quantitativa e qualitativa:

Scopri il Plant Science Events Calendar

Il Plant Science Events Calendar è un calendario comunitario per tutte le conferenze, riunioni scientifiche, webinar e altri eventi di interesse per la comunità delle scienze vegetali.

Oltre a trovare materiale interessante, è possibile pubblicare il proprio evento compilando il modulo nella sezione dedicata. Verrà esaminato e una volta approvato, apparirà nel calendario.

Per ulteriori informazioni CONTATTACI .

Posted in Senza categoria